Maggio 23, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Sul trasferimento a Roma, Lazio e Salernitana indaga la polizia italiana

Sul trasferimento a Roma, Lazio e Salernitana indaga la polizia italiana

La polizia ha fatto irruzione negli uffici dei club di Serie A Roma, Lazio e Salernitana mercoledì nell’ambito di un’indagine sui passati rapporti di trasferimento.

L’inchiesta sulla Roma riguarda trasferimenti tra il 2017 e il 2021 per il club della capitale quotato alla Borsa di Milano.

La Roma ha dichiarato mercoledì che il club e “alcuni dirigenti attuali ed ex” – tra cui l’ex presidente James Pallotta e il suo successore Dan Friedkin – erano sotto inchiesta.

“Il club sta collaborando con le autorità e si augura che su questa vicenda arrivi al più presto la piena chiarezza”, ha dichiarato la Roma in un comunicato.

Le perquisizioni condotte tra Lazio e Salernitana hanno riguardato accordi tra i due club durante la proprietà del patron della Lazio Claudio Lodito.

L’agenzia di stampa AGI riferisce che la Lazio è indagata per fatturazioni inesistenti e conti falsi.

In un comunicato, la Lazio ha affermato che i propri documenti sono “sempre a disposizione delle autorità” e di sperare che “qualsiasi equivoco o sospetto relativo a presunti reati venga presto dissipato”.

L’imprenditore Lodito è stato costretto a cedere la Salernitana ai fiduciari nel giugno 2021 dopo essere stato promosso dalla Serie B poiché le regole della FA italiana vietano di avere due club nella stessa divisione.

C’era una scadenza di fine anno per la cessione al nuovo proprietario, e il club sarebbe retrocesso se l’offerta di Danilo Irvolino non fosse stata accettata in extremis.

In un comunicato diffuso mercoledì, la Salernitana ha affermato che “l’attuale proprietà non ha nulla a che fare con i trasferimenti legati alle stagioni precedenti al passaggio di proprietà del club”.

READ  In Italia arrivano oltre 2.500 immigrati

La tattica del trasferimento è diventata uno dei maggiori scandali del calcio italiano nell’ultimo anno, con la Juventus che ha ricevuto 15 punti a gennaio per aver utilizzato transazioni per aumentare artificialmente il proprio bilancio.

Il 19 aprile si terrà l’udienza del ricorso contro la sentenza.

La Juve è coinvolta in un’indagine penale sulle proprie finanze, con il club e una serie di ex dirigenti, tra cui l’ex presidente Andrea Agnelli, accusati di vari reati.

AFP