Maggio 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Trafugato l’anello d’oro della statua di San Nicola nella chiesa d’Italia

L’anello d’oro di San Nicola, noto anche come Babbo Natale, nato ad Antalya, in Turchia, nel terzo secolo, è stato rubato, secondo le autorità.

Il ladro ha fatto irruzione nella basilica durante la notte e ha rubato l’anello dal dito della statua.

Patrono dei marinai, le reliquie di San Nicola attirano molti pellegrini dalla Russia alla Chiesa italiana, venerata da cattolici e cristiani ortodossi.

Il Corriere della Sera ha citato la polizia di Bari secondo cui le telecamere di videosorveglianza hanno mostrato un uomo mascherato che indossava una maschera mentre sfondava un cancello di metallo per entrare nella basilica poco prima dell’alba di martedì. Funzionari della chiesa affermano che il ladro ha rubato il denaro lasciato dai credenti in una scatola di raccolta e ha aperto una scatola di vetro che mostrava un’alta statua raffigurante un monaco senza danneggiare nulla.

Oltre all’anello, il ladro portava in mano anche un libro decorato d’argento e una statua del monaco, secondo le autorità.

Nicola è molto apprezzato a Bari, città portuale dell’Adriatico, e la sua fama è considerata un ponte tra l’Occidente e l’Oriente.

“Con questo gesto sono stati toccati i nervi originali dei credenti e della cultura di Barry”, ha detto a TV2000, una stazione televisiva cattolica italiana, l’arcivescovo di Barry Giuseppe Chatriano. Ha sostenuto che sarebbe stato difficile vendere beni rubati perché erano ben noti ed elencati.

Il furto è un “atto mortale e osceno”, ha affermato il sindaco di Barry Antonio DeCarro.

La basilica è una popolare meta di pellegrinaggio, soprattutto per i russi. Nel 2003, una statua del santo è stata eretta all’esterno della chiesa come dono del presidente russo Vladimir Putin.

READ  Stampa italiana, parole di elogio per Adrian Pearl

Da giovane, Nicholas è salito a bordo di una nave per recarsi in Terra Santa e, sulla via del ritorno, la nave è stata minacciata da una forte tempesta, ha detto il Vaticano. Dopo aver pregato, le onde muoiono. I marinai baresi alla fine acquistarono le sue spoglie e le portarono nella città dell’Italia meridionale nel 1087, dopodiché furono sepolte nell’armadio di una nuova chiesa.

Newsletter giornaliera di Sabha

Rimani aggiornato su ciò che sta accadendo in Turchia, nella sua regione e nel mondo.

Puoi lasciare il gruppo in qualsiasi momento. Iscrivendoti accetti i nostri Termini di utilizzo e Informativa sulla privacy. Questo sito è protetto da reCAPTCHA ed è soggetto all’Informativa sulla privacy e ai Termini di servizio di Google.