Maggio 16, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Aggiornamenti in tempo reale Russia-Ucraina: le tensioni al confine si intensificano dopo che Vladimir Putin ha affermato che Donetsk e Luhansk sono indipendenti

I diplomatici australiani lasciano l’Ucraina per la Polonia

I restanti diplomatici australiani in Ucraina dovrebbero partire per la Polonia il prima possibile.

Tre membri del DFAT hanno attualmente sede nella città occidentale di Lviv, non lontano dal confine con l’Unione Europea.

Hanno lasciato la capitale, Kiev, circa due settimane fa, mentre le tensioni sono aumentate, e ora dovrebbero trasferirsi all’ambasciata australiana a Varsavia.

Il Comitato per la sicurezza nazionale del Gabinetto ha già approvato una possibile serie di sanzioni contro la Russia in preparazione alla possibilità di una grande invasione. Ma alti membri del governo di Morrison affermano che non è stata ancora presa alcuna decisione sul fatto che le azioni di Vladimir Putin soddisfino attualmente il “minimo” per l’attuazione delle sanzioni.

Qualsiasi mossa sarà coordinata con gli alleati dell’Australia, in particolare gli Stati Uniti e il Regno Unito.

La Casa Bianca ha già annunciato che vieterà gli investimenti statunitensi nelle aree controllate dai ribelli di Donetsk e Luhansk nell’Ucraina orientale, ma non è chiaro che ci sarà motivo per l’Australia di fare lo stesso.

Il governo Morrison sta osservando da vicino come reagirà la Cina al riconoscimento di Donetsk e Luhansk da parte della Russia.

Alcuni alti ministri affermano che potrebbe essere un precedente che Pechino sta cercando di utilizzare in futuro.

Dal giornalista politico James Glenday

READ  James Patterson lancia l'allarme sul razzismo contro i cinesi australiani