Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Saipem lancia una call da 2 miliardi di euro e vende asset in bailout

Il logo Saipem appare sul ponte della nave di perforazione in acque profonde Saipem 10000 nel porto di Genova, 19 novembre 2015. REUTERS/Alessandro Garofalo

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

  • Gli investitori core e le banche offrono 1,5 miliardi di euro
  • Cerca di raccogliere 1,5 miliardi di euro in vendite di asset
  • Le banche organizzano più di 2 miliardi di euro in linee di credito

MILANO (Reuters) – Saipem (SPMI.MI) lancerà quest’anno un aumento di capitale di 2 miliardi di euro (2,2 miliardi di dollari) e venderà asset per aiutare a finanziare un piano di turnaround per riportare sul mercato il gruppo italiano di servizi energetici in difficoltà.

La società ha sbalordito gli investitori a gennaio quando ha ridotto i suoi profitti di 1 miliardo di euro a causa del significativo deterioramento dei margini di alcuni contratti, inclusi i contratti eolici offshore, facendo scendere le azioni.

Saipem, che è controllata dal gruppo energetico Eni (ENI.MI) e dall’istituto di credito statale CDP, ha dichiarato venerdì che i suoi investitori core e le sue banche forniranno 1,5 miliardi di euro di aumento di capitale, confermando quanto riferito a Reuters questa settimana da fonti. Per saperne di più

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Eni e CDP, legati da un patto parasociale, raccoglieranno 645 milioni di euro mentre le banche finanzieranno 855 milioni di euro per far fronte al fabbisogno immediato di liquidità.

“Il finanziamento a breve termine di 1,5 miliardi di euro sarà disponibile entro il 31 marzo, il che è relativamente positivo”, ha affermato il broker Jefferies.

READ  Insegne autosportive con Ducati

Saipem, assistita da Rothschild, prevede di raccogliere oltre 1,5 miliardi di euro in vendite di asset, inclusa l’esplorazione a terra, mentre conduce “trattative esclusive con un importante operatore internazionale”.

Nel suo nuovo piano per il 2025, Saipem ha affermato che taglierà i costi e si concentrerà maggiormente sulle attività di ingegneria e costruzioni offshore legacy poiché prevede una crescita media dell’8% fino al 2025, soprattutto in Medio Oriente e Africa.

I progetti di gas e GNL saranno al centro delle attività onshore in un momento in cui la corsa globale per assicurarsi più risorse di petrolio e gas dopo l’invasione russa dell’Ucraina potrebbe portare ai principali punti di forza di Saipem.

“Il piano non prevede l’ottenimento di nuovi contratti in Russia”, ha aggiunto, aggiungendo che i quattro progetti del Paese in portafoglio ammontano a 1.966 miliardi di euro.

Ripensamento verde

La transizione energetica rimarrà al centro dell’attenzione, ma il gruppo terrà a freno le ambizioni per i prossimi due anni concentrandosi sul business eolico offshore a basso rischio. Quindi utilizzerà partnership strategiche per aiutarla a far crescere il suo portafoglio.

Saipem, leader di mercato nell’E&C sottomarino, ha cercato di sviluppare nuove linee di business per soddisfare la crescente attenzione dei clienti alle tecnologie verdi, incluso l’eolico offshore.

Ma gli analisti affermano che l’energia rinnovabile richiede un diverso insieme di competenze per garantire il tipo di rendimento che Saipem ha guadagnato dalla sua attività tradizionale.

Gli utili core rettificati dovrebbero raggiungere oltre 500 milioni di euro quest’anno dopo aver perso più di 1 miliardo di euro nel 2021.

La società ha dichiarato che tornerà alla generazione di cassa tra il 2023 e il 2024 con circa 700 milioni di euro in contanti previsti nel 2025.

READ  Sondaggio Reuters: le azioni europee dovrebbero mantenersi a livelli record

Le banche predisporranno inoltre una nuova linea di credito revolving fino a 1 miliardo di euro con l’avvio delle linee di call cash e firma bilaterale per circa 1,35 miliardi di euro.

I coordinatori globali che si sono assicurati la chiamata in contanti includono BNP Paribas, Citi, Deutsche Bank, HSBC, Intesa Sanpaolo e UniCredit.

Le azioni di Saipem, che sono scese di oltre il 40% dall’inizio dell’anno, sono aumentate dell’1,7% alle 0840 GMT. (1 dollaro = 0,9070 euro)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

Lo riferisce Stephen Geox. Montaggio di Agnieszka Flak e Keith Weir

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.