Giugno 29, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Accelerator mira a promuovere le innovazioni sanitarie digitali in Italia –

In Italia viene lanciato un acceleratore di start-up per la sanità digitale, con 6,6 milioni a sostegno della nuova società.

Chiamato VITA, l’acceleratore supporterà 10 startup focalizzate sulla trasformazione digitale del sistema sanitario. Il progetto è supportato dalla società di asset management CDP Venture Capital SGR, con l’aiuto di Digital Health Consultancy Healthwear Group (la casa madre farmaceutica) e l’acceleratore danese Accelerator.

“L’epidemia ha rapidamente accelerato la digitalizzazione digitale in corso dell’assistenza sanitaria ed è essenziale investire in start-up in grado di fornire nuovi approcci che mettano i pazienti al primo posto e garantire la sicurezza e la gestione del protocollo dei dati sanitari, facilitando la collaborazione tra i medici e pazienti come e quando richiesto, serve anche per tornare a casa dall’ospedale”, ha dichiarato in una nota Francesca Priya, presidente di Cdp Venture Capital.

CDP, Healthware e Accelerace investiranno 4,5 milioni di euro nel progetto e 1,8 milioni di euro proverranno da partner aziendali tra cui Petron Group e SIFI. Zcube – Zambon Research Venture sostiene il progetto come partner per l’innovazione.

“L’Italia può svolgere un ruolo chiave nel processo di digitalizzazione dell’assistenza sanitaria, concentrandosi sulla crescita e l’accelerazione di start-up innovative”, ha affermato Paulo Borella, Managing Partner e Project Leader di VITA. “Pertanto, abbiamo deciso di utilizzare la nostra esperienza nel campo dell’innovazione e della sanità digitale per supportare attivamente le aziende più affidabili e, allo stesso tempo, per stringere collaborazioni con attori chiave e aziende leader nel settore per contribuire alla nascita di VITA Dobbiamo dare un forte impulso all’ecosistema della salute digitale.

Gestito da Healthwear Ventures da un punto di vista operativo, Accelerator selezionerà 10 start-up all’anno per tre anni. Operano da Palazzo Innovazione a Salerno, Italia. Le startup avranno accesso agli eventi, compreso il processo di sviluppo, la Rete dei Partner Ambientali e la Salute di Frontiera.

READ  Rafael Nadal sconfigge Novak Djokovic concludendo 10 ° all'Italian Open | Tennis

Secondo il sito web di VITA, le start-up riceveranno un investimento iniziale di € 110.000, di cui 50.000 in contanti. I singoli team avranno anche accesso a investimenti aggiuntivi.

Il CEO di Healthware Roberto Aseon ha dichiarato in una dichiarazione: “VITA è una testimonianza dell’impegno di Healthware nel contribuire alla trasformazione della salute digitale, aiutando a crescere e sviluppare le start-up più promettenti.” , Con l’obiettivo di stabilire uno standard internazionale per l’avvio -up e innovatori nel campo della salute digitale, siamo orgogliosi di collaborare con CDP Venture Capital e Accelerace su questa iniziativa unica a livello nazionale. ”

Le startup italiane e le start up internazionali che desiderano aprire una sede italiana possono candidarsi fino al 12 giugno Sul sito web dell’acceleratore. VITA è particolarmente interessata alle aziende che lavorano in soluzioni tecniche per malattie respiratorie, oftalmologia, salute delle donne, malattie rare e gestione del dolore cronico.