Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Bambini nigeriani liberati dopo essere stati rapiti da scuola

Bambini nigeriani liberati dopo essere stati rapiti da scuola

L'esercito nigeriano ha annunciato che gli studenti rapiti da uomini armati in una scuola nel nord della Nigeria sono stati salvati, giorni prima della scadenza del pagamento di un riscatto di 1,1 milioni di dollari.

Il rapimento di 287 bambini avvenuto il 7 marzo a Korega, nello stato nordoccidentale di Kaduna, è stato il primo rapimento di massa nel paese più popoloso dell'Africa dal 2021, quando più di 150 studenti furono rapiti da una scuola secondaria.

Il portavoce dell'esercito, Magg. Gen. Edward Buba, ha detto che 137 ostaggi – 76 donne e 61 uomini – sono stati salvati nelle prime ore di domenica mattina nel vicino stato di Zamfara.

Buba ha detto che i militari hanno collaborato con le autorità locali e le agenzie governative in tutto il paese in un'operazione di ricerca coordinata e hanno salvato gli ostaggi all'inizio del 24 marzo.

Una fonte della sicurezza ha detto che gli studenti sono stati salvati in una foresta nel vicino stato di Zamfara, e l'esercito li sta accompagnando nella capitale Kaduna per sottoporsi a visite mediche prima di ricongiungerli alle loro famiglie.

Non è noto al momento se le forze di sicurezza abbiano dovuto strappare gli ostaggi dalle mani dei sequestratori o se ci siano stati scontri durante l'operazione.

READ  Guerra d'Israele: la tatuatrice tedesca Shani Luke è stata uccisa da terroristi che si filmavano mentre le sputavano addosso

Il governatore di Kaduna Oba Sani aveva precedentemente stimato a più di 200 il numero totale degli ostaggi. Non è stato immediatamente possibile contattare i funzionari per commentare la discrepanza nel numero degli ostaggi annunciati.

“L’esercito nigeriano merita anche un elogio speciale per aver dimostrato che con coraggio, determinazione e impegno è possibile annientare gli elementi criminali e ripristinare la sicurezza nelle nostre comunità”, ha affermato Sani.

L'esercito nigeriano ha pattugliato l'area vicino alla scuola primaria LEA e alla scuola secondaria Korega dopo il rapimento degli studenti.(Foto AP: domenica Alamba)

La settimana scorsa, i militanti hanno chiesto 1 miliardo di naira (1,1 milioni di dollari) per il rilascio dei bambini e del personale scomparsi.

Tuttavia, il governo ha dichiarato che non pagherà alcun riscatto, dopo aver vietato la pratica nel 2022.

I rapimenti scolastici nigeriani furono effettuati per la prima volta dal gruppo jihadista Boko Haram, che dieci anni fa rapì 276 studentesse di una scuola femminile a Chibok, nello stato nord-orientale del Borno. Alcune ragazze non furono mai rilasciate.

Da allora questa tattica è stata ampiamente adottata da bande criminali prive di affiliazione ideologica in cerca di pagamenti di riscatto.

I rapimenti da parte di bande criminali che chiedono un riscatto sono diventati un evento quasi quotidiano, soprattutto nel nord della Nigeria, dilaniando famiglie e comunità che devono mettere insieme i propri risparmi per pagare il riscatto, spesso costringendole a vendere terra, bestiame e cereali per garantire il rilascio dei loro cari. quelli.

Reuters