Aprile 20, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Una coppia americana bloccata in Africa è riluttante a incontrarsi con la nave Norwegian Dawn poiché la compagnia di crociera rivela che l'imbarco del gruppo ha subito un ritardo di “più di un'ora”.

Una coppia americana bloccata in Africa è riluttante a incontrarsi con la nave Norwegian Dawn poiché la compagnia di crociera rivela che l'imbarco del gruppo ha subito un ritardo di “più di un'ora”.

La coppia americana Jill e Jay Campbell ha espresso la propria riluttanza a raggiungere la nave da crociera norvegese che si erano lasciati alle spalle, poiché è stato rivelato che il gruppo di passeggeri rimasti a terra ha mancato la partenza per “più di un'ora”.

La famiglia Campbell era tra gli otto passeggeri abbandonati sulla piccola isola africana di Sao Tomé e Principe una settimana fa, dopo che il norvegese Don aveva impedito loro di salire a bordo della nave dopo che mercoledì scorso aveva superato il coprifuoco alle 15:00.

Tuttavia, un portavoce della Compagnia danese di crociere ha affermato che il gruppo di passeggeri stava effettuando un tour privato, non organizzato dalla compagnia, quando ha subito un ritardo di oltre un'ora.

“Quando hanno mancato l'orario di imbarco delle 15:00 per più di un'ora, i loro passaporti sono stati lasciati all'agente portuale locale per il recupero quando sono tornati al porto dal loro tour privato (non organizzato da noi), come da protocollo.” leggere la dichiarazione di mercoledì.

“Lavoriamo a stretto contatto con i tour operator locali per garantire che i viaggi siano pianificati secondo il nostro programma per garantire un arrivo tempestivo al porto. Il viaggio intrapreso da questo gruppo non è stato organizzato da noi ma di loro iniziativa. Pertanto, non siamo in contatto con gli organizzatori I loro viaggi turistici.

“Tuttavia, una volta che gli ospiti non sono tornati alla nave entro l’orario precedentemente segnalato a bordo, abbiamo collaborato con loro e con l’agente portuale locale per assisterli nell’ottenimento dei visti necessari affinché potessero unirsi alla nave nel successivo porto disponibile”.

READ  Iran: il comandante delle Guardie Rivoluzionarie dice ai manifestanti che oggi è l'ultimo giorno in strada | Iran

La coppia della Carolina del Sud ha dichiarato a un media statunitense di ritenere che la nave da crociera norvegese abbia seguito le sue linee guida in modo molto “rigoroso”.

“Dopo quello a cui abbiamo assistito, crediamo davvero che, anche se c'era una serie di regole o politiche che la nave avrebbe potuto seguire, ha seguito quelle regole in modo molto rigoroso”, ha detto Campbell a USA TODAY.

Un portavoce della Norwegian Cruise Line ha detto che gli ospiti sono responsabili di garantire il loro ritorno alla nave e, dopo aver saltato l'ultima offerta per tornare sulla nave, si trovano in una “situazione molto sfortunata”.

“Penso che dimentichino davvero che sono persone che lavorano nel settore dell'ospitalità e che la sicurezza e il benessere dei clienti dovrebbero essere la loro prima priorità, dovrebbero essere messi al primo posto”, ha detto Campbell.

“Pensiamo che ci sia un dovere fondamentale di diligenza che hanno dimenticato, quindi questo ci riguarda.”

Campbell ha detto che nonostante le difficoltà che hanno dovuto affrontare durante la loro caccia via terra in sette paesi, comprese le barriere linguistiche e il cambio di valute diverse, le “adorabili” persone del posto che hanno incontrato sono state utili nel trovare alloggio e voli per lo scalo successivo.

Dopo diversi tentativi falliti di salire a bordo della nave, il gruppo di passeggeri rimasti bloccati ha ricevuto assistenza dall'ambasciata degli Stati Uniti in Angola e domenica si è imbarcato su un volo per il Gambia nella speranza di riunirsi alla nave a Banjul.

Tuttavia, la Norwegian Dawn non è riuscita ad attraccare a causa delle condizioni di bassa marea.

READ  La Corea del Nord respinge l'appello di pace della Corea del Sud alle Nazioni Unite

Invece, la nave ha viaggiato verso nord, verso il vicino Senegal, dove il gruppo si è preparato a prendere un traghetto per raggiungere la nave da crociera.

“Dobbiamo attraversare il traghetto per arrivare in Senegal. Abbiamo appena saputo che il traghetto non funziona, ma (l'autista del camion) ha detto che non c'è problema, se il traghetto non funziona prenderemo un'altra piccola barca e poi prenderemo un’auto dall’altra parte”, ha detto Campbell.

Parlando alla NBC, Campbell ha rivelato che la coppia non è sicura che salirà mai più a bordo.

“Stiamo pensando se salire o meno sulla nave”, ha detto.

Mercoledì gli ospiti bloccati hanno avuto il permesso di unirsi alla nave a Dakar.

“Nonostante una serie di sfortunati eventi al di fuori del nostro controllo, rimborseremo a questi otto ospiti le spese di viaggio da Banjul, Gambia a Dakar, Senegal”, ha detto il portavoce.

“Siamo in contatto con gli ospiti e forniremo ulteriori informazioni non appena saranno disponibili.”

Da allora l'organizzazione norvegese Dawn ha lasciato il Senegal. Non è chiaro se la famiglia Campbell sia tornata sulla nave diretta a Barcellona.