Novembre 28, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Supercar amichevole per collezionisti seri

Era totalmente una presa in giro. Maserati appende la carota MC20 – la prima vettura sportiva a motore centrale in più di due decenni – da diversi anni, ma vale la pena aspettare.

Senza dubbio, questa è l’auto sportiva italiana migliore della categoria che ho guidato in quasi un decennio, offrendo prestazioni balistiche in un telaio leggero in fibra di carbonio che, rispetto alle sue rivali supercar, nega il “look” delle ali , kit carrozzeria e scarichi.

Ha ancora una nota succulenta quando gli dai un V6 biturbo da tre litri, ma funziona come un anziano, lasciando fuori i suoni rumorosi e sputafuoco per la folla del noleggio di supercar.

La Maserati MC20 è riuscita a spuntare le scatole delle supercar pur rimanendo fedele alla sua dignità ed eleganza, in linea con l’eredità del marchio come auto sportiva per la persona pensante.

È anche la prima Maserati da molto tempo ad andare da sola e a non affidarsi alla Ferrari per l’assistenza tecnica con il suo motore Nettuno V6 che sarà prodotto end-to-end nel proprio stabilimento di Modena. Nel frattempo, il telaio in fibra di carbonio e i telai ausiliari in alluminio per le sospensioni e il motore sono stati realizzati in collaborazione con la casa automobilistica italiana Dallara.

L’auto è in parte un omaggio all’iconica MC12 – MC sta per Maserati Corse – costruita come spin-off della Ferrari Enzo nel 2004 per competere nel Campionato del Mondo FIA GT. Sono state prodotte solo 50 gare e ha vinto 40 gare su 94 partenze.

READ  Quote e selezioni per i quarti di finale dei Campionati Italiani WTA

Mentre la MC12 è stata costruita per le corse con il minor numero di esemplari costruiti per la strada per soddisfare le regole dell’epoca, questa super coupé da 1 milione di Dh1 è stata costruita prima per la strada, quindi offre più comfort. Sarà anche prodotto in numeri significativamente più alti, inclusa una versione decappottabile, e alla fine potremmo anche vederlo sulla strada giusta.

Ci sarà anche una sostituzione completa della trazione integrale EV, che alla fine catturerà la maggior parte delle vendite. Ottieni questo motore a combustione MC20 il più spesso possibile, perché è allora che vedrai quasi tutti gli MC20 nei prossimi anni I veicoli elettrici saranno silenziosi – Avrai una di queste versioni a trazione posteriore che consumano gas, ma da brivido.

Oltre alla sua accelerazione straordinariamente veloce che ci ha portato da 0 a 100 km/h in meno di tre secondi, la manovrabilità dell’MC20 è stata eccezionale negli sport motoristici. Ciò non sorprende dato il background di Dallara come unico produttore di telai che gareggia nelle gare Indycar, Formula 2, Formula 3, LeMans e Daytona 24 Ore.

Otterrai anche da 0 a 200 km/h in 8,8 secondi e una velocità massima di 325 km/h.

Tuttavia, nonostante le eccezionali prestazioni dell’MC20, la sua guida è stata migliorata. Con la sospensione adattiva nella sua impostazione più confortevole, assorbe gli urti abbastanza bene da considerare di guidarla ogni giorno o di portarla in viaggio. È una delle poche supercar su cui posso stare comodamente seduto per più di un’ora alla volta.

La piccola cabina ha un design semplice con solo poche scale e pulsanti, eppure è ben allineata con abbondanza di pelle e finiture in Alcantara dappertutto. L’accesso avviene tramite porte a farfalla ribaltabili, che richiede un po’ di abilità per perfezionare quando si include un ampio gradino per attraversare la monoscocca nel sedile.

READ  Tottenham vs Wolverhampton: il superbo gol di Harry Kane ha portato gli Spurs alla vittoria dopo un primo tempo scadente

Sul touch screen da 10,3 pollici debutta il nuovo sistema operativo Maserati, il primo a staccarsi dal modulo Uconnect utilizzato da Stellantis (Fiat-Chrysler), e ora alimentato da Google Android.

La cabina è piccola ma sembra lussuosa.  Foto: Damien Reed

Il touchscreen si trova sotto le prese d’aria della console centrale, mentre un secondo schermo da 10,3 pollici funge da quadro strumenti davanti al guidatore.

Per aiutare a risolvere il problema della vista posteriore, l’MC20 è dotato di uno specchietto retrovisore digitale che utilizza una telecamera posteriore per trasmettere un’immagine di ciò che c’è dietro il veicolo a uno specchietto senza cornice normalmente installato all’interno, in alto e al centro.

È passato molto tempo, ma il ritorno di Maserati nel mondo delle supercar alle sue condizioni e senza il contributo della Ferrari per la prima volta da decenni è un enorme successo, quindi sembra che l’apprendista abbia insegnato al maestro.

Aggiornato: 27 ottobre 2022, 9:13