Maggio 24, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Scoperta di batteri legati al cancro alla prostata vista come una potenziale svolta | Cancro alla prostata

Gli scienziati hanno scoperto un batterio collegato al cancro alla prostata al lavoro che è stato visto come una potenziale rivoluzione nella prevenzione e nel trattamento della forma più mortale della malattia.

I ricercatori guidati dall’Università dell’East Anglia hanno eseguito complesse analisi genetiche sull’urina e sul tessuto prostatico di oltre 600 uomini con e senza cancro alla prostata e hanno trovato cinque tipi di batteri legati alla rapida progressione della malattia.

Lo studio non dimostra che i batteri causino o esacerbano il cancro alla prostata, ma se il lavoro ora in corso conferma il suo ruolo, i ricercatori potrebbero sviluppare test per identificare gli uomini a maggior rischio e, eventualmente, trovare antibiotici per evitare che il cancro uccida migliaia di vite ogni anno.

Il dottor Hayley Luxton, dell’Università della prostata, ha dichiarato: “Questa è una scoperta entusiasmante che rivoluzionerà il trattamento per gli uomini”. cancro Regno Unito, che ha cofinanziato la ricerca.

Scrivendo sulla rivista Tumori urologici europeiIn questo articolo, gli scienziati descrivono come le loro indagini genetiche abbiano trovato cinque tipi di batteri – tre nuovi per la scienza – legati al cancro alla prostata avanzato. Gli uomini che avevano uno o più tipi nelle urine, nella prostata o nel tessuto tumorale avevano 2,6 volte più probabilità di vedere il cancro allo stadio iniziale che progrediva verso una malattia avanzata rispetto agli uomini che non lo facevano.

È possibile che i batteri non siano coinvolti nella malattia, ha affermato lo scienziato senior Colin Cooper, professore di genetica del cancro all’Università dell’East Anglia. Ad esempio, gli uomini con un cancro alla prostata più aggressivo possono avere un sistema immunitario compromesso che consente a determinati batteri di prosperare. Ma i ricercatori sospettano fortemente che siano coinvolti i microbi, proprio come l’infezione da Helicobacter pylori Aumenta il rischio di cancro allo stomaco.

READ  Studio: I linfociti T del comune raffreddore possono fornire protezione da COVID-19

“Se si sa per certo che un tipo di batterio provoca il cancro alla prostata, si può fare un antibiotico per rimuoverlo e ciò impedirà la sua progressione, si spera”, ha detto Cooper. Ma ha avvertito che questo non è così semplice come sembra. Ci sono molte complicazioni. Gli antibiotici non raggiungono molto bene la prostata e dovrai scegliere un antibiotico che uccida solo alcuni batteri”.

Sebbene il cancro alla prostata sia la forma più comune della malattia riscontrata negli uomini, in molti casi i pazienti muoiono a causa della malattia piuttosto che per essa. Le forme più aggressive di cancro alla prostata colpiscono ogni anno circa 12.000 persone nel Regno Unito.

La professoressa Rosalind Ellis, genetista del cancro nello studio a Istituto di ricerca sul cancro A Londra, ha detto che è stato un “risultato molto eccitante” di trovare “nuovi microrganismi” nei casi di cancro alla prostata. “Non è ancora noto se sia causale, ma se può essere dimostrato, abbiamo un potenziale percorso per la prevenzione”, ha affermato. “Il modo in cui potremmo essere in grado di dimostrarlo è ricercare per vedere se questi organismi non sono stati trovati in campioni di prostata che non avevano il cancro”.

Le informazioni genetiche sui microbi hanno già permesso agli scienziati di ricostruire come potrebbero comportarsi nel corpo, comprese le tossine e altre sostanze che potrebbero rilasciare. Ciò li ha portati a sviluppare una mezza dozzina di ipotesi su come gli insetti potrebbero causare il cancro alla prostata.

“Attualmente non disponiamo di un modo affidabile per identificare i tumori della prostata gravi e questa ricerca può aiutare a garantire che gli uomini ricevano il trattamento giusto per loro”, ha aggiunto Luxton.

“Se il team può dimostrare che questi batteri appena identificati non solo possono predire il cancro alla prostata, ma effettivamente causarlo, potremmo essere in grado di prevenire il cancro alla prostata per la prima volta. Questa sarebbe una svolta importante che potrebbe salvare migliaia di vite ogni anno.”