Febbraio 27, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

“Sono tutte della stessa altezza a letto” – I commentatori italiani subiscono reazioni negative dopo i commenti sprezzanti sulle donne durante la trasmissione televisiva della gara di nuoto

“Sono tutte della stessa altezza a letto” – I commentatori italiani subiscono reazioni negative dopo i commenti sprezzanti sulle donne durante la trasmissione televisiva della gara di nuoto

I commentatori italiani del nuoto sono nei guai dopo aver fatto commenti sessisti durante una trasmissione, suscitando indignazione e provocando una rapida reazione da parte del grande pubblico e del mondo dello sport. Queste osservazioni, ritenute offensive e offensive nei confronti delle atlete, hanno acceso un acceso dibattito sull'uguaglianza di genere e sulla rappresentanza nello sport.

Il video preferito dagli americani oggi

I commenti sessisti dei critici sono stati ampiamente denunciati perché alimentano stereotipi negativi e minano i risultati delle nuotatrici.

I commentatori italiani di “Si-la-do” sono andati troppo oltre

annuncio

L'articolo continua sotto questo annuncio

Durante la diretta RAI dei Campionati mondiali di nuoto, Lorenzo Leonardozzi e Massimiliano Mazzucci hanno ricevuto forti critiche per il loro commento. Durante la fase finale dei tuffi sincronizzati femminili, i due sembravano perdere controllo e sensibilità.

“Questa sottomessa qui si chiama Harper. È l'arpista. Come suoni l'arpa? Devi toccarla? Devi toccarla.”

Ricevi immediatamente una notifica dei più interessanti nuoto Storie tramite Google! Fare clic su Seguici e premere Stella blu.

Seguici

Poi qualcuno ha detto “Si la do”riferito alle note musicali, ma è anche gergale usato per riferirsi a una donna che vuole fare sesso.

“Questo è il vantaggio che le donne hanno rispetto agli uomini. Le donne devono conoscere solo tre note.” disse l'altro.

I due si sono anche vergognati per i loro commenti razzisti e sessisti quando l'atleta nazionale pakistana è apparso sullo schermo. “Fumo sano, fumo pakistano”, ha detto uno di loro. La questione non si è fermata qui, poiché hanno continuato a commentare l'ingresso dell'atleta olandese e a parlare del suo aspetto.

READ  La sciatrice neozelandese Alice Robinson guida la Coppa del mondo di gigante dopo il primo round. Mikaela Shiffrin si profila al quinto posto.

“I sub olandesi sono grandi”, ha detto uno di loro. “Come noi, Vittorioso (riferendosi al sottomarino italiano Giulia Vittorioso).” È grande, oh L'altro rispose.

“Comunque sia, sono tutti della stessa altezza a letto.”

L’azione rapida è la necessità del momento

annuncio

L'articolo continua sotto questo annuncio

Leonardozzi non ha voluto commentare la controversia, ma ne ha parlato al Corriere della Sera “Queste parole non mi appartengono.” Il commentatore era già stato coinvolto in uno scandalo precedente per le sue dichiarazioni sessiste. La RAI ha avviato il procedimento disciplinare per valutare la controversia. Gli utenti dei social media hanno criticato gli analisti per i loro commenti “disgustosi”, e altre persone si sono chieste se la coppia avrebbe dovuto affrontare gravi ripercussioni disciplinari.

In Italia il sessismo e il sessismo sono problemi persistenti. Secondo l’Istituto Nazionale di Statistica (ISTAT), circa la metà delle donne adulte del Paese ha subito molestie sessuali.

I sostenitori sostengono che i commentatori svolgono un ruolo cruciale nel plasmare la percezione pubblica e nel rafforzare i pregiudizi di genere. Sottolineano l'importanza di un linguaggio inclusivo e rispettoso che metta in risalto le capacità e i risultati degli atleti, indipendentemente dal loro genere. La controversia ha spinto le emittenti e le organizzazioni sportive ad adottare misure severe per affrontare il sessismo nei commenti sportivi.

annuncio

L'articolo continua sotto questo annuncio

In conclusione, le dichiarazioni sessiste dei commentatori italiani del nuoto hanno innescato un’ondata di reazioni violente e richieste di responsabilità. L’incidente sottolinea la necessità di un cambiamento culturale nella cronaca sportiva per garantire pari rappresentanza e giusto trattamento degli atleti. Serve come un invito all’azione per l’industria sportiva per combattere efficacemente il sessismo, promuovere la diversità e creare un ambiente in cui tutti gli atleti possano prosperare ed essere celebrati allo stesso modo.

READ  Il mentore Masami Ihara vede la chiave della difesa di Takehiro Tomiyasu ai Mondiali

Guarda questa storia | Gli atleti maschi ottengono risultati importanti nel nuoto artistico e si assicurano un posto alle Olimpiadi di Parigi 2024

Fornire feedback ci aiuterà a migliorare la tua esperienza.

Ti è piaciuta la lettura? Facci sapere quanto è probabile che lo consiglierai Sport principalmente per i tuoi amici!