Novembre 30, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un generale australiano ha affermato che la presenza militare cinese nelle Isole Salomone costringerà l’Alleanza delle forze democratiche a ripensare

Un alto ufficiale dell’ADF ha avvertito che se la Cina potesse stazionare navi da guerra nelle Isole Salomone, “cambierebbe il calcolo” dell’esercito australiano, costringendo a un cambiamento nelle operazioni di difesa.

Cresce la preoccupazione che Honiara e Pechino firmeranno presto un nuovo patto di sicurezza che consentirà al personale e alle attrezzature cinesi di essere di stanza nella nazione del Pacifico, che si trova a meno di 2.000 km dalla costa del Queensland.

Questa settimana, il primo ministro delle Isole Salomone Manasseh Sogavari ha difeso la bozza di accordo, ma ha dichiarato che non vi era alcun piano per consentire alla Cina di costruire una base navale o militare nel suo Paese, dicendo che la proposta era “disinformazione”.

Il capo delle operazioni congiunte delle forze di difesa, il tenente generale Greg Pelton, ha affermato che qualsiasi stazionamento di navi dell’Esercito popolare di liberazione e della marina in quel luogo influenzerebbe le operazioni militari australiane.

“Cambia il calcolo se le navi della marina cinese operano dalle Isole Salomone”, ha detto il generale Pelton durante una visita alla direzione dei segnali australiani a Canberra.

“Cambieremo i nostri modelli di pattuglia e le attività di sensibilizzazione marittima”, ha aggiunto.

All’inizio di quest’anno, gli agenti di polizia cinesi hanno iniziato a sostenere i membri delle forze di polizia delle Isole Salomone, pochi mesi dopo che la polizia federale australiana e il personale dell’ADF sono stati inviati a Honiara a seguito di rivolte antigovernative.

Il generale Bilton ha dichiarato: “Ci troviamo in una circostanza in cui saremo presenti nelle Isole Salomone e anche i cinesi cercheranno di fornire formazione e supporto per la stessa organizzazione”.

“È una circostanza straordinaria per noi interagire con i cinesi sulle Isole Salomone e penso che capiranno, e capiremo, come intendono sostenere le forze di polizia (reali) nelle Isole Salomone”.

READ  La Cina afferma che la spazzatura spaziale atterrerà in acque internazionali mentre gli Stati Uniti guarderanno