Ottobre 22, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Sky Italia sfida l’accordo DAZN-TIM Serie A per motivi antitrust

Una foto del logo del servizio di streaming online DAZN nel suo ufficio a Tokyo, in Giappone, il 21 marzo 2017. La foto è stata scattata il 21 marzo 2017. REUTERS/Kim Kyung-Hoon

MILANO (Reuters) – Sky Italia ha detto martedì di aver presentato ricorso alle autorità italiane garanti della concorrenza contro un accordo tra l’app di trasmissione sportiva DAZN e Telecom Italia (TIM) (TLIT.MI) per lo screening delle partite di calcio.

In un duro colpo a Sky Italia, DAZN a marzo ha acquisito il diritto di visualizzare tutte le partite di calcio della Serie A nelle prossime tre stagioni per 2,5 miliardi di euro (3 miliardi di dollari), e ha anche stretto una partnership di distribuzione con TIM.

Un documento visto da Reuters ha mostrato che TIM coprirà oltre il 40% dei pagamenti annuali che DAZN deve effettuare alla massima serie, poiché scommette sul calcio per promuovere i suoi servizi di banda larga e pay-TV ultraveloci.

Sky Italia, che è di proprietà di Comcast (CMCSA.O) e che ha lanciato i servizi a banda larga in Italia lo scorso anno, ha affermato che l’accordo è “illegittimo” e ha consolidato la già posizione dominante di TIM nella banda larga impedendo a DAZN di distribuire partite attraverso altri operatori di telecomunicazioni.

TIM ha dichiarato in una nota che la trasmissione di tutte le partite di Serie A è stato un passo importante per promuovere la digitalizzazione in Italia e ha accusato Sky, che distribuisce alcuni dei suoi contenuti via satellite, di aver cercato di ritardare la trasformazione digitale del Paese.

Il mese scorso l’amministratore delegato di TIM, Luigi Gobitossi, ha dichiarato agli analisti che, in base all’accordo con DAZN, TIM è l’unica società di telecomunicazioni in grado di offrire un abbonamento al servizio di streaming sportivo.

READ  Sebastian Vettel sa parlare italiano? Elenco delle lingue che può parlare

All’inizio di questo mese, DAZN ha rifiutato un’offerta di 1,5 miliardi di euro da Sky Italia per ospitare contenuti di app, comprese le partite di Serie A, sulle piattaforme italiane di Sky per i prossimi tre anni, hanno affermato due fonti vicine alla questione. Leggi di più

Fonti hanno riferito a Reuters che anche altri concorrenti di Telecom Italia si sono lamentati con l’autorità di vigilanza sulla concorrenza italiana per la partnership tra l’ex monopolio telefonico e DAZN.

Martedì la compagnia telefonica italiana Windtre ha invitato le autorità garanti della concorrenza a tutelare il diritto dei consumatori di scegliere dove guardare le partite di calcio, anche sulle piattaforme satellitari.

L’autorità antitrust italiana e DAZN hanno rifiutato di commentare.

Martedì il titolo TIM ha ceduto l’1,35% alla Borsa di Milano, sottoperformando il principale indice azionario italiano (.FTMIB), che ha chiuso in calo dello 0,32%.

(1 dollaro = 0,84 euro)

(Segnalazione di Elvira Polina, Montaggio di Valentina Za)

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.