Agosto 9, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Aggiornamenti di notizie in tempo reale: Procter & Gamble avverte i consumatori della riluttanza ad accettare aumenti dei prezzi

© Bloomberg

Colgate-Palmolive ha aumentato la sua previsione per l’intero anno dopo essersi impegnata a trasferire i costi più elevati per le materie prime e la logistica aumentando i prezzi dei suoi prodotti.

Il gruppo Consumer Goods, i cui marchi includono il deodorante Speed ​​Stick e Softsoap, ha aumentato di un punto percentuale la previsione per la crescita delle vendite organiche per l’intero anno tra il 5 e il 7%, ma ha mantenuto la previsione di crescita delle vendite nette nella gamma da 1 a 4 in cent.

Il produttore di dentifricio ha registrato un aumento del 5,5% delle vendite nette nel secondo trimestre a 4,48 miliardi di dollari, al di sopra delle stime degli analisti di 4,35 miliardi di dollari, secondo un sondaggio Refinitiv, e un aumento del 5,5% anno su anno. Le vendite organiche sono cresciute del 9%, con una crescita in ciascuna divisione.

Colgate ha registrato un aumento dei costi di materie prime, imballaggio e logistica nel trimestre, nonché un impatto negativo del 3,5% sulle vendite nette di valuta volatile.

“Abbiamo agito con coraggio sui prezzi e stiamo accelerando i nostri piani di gestione della crescita dei ricavi, inclusi prezzi aggiuntivi, per il resto dell’anno”, ha affermato il CEO Noel Wallace in una nota.

In una chiamata con gli analisti, ha affermato che gli aumenti dei prezzi sarebbero stati “diffusi in tutto il mondo” nella seconda metà.

“È un ambiente imprevedibile in termini di dove vediamo svilupparsi i consumatori, dove vediamo svilupparsi l’inflazione”, ha affermato. “Ma la buona notizia è che abbiamo preso i prezzi e abbiamo pianificato più prezzi in tutto il mondo con il passaggio alla metà posteriore”.

La società con sede a New York ha riportato utili diluiti di 72 centesimi per azione, al di sopra delle aspettative di 71 centesimi.

Colgate è l’ultima azienda di beni di consumo a trasferire costi inflazionistici più elevati ai propri clienti, dopo le mosse di Nestlé, Kraft Heinz, Danone e Unilever.

READ  Un macellaio, un fornaio e un candeliere di Binalong va al mercato