Marzo 2, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Al rivale pacifista di Putin vietato di candidarsi alle elezioni presidenziali russe | Notizie sulle elezioni

Al rivale pacifista di Putin vietato di candidarsi alle elezioni presidenziali russe |  Notizie sulle elezioni

Boris Nadezhdin, che ha ottenuto consensi per le sue critiche alla guerra in Ucraina, ha promesso di contestare la decisione della commissione elettorale.

Il candidato presidenziale russo Boris Nadezhdin ha dichiarato che il suo tentativo di candidarsi alle elezioni previste per marzo è stato bloccato e che presenterà ricorso contro la decisione della commissione elettorale davanti alla più alta corte del paese.

Nadezhdin, un eminente critico della guerra in Ucraina, è determinato a spodestare l’attuale presidente Vladimir Putin. Ma la sua offerta è stata contrastata dalla Commissione elettorale centrale, che ha rifiutato di registrarlo come candidato, ha detto giovedì su Telegram, aggiungendo che presenterà ricorso alla Corte Suprema del paese.

Nadezhdin, che corre per il piccolo partito di centrodestra Iniziativa Civica, il mese scorso ha presentato le 100.000 firme necessarie per registrarsi come candidato alle elezioni previste dal 15 al 17 marzo.

Tuttavia, lunedì la Commissione elettorale centrale ha informato Nadezhdin di aver riscontrato difetti nel 15% delle firme raccolte a sostegno della sua candidatura e che alcune delle presunte firme appartenevano a persone decedute.

Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto giovedì che la decisione dei funzionari elettorali è in linea con le regole.

“Ha raccolto più di 200.000 firme in tutta la Russia. Abbiamo portato avanti il ​​processo di raccolta con tutta apertura e onestà – e le code nella nostra sede e nei punti di raccolta erano sotto lo sguardo di tutto il mondo”, ha detto Nadezhdin.

“Partecipare alle elezioni presidenziali del 2024 è la decisione politica più importante della mia vita. Non rinuncio alle mie intenzioni”.

READ  Il principe William chiede la fine dei combattimenti a Gaza il prima possibile

'Errore fatale'

Nadezhdin, un consigliere comunale di 60 anni noto come critico di Putin, aveva attirato l'attenzione delle piccole forze di opposizione russe con le sue promesse di porre fine alla guerra in Ucraina.

Nato nell'Uzbekistan governato dai sovietici da madre ebrea insegnante di musica e padre fisico, ha trascorso gli ultimi 30 anni nella politica russa, lavorando come consigliere nella città di Dolgoprudny fuori Mosca.

Secondo lui Putin (71 anni) ha commesso un “enorme errore” lanciando l'invasione e si è impegnato a porvi fine attraverso i negoziati.

Si credeva già che le autorità non avrebbero accolto favorevolmente un candidato che presentasse nella corsa una retorica contro la guerra.

Putin è quasi certo che vincerà la rielezione per estendere i suoi 24 anni di leadership in Russia, inclusi otto anni come primo ministro, per almeno altri sei anni.

Non ha consentito alcuna vera opposizione elettorale durante il suo governo, con rivali come il leader dell’opposizione Alexei Navalny dietro le sbarre.

Putin si presenterà come candidato indipendente e non come candidato per il partito al potere Russia Unita, il che significa che avrà bisogno di 300.000 firme per sostenere la sua candidatura.

Secondo i suoi sostenitori ha già raccolto più di 3,5 milioni di dollari.