Novembre 28, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Un cavallo al galoppo pronto a lanciarsi nella nuova era GT

Per azione automatica

L’eredità delle corse automobilistiche della Ferrari precede la sua storia leggendaria in Formula 1 e il marchio sta voltando pagina su un nuovo capitolo in soli tre mesi.

Dal 28 al 29 gennaio 2023, la Ferrari 296 GT3 farà il suo debutto mondiale all’attesissima Rolex 24 di Daytona.

Il Nuovo 296 Sostituirà la 488 di grande successo e la Ferrari sta cercando di essere il suo nuovo concorrente in una lunga serie di vincitori dopo un processo di progettazione “meticoloso”.

“La 296 GT3 rappresenta il futuro del Cavallino Rampante nelle corse GT, un settore che ha sempre visto il rapporto più stretto con i clienti e il massimo trasferimento di tecnologia e soluzioni innovative alle vetture di serie”, si legge in un comunicato del costruttore quando l’auto è stata introdotto.

“Questo veicolo è stato ingegnerizzato meticolosamente in ogni dettaglio e da ogni angolazione, nel rispetto delle nuove normative GT3.

“Eredita l’eredità vincente della 488 GT3 mentre è intenta a scrivere nuove pagine nella storia del motorsport del Cavallino Rampante”.

La nuova Ferrari 296 GT3 sarà alimentata da un motore turbo V-6 da 600 cavalli.

Mentre la Scuderia Ferrari corre i Gran Premi di Formula 1 dal 1950, la storia dell’auto sportiva per il “cavallo in corsa” inizia nel 1949 quando Luigi Chinetti e Peter Mitchell spingono le 166 mm per la vittoria alla 24 Ore di Le Mans- Thompson.

Chinetti ha sviluppato uno stretto rapporto con Enzo Ferrari e ha svolto un ruolo importante nell’ascesa alla ribalta della Ferrari nel mercato nordamericano, come distributore/rivenditore e operatore del NART – North American Racing Team.

Il record del marchio italiano nelle corse automobilistiche americane è impressionante, comprese due vittorie assolute alla Rolex 24 di Daytona e ben dodici vittorie alla Mobil 1 Twelve Hours di Sebring.

READ  Il primo SUV delle case automobilistiche, la Ferrari Purosangoy, è trapelato prima del suo debutto

La Ferrari non ha ancora gareggiato per vittorie totali di auto sportive nel 21° secolo, ma le sue iscrizioni basate su GT ​​hanno accumulato vittorie di classe in quasi tutti gli eventi principali dell’IMSA WeatherTech SportsCar Championship.

Le auto rosse hanno dominato Sebring, con sei vittorie dal 2007 e 10 al Petit-le-Mans Motel del Michelin Raceway Road Atlanta dal 2003.

La nuova 296 GT3 della Ferrari ha un grande bagagliaio da riempire per sostituire la 488 GT3 Evo del 2020 in uscita, che ha collezionato più di 500 gare in tutto il mondo dal 2016, rendendola una delle auto Ferrari di maggior successo di tutti i tempi.

Nick Cassidy ha portato a casa l’ultima vittoria della Ferrari 488 GT3 Evo al Red Bull Ring a settembre. Foto tramite immagini Gold and Goose / LAT

Nick Cassidy ha ottenuto la notevole vittoria della vettura al Red Bull Ring il mese scorso all’evento Deutsche Tornwagen Masters (DTM), mentre l’ultima vittoria di IMSA è stata a Sebring a marzo, quando ha aiutato Antonio Foucault, Roberto Lacorte e Giorgio Sernagioto a vincere per il team Cetilar Racing . Nella classe GT Daytona.

Come i suoi predecessori GT, la 296 GT3 è stata sviluppata dall’auto da strada più venduta della Ferrari: in questo caso, la 296 GTB recentemente rivelata, che presenta un V6 biturbo abbinato a un sistema di gestione della potenza ibrido e una doppia frizione a otto rapporti trasmissione.

Le normative internazionali della GT3 non consentiranno alla tecnologia ibrida di entrare nell’auto da corsa, ma la 296 GT3 condivide una configurazione V-6 turbo grandangolare di 120 gradi, un grande cambiamento rispetto al V-8 aspirato dell’auto. 488, oltre alle precedenti Ferrari 458 e 430.

La nuova Ferrari 296 GT3 sarà alimentata dai comandi al volante che utilizzano la tecnologia delle vetture di Formula 1 del marchio. Immagine: in allegato

Il nuovo V-6 produce 600 cavalli, è più efficiente in termini di consumo di carburante rispetto al V-8 uscente ed è anche progettato per essere compatibile con i nuovi biocarburanti che sono stati imposti dall’IMSA e da altre organizzazioni sanzionatorie.

READ  In memoria di Brian Luseri, il migliore amico di tutti di Boston

L’aerodinamica della vettura stradale 296 GTB è stata sviluppata in tandem con il programma di corse GT3 e la Ferrari dichiara un aumento del 20% del carico aerodinamico rispetto alla 488 GT3 EVO del 2020 entro i parametri di omologazione.

L’auto è progettata in modo modulare per migliorare la manutenzione, in particolare sotto il fuoco durante le gare di durata, mentre la maggior parte delle funzioni dell’auto sono ora guidate dai comandi al volante che utilizzano la tecnologia sperimentata nelle auto Ferrari di Formula 1.

I test della 296 GT3 sono iniziati in pista ad aprile e da allora hanno percorso migliaia di chilometri di sviluppo sul circuito Ferrari di Fiorano in Italia e in altre sedi internazionali.

La 296 GT3 farà il suo debutto nelle competizioni mondiali alla Rolex 24 2023 di Daytona, in programma dal 28 al 29 gennaio.

Per ulteriori notizie sugli sport motoristici, scegli L’ultima versione di Auto Action.

AUTO ACTION, la voce indipendente australiana per gli sport motoristici.

READ  Le Ultime: L'Olanda vince il terzo posto consecutivo a Euro 2020 | Gli sport