Maggio 16, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Scienziati: la luna di Giove Europa potrebbe avere acqua dove potrebbe esistere la vita | Giove

Pozze sotterranee di acqua salata potrebbero essere comuni sulla luna di Giove, Europa, secondo i ricercatori che ritengono che i siti potrebbero essere siti promettenti per la ricerca di segni di vita extraterrestre.

La prova di pozzanghere poco profonde, non molto al di sotto della superficie ghiacciata della luna gioviana, è emersa quando gli scienziati hanno notato che gigantesche creste parallele che si estendono per centinaia di miglia sull’Europa erano sorprendentemente simili alle caratteristiche della superficie rilevate sulla calotta glaciale della Groenlandia.

Se le vaste creste di ghiaccio che attraversano l’Europa si formassero in modo simile a quelle della Groenlandia, sacche di acqua sotterranea potrebbero essere onnipresenti nel corpo e aiutare a distribuire sostanze chimiche vitali dalla crosta di ghiaccio all’oceano salato che si nasconde lontano.

“L’acqua liquida vicino alla superficie della crosta di ghiaccio è davvero un luogo provocatorio e promettente per immaginare la vita dopo aver preso un proiettile”, ha affermato Dustin Schroeder, assistente professore di geofisica alla Stanford University. “L’idea che potremmo trovare una firma che suggerisca una promettente sacca d’acqua come questa, penso, è molto eccitante”.

Europa è larga 2.000 miglia, leggermente più piccola della luna terrestre. È diventato uno dei principali contendenti nella ricerca della vita altrove quando le osservazioni dei telescopi terrestri e della sonda spaziale in transito hanno trovato prove di un oceano profondo da 10 a 15 miglia sotto la sua superficie ghiacciata.

Si stima che l’oceano di Europa sia profondo da 40 a 100 miglia, quindi anche se è un quarto della larghezza della Terra, può contenere il doppio dell’acqua di tutti gli oceani della Terra messi insieme.

READ  Lancio del telescopio spaziale James Webb: aggiornamenti in tempo reale

Nonostante tutto ciò che si sa su Europa, le immagini del corpo congelato hanno sollevato misteri di vecchia data. Il primo è la presenza di ampi doppi bordi che ricoprono la superficie come cicatrici. Le creste possono essere alte fino a 300 metri (1.000 piedi) e sono separate da valli larghe mezzo miglio.

Il team della Stanford University ha iniziato con una presentazione accademica su Europa menzionata intriganti diploidi. Le immagini delle caratteristiche hanno ricordato agli scienziati un doppio bordo molto più piccolo che hanno osservato nel nord-ovest della Groenlandia. Armati di radar e altre osservazioni delle colline della Groenlandia, hanno deciso di capire come si sono formati.

“Sulla calotta glaciale della Groenlandia, c’è una caratteristica di piccole doppie creste che sono molto simili a quelle che vediamo sulla superficie della luna di Giove Europa”, ha affermato Riley Culberg, dottorando e geofisico alla Stanford University. “E l’eccitante motivo per cui abbiamo avuto questo vantaggio analogico in Groenlandia è che abbiamo cercato di capire cosa rende i doppi speroni in Europa per circa 20 anni”.

Scrivere Comunicazioni sulla naturaI ricercatori hanno descritto come le doppie creste di ghiaccio della Groenlandia, che sono circa 50 volte più piccole di quelle in Europa, si sono formate quando pozze di acque sotterranee poco profonde si sono congelate e hanno rotto ripetutamente la superficie, le creste in costante aumento. “È come quando metti una lattina nel congelatore ed esplode. Questo tipo di pressione è ciò che spinge verso l’alto i bordi della superficie”, ha detto Kohlberg.

In Groenlandia, l’acqua defluisce nelle sacche sotterranee dei laghi superficiali, ma in Europa gli scienziati sospettano che l’acqua liquida venga spinta verso la superficie dall’oceano sottostante attraverso le fratture nella crosta di ghiaccio.

Hanno aggiunto che questo movimento dell’acqua potrebbe aiutare a distribuire le sostanze chimiche essenziali per la vita nell’oceano d’Europa.

È “ragionevole” che i bordi di Europa siano stati formati dalla pressione dell’acqua verso l’alto, ha affermato Michael Manga, professore di scienze della Terra e planetarie all’Università della California, a Berkeley, che non è stato coinvolto nella ricerca.

Ma le domande restano. “Mi chiedo perché le caratteristiche siano così piccole sulla Terra”, ha detto. Mentre la maggiore gravità della Terra potrebbe spiegare perché le colline sono più basse qui che in Europa, non è chiaro il motivo per cui anche le valli tra di loro si restringono.

Nasa Missione Clipper EuropaPrevisto per il lancio nel 2024, dovrebbe far luce su come si formano i doppi speroni mentre effettua un’indagine dettagliata della luna di Giove e indaga se ospita condizioni adatte alla vita.