Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Zimbabwe: Gli Stati Uniti condannano la deportazione degli operatori umanitari

Zimbabwe: Gli Stati Uniti condannano la deportazione degli operatori umanitari

Fonte immagine, Immagini Getty

Commenta la foto,

Samantha Power, dell'Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale, ha affermato che l'impegno dello Zimbabwe a favore della democrazia è vano

Gli Stati Uniti hanno accusato lo Zimbabwe di molestare, detenere e deportare molti dei suoi cittadini che si trovavano nel paese come operatori umanitari.

L'Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale (USAID) ha affermato che funzionari governativi e appaltatori sono stati intimiditi “verbalmente e fisicamente”.

L'agenzia ha aggiunto che erano lì per “sostenere l'impegno civico, le istituzioni democratiche e i diritti umani”.

Ma ha detto che l'impegno dello Zimbabwe verso la riforma democratica è “vuoto”.

Il governo dello Zimbabwe non ha ancora commentato le accuse dell'USAID.

Lunedì gli Stati Uniti hanno annunciato nuove sanzioni contro il presidente dello Zimbabwe Emmerson Mnangagwa e altri alti funzionari governativi, che accusano di corruzione e violazioni dei diritti umani.

Queste sanzioni hanno sostituito le attuali sanzioni imposte vent’anni fa.

Un portavoce del presidente Mnangagwa ha condannato le sanzioni come azioni “ostili” e ha accusato il governo americano di “calunnie ingiustificate”.

Nella situazione attualeSamantha Power, amministratrice dell’Agenzia statunitense per lo sviluppo internazionale, ha affermato che alcuni dei suoi membri sono stati sottoposti ad “arresto notturno, trasporto in condizioni non sicure, interrogatori prolungati e confisca e infiltrazione di apparecchiature elettroniche personali”.

La Power ha continuato affermando che questo evento ha fatto seguito ad altri “gravi incidenti” avvenuti negli ultimi due anni in cui funzionari governativi e cittadini statunitensi sono stati sottoposti a “molestie e trattamenti inappropriati” da parte delle autorità dello Zimbabwe.

In una dichiarazione separata, il portavoce del Dipartimento di Stato americano Matthew Miller ha detto che la squadra umanitaria è stata legalmente ammessa nello Zimbabwe “per sostenere l'impegno dichiarato del governo dello Zimbabwe per la riforma democratica”, che Power ha definito un impegno “vuoto”.

La dichiarazione della Power conclude affermando che l'USAID “continuerà a sostenere con forza la società civile, i difensori dei diritti umani e i media indipendenti” nel paese, ma “non esiterà a prendere ulteriori misure per ritenere responsabili coloro che negano allo Zimbabwe le libertà fondamentali e il buon governo”. .” .

L’USAID afferma che il suo lavoro in Zimbabwe mira a contribuire a “rafforzare i servizi sanitari, aumentare la sicurezza, sostenere la resilienza economica e rafforzare la governance democratica”.

READ  Il bilancio delle vittime del virus Corona è impreciso?