Giugno 15, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Come il calcio italiano ha portato Mick Gangemi ai vertici delle corse WA

Come il calcio italiano ha portato Mick Gangemi ai vertici delle corse WA
Come il calcio italiano ha portato Mick Gangemi alla miniatura di The Pinnacles of WA

All’età di 99 anni, Michelle Gangemi si aggira per le arrampicate di Ascot con la sicurezza di un uomo nel fiore degli anni.

Al membro più anziano della Perth Racing viene offerto un posto ma sceglie di stare in piedi, facendo sembrare il sottile bastone tra le mani più un accessorio di stile che un bastone da passeggio.

Il Pinnacles Racing Carnival è l’ultimo di molti che sono stati apprezzati per oltre mezzo secolo.

“Andavo alle gare ogni sabato, ma ora mi metto al passo e vengo una volta al mese”, ha detto Michelle.

“Mi piace incontrare persone e quando vado alle gare vedo le persone con cui mi confrontavo e con cui parlavo”.

Michelle, spesso chiamata Mick, non è mai stata nel mondo delle corse. Ha lavorato alla Peters Dairy di Perth per 44 anni, ma ha avviato una dinastia di corse grazie all’interesse suscitato dai suoi figli e nipoti, tra cui il duo di allenatori Michael e Chris Gangemi e l’ex vicepresidente della Perth Racing Peter Gangemi.

Peter e Mick Gangiemi si godono il carnevale dei Pinnacles.

Tutto è iniziato con le stelle del calcio italiano Roma in visita a Perth negli anni ’60, mentre Mick era il presidente locale del club azzurro.

Ha contribuito a lanciare la tradizione delle corse quando i giocatori sono stati ospitati all’incontro di Ascot e la Coppa di Roma è stata creata in loro onore.

Nel corso degli anni, la Coppa di Roma è diventata non solo il momento clou dell’annuale Gran Premio d’Italia di Perth, ma anche un’aspirazione sportiva per la famiglia che ha contribuito a creare.

READ  Italia tra le squadre per ottenere una nuova maglia dal design floreale

Nel 2017, il Team Gangemis ha sollevato il trofeo quando il leggendario Rock Magic ha vinto l’evento da $ 250.000 del Gruppo III. L’anno successivo, i fratelli hanno segnato un trio di Coppa di Roma con Rock Magic, Battle Hero e Durrendal.

È un salto insolito da una squadra di calcio italiana alle corse di cavalli nell’Australia occidentale, ma Mick ha affermato che il suo legame con le corse si è rafforzato nel 1966 quando ha sostenuto il fantino JJ Miller e Galilei alla vittoria nella Melbourne Cup e nella Caulfield Cup.

“Il moltiplicatore si è spento e ho comprato a mia moglie una macchina nuova”, ha detto Mick.

Che fosse il richiamo di vincere alla grande, i cavalli o il colore e l’atmosfera, le corse hanno appassionato la famiglia Gangemi e molti membri hanno continuato a intraprendere una carriera nello sport.

“Ho provato a dissuaderli, ma non ne ho mai avuto la possibilità”, ride Mick.

FOTO IN ALTO: Mick parla con il giornalista di corse e sport Simon Dinopoulos