Ottobre 17, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Taiwan schiera aerei da combattimento per contrastare la più grande aggressione militare mai realizzata dalla Cina

Taiwan: La Cina ha fatto arrabbiare Taiwan dichiarando l’istituzione della Repubblica popolare cinese con la più grande incursione dell’aeronautica cinese nella zona di difesa aerea dell’isola.

Il ministero della Difesa di Taiwan ha dichiarato che venerdì i combattenti di Taiwan hanno marciato contro 38 aerei cinesi in due lotti. Ha detto che Taiwan ha inviato aerei da combattimento per avvertire gli aerei cinesi, mentre i sistemi missilistici sono stati schierati per monitorarli.

“La Cina si è inavvertitamente impegnata in un’aggressione militare dannosa per la pace regionale”, ha detto sabato mattina il premier taiwanese Su Tsingchang ai giornalisti.

Un caccia F-16 dell’aeronautica taiwanese vola a fianco di un bombardiere cinese H-6K durante una precedente incursione.a lui attribuito:un file

La prima ondata di raid ha coinvolto 18 caccia J-16, quattro caccia Su-30 oltre a due bombardieri nucleari H-6 e un aereo antisommergibile, mentre la seconda ondata comprendeva 10 J-16, 2 H-6 e un allarme . presto. Il ministero ha detto che gli aerei.

Il primo lotto di aerei cinesi ha volato in una zona vicino alle Isole Pratas, con i due bombardieri che volavano vicino all’atollo, secondo una mappa diffusa dal ministero.

Scarica

Il secondo gruppo è volato nel Canale Bashi che separa Taiwan dalle Filippine, un’importante via d’acqua che collega l’Oceano Pacifico al conteso Mar Cinese Meridionale.

Taiwan, che la Cina rivendica come sua forza aerea, si lamenta da più di un anno delle ripetute missioni dell’aviazione cinese vicino all’isola governata democraticamente, spesso nella parte sud-occidentale della zona di difesa aerea vicino alle isole Pratas controllate da Taiwan.

READ  La mossa "infantile" dell'insegnante con la bandiera della classe provoca indignazione

La Cina non ha ancora commentato. In precedenza ha affermato che tali voli mirano a proteggere la sovranità del paese e mirano alla “collusione” tra Taiwan e gli Stati Uniti, il più grande sostenitore internazionale dell’isola.