Maggio 22, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Quando i medici non possono prendersi vere e proprie pause dal lavoro, il sistema sanitario ne soffre: le dosi

Quando i medici non possono prendersi vere e proprie pause dal lavoro, il sistema sanitario ne soffre: le dosi

Un sondaggio ha dimostrato che i medici hanno difficoltà a prendersi una pausa a tempo pieno dai loro lavori ad alto stress. Anche quando lo fanno, spesso continuano a lavorare durante le vacanze.

Wolfgang Kahler/LightRocket tramite Getty Images


Nascondi didascalia

Attiva/disattiva didascalia

Wolfgang Kahler/LightRocket tramite Getty Images

Un sondaggio ha dimostrato che i medici hanno difficoltà a prendersi una pausa a tempo pieno dai loro lavori ad alto stress. Anche quando lo fanno, spesso continuano a lavorare durante le vacanze.

Wolfgang Kahler/LightRocket tramite Getty Images

Qualche settimana fa ho fatto una vacanza con la mia famiglia. Abbiamo fatto escursioni nei parchi nazionali dello Utah meridionale ed ero felice di staccare la spina.

Sono un medico di famiglia, quindi prendersi una pausa dal lavoro significa non vedere i pazienti. Ciò significa anche non rispondere ai messaggi dei pazienti o controllare la posta elettronica di lavoro. Per un’intera settimana ero libero.

Prendermi una vera pausa, senza passare del tempo nascosto davanti al computer per effettuare ordini di prescrizione, mi ha fatto sentire ringiovanito e pronto a prendermi cura dei miei pazienti al mio ritorno.

Ma chiaramente essere un medico che non lavora mentre è in vacanza mi colloca nella minoranza dei medici americani.

Ricerca pubblicata in La rete JAMA è aperta Quest’anno ho deciso di determinare esattamente come i medici utilizzano le loro ferie e quali potrebbero essere le implicazioni per il personale sanitario che soffre di burnout e insoddisfazione e per i medici che pensano di lasciare la medicina.

“Esiste un forte business case per sostenere la possibilità di prendersi del tempo libero”, afferma. La dottoressa Christine Sinski, autore principale dell’articolo. “Il burnout è molto costoso per le organizzazioni”.

I ricercatori hanno intervistato 3.024 medici, parte di un gruppo Gruppo dell’Associazione Medica Americana Progettato per rappresentare la forza lavoro medica americana. Hanno scoperto che il 59,6% dei medici americani prende 15 giorni o meno di ferie all’anno. Si tratta di un po’ di più della media americana: la maggior parte dei lavoratori che hanno lavorato per un anno o più guadagnano nel frattempo 10 e 14 giorni di ferie retribuiteSecondo il Bureau of Labor Statistics degli Stati Uniti.

Tuttavia, la maggior parte dei medici non lo accetta VERO vacanza. Oltre il 70% dei medici intervistati ha dichiarato di svolgere un tipico giorno libero.

“Ho sentito i medici riferirsi al PTO come ‘tempo libero retribuito'”, dice Sinsky, riferendosi all’acronimo che sta per “tempo libero retribuito”.

Sinsky e i suoi colleghi hanno scoperto che i medici che prendevano più di tre settimane di ferie all’anno avevano tassi di burnout più bassi rispetto a quelli che prendevano meno ferie, perché Il tempo delle vacanze è associato al benessere e alla soddisfazione lavorativa.

E tutti quei medici che lavorano duramente in vacanza, seduti in piscina con i loro laptop? Sinsky afferma che ciò avrà gravi conseguenze per l’assistenza sanitaria.

READ  Il Cancer Center dell’Università di Cincinnati sta cercando di arruolare pazienti per uno studio sul vaccino contro il cancro al pancreas

Il burnout del medico è associato a Elevato turnover del lavoro E Costi sanitari eccessivitra gli altri problemi.

Tuttavia, potrebbe essere difficile cambiare la cultura del maniaco del lavoro in medicina. Gli autori dello studio hanno ammesso addirittura di aver lavorato anche loro durante le vacanze.

“Ricordo quando fu pubblicato uno dei nostri primi articoli sul benessere”, afferma. Dottor Colin West, coautore del nuovo studio e ricercatore sul personale sanitario presso la Mayo Clinic. “Ho risposto alle recensioni in una baita familiare nel Minnesota settentrionale mentre ero in vacanza.”

Sinsky fu d’accordo. “Non mi prendo tutte le vacanze, il che trovo sia una deliziosa ironia dell’intera faccenda”, dice.

È vicepresidente dell’American Medical Association per la soddisfazione professionale. Se non puoi prenderti una vera vacanza, c’è qualche speranza per il resto di noi?

Ho intervistato sei miei colleghi medici e ho parlato in modo informale con diversi amici e colleghi per scoprire perché è così difficile prendersi una pausa. Qui offro alcune teorie sul motivo per cui i medici sono incapaci di prendersi del tempo libero.

Non vogliamo fare più lavoro per i nostri colleghi

Autori dello studio in La rete JAMA è aperta Non ho esplorato esattamente che tipo di lavoro svolgono i medici in vacanza, ma i medici con cui ho parlato avevano alcune idee.

“Se non sto facendo nulla, ordinerò un po’ la mia posta elettronica”, dice. Jocelyn Fitzgerald, un uroginecologo dell’Università di Pittsburgh che non è stato coinvolto nello studio. “Trovo anche che alcune riunioni virtuali ad alta priorità a volte si intromettano nelle mie vacanze.”

Anche se i medici non sono programmati per visitare i pazienti, c’è sempre molto lavoro da fare: gestire le emergenze, le ricariche, le pratiche burocratiche. Per molti di noi, la cartella clinica elettronica (EMR) è un accesso facile L’implacabile task managerfornendo un flusso quasi continuo di compiti burocratici.

Quando vado in vacanza, i miei colleghi medici di base fanno questo lavoro per me, e io faccio lo stesso per loro.

Ma a volte può sembrare chiedere molto, soprattutto quando i colleghi svolgono questo lavoro oltre al loro normale carico di lavoro.

“Finisci per mettere le persone in una situazione difficile, chiedendo loro favori, e loro… [feel they] “Devo ripagarlo”, dice Jay Sherri Allenmedico di famiglia e ricercatore di medicina preventiva presso la Mayo Clinic.

Dice che nel suo studio c’è un “medico diurno” che copre tutte le chiamate e i messaggi urgenti, il che aiuta a ridurre parte del senso di colpa che prova nel prendersi del tempo libero.

Tuttavia, le vengono lasciati compiti non urgenti da completare al suo ritorno. Dice che di solito accede alla cartella clinica elettronica quando è in vacanza, così i compiti non si accumulano al suo ritorno. Se non lo fa, Allen stima che ci saranno circa otto ore di pratiche burocratiche ad aspettarla dopo circa una settimana di vacanza.

READ  Perché ora vengono scoperte così tante lune di Saturno?

“Non consiglio affatto la mia strategia”, afferma Allen. Ma “Preferirei questo piuttosto che tornare nella tempesta perfetta”.

Abbiamo una certa flessibilità riguardo a quando prendere le ferie

Lauren WotenResidente in pediatria presso l’Università della California, a San Francisco, afferma di prendersi il 100% del suo tempo libero. Ma ci sono molte condizioni su come usarlo esattamente.

Deve affrontarlo nel corso di due settimane – “è un periodo molto lungo”, dice – ed è difficile cambiare il programma una volta che gli specializzandi anziani hanno fissato i suoi appuntamenti.

“A volte vorrei avere del tempo libero nel mezzo di due cicli molto difficili dal punto di vista emotivo come il ciclo di terapia intensiva e il ciclo di oncologia”, dice, riferendosi all’unità di terapia intensiva. “Non possiamo davvero controllare i nostri programmi a questo punto della nostra carriera.”

Una volta che Wooten finirà la sua specializzazione e diventerà medico curante, probabilmente avrà più indipendenza durante il suo tempo libero, ma non necessariamente molto di più.

“In genere dobbiamo sapere quando le nostre vacanze sono con largo anticipo, perché i pazienti prenotano un appuntamento con noi con largo anticipo”, afferma Fitzgerald, MD, ginecologo.

Prendersi una vacanza significa rinunciare a un potenziale stipendio

Molti medici vengono pagati in base al numero di pazienti che visitano o alle procedure che completano. Se si prendono una pausa dal lavoro, guadagnano meno soldi.

“Le vacanze sono soldi dal tuo tavolo”, afferma West, il ricercatore sul benessere clinico. “Le persone hanno difficoltà a scendere dal tapis roulant.”

Un 2022 Sintesi della ricerca dell’American Medical Association Si stima che oltre il 55% dei medici americani venga pagato almeno in parte in base alla “produttività”, anziché guadagnare un importo fisso indipendentemente dal numero di pazienti. Ciò significa che più pazienti i medici inseriscono nella loro agenda, più soldi guadagnano. Andare in vacanza può ridurre la paga da portare a casa.

Ma West sostiene che sia importante bilanciare i benefici finanziari derivanti dal saltare le vacanze con i rischi di esaurimento derivanti dal lavorare troppo.

Il burnout dei medici è associato non solo ad un aumento dei costi sanitari, ma anche a tassi più elevati di errori medici. In uno Un ampio sondaggio tra i chirurghi americaniAd esempio, i chirurghi che sperimentavano il burnout avevano maggiori probabilità di riferire di essere stati coinvolti in un grave errore medico. (Non è chiaro in che misura la fatica abbia causato gli errori o se gli errori abbiano causato la fatica.)

I medici pensano di essere gli unici a poter fare il loro lavoro

Quando vado in vacanza, i miei colleghi visitano i miei pazienti per me. Lavoro in un piccolo studio, quindi conosco bene gli altri medici e confido che i miei pazienti saranno in buone mani mentre sono via.

READ  Cosa rende questi piccoli “orsi d’acqua” così resistenti? Riparano rapidamente il DNA rotto.

Ma cedere questo controllo ai colleghi può essere difficile per alcuni medici, soprattutto quando si tratta di pazienti impegnativi o di grandi progetti di ricerca.

“Penso che dobbiamo imparare a fidarci di più dei nostri colleghi”, afferma. Uday Shah, un medico di malattie infettive presso la Mayo Clinic. “Non è necessario eseguire la microgestione di ogni diapositiva in PowerPoint, va bene.”

L’assistenza sanitaria si sta muovendo verso un modello basato sul team e si sta allontanando da una cultura in cui un singolo medico è responsabile di tutto, afferma West, ricercatore sul benessere. Aggiunge che potrebbe essere difficile per alcuni medici accettare aiuto.

“Potresti essere un neurochirurgo, e domani dovresti andare in vacanza e operare un paziente. Ci sono complicazioni o rischio di complicazioni, e sei tu quello che ha una relazione con quella famiglia,” West dice. “È molto difficile per noi dire: ‘Sei in buone mani con il resto della mia squadra.’

Ciò di cui i medici hanno bisogno, dice West, è “un po’ di un complesso di Dio”.

Non abbiamo altri interessi oltre alla medicina

Shah, un medico di malattie infettive Pubblica spesso meme sarcastici su X (precedentemente noto come Twitter) sulla cultura della medicina. Staccare la spina mentre è in vacanza è uno dei suoi argomenti preferiti, anche se fatica a seguire i suoi stessi consigli.

La sua raccomandazione ai medici è di dedicarsi a un hobby, così possiamo trovare qualcosa di meglio da fare che lavorare tutto il tempo.

“Smettila di prenderti così sul serio”, dice. Shah sostiene che la formazione medica è così affollata che molti medici trascurano di sviluppare interessi diversi dalla medicina. Quando i medici completamente formati finiscono la loro formazione, dice, non sanno cosa fare con la loro ritrovata libertà.

Dopo aver completato la sua formazione qualche anno fa, Shah si è impegnato a dedicarsi a nuovi hobby, come ballare la salsa. Ha in programma di andare al festival degli aquiloni l’anno prossimo.

Shah ha anche dato la priorità al lungo viaggio dal Minnesota per vedere la sua famiglia in India almeno due volte l’anno, un viaggio che richiedeva un lungo periodo di assenza dal lavoro. Ha in programma un viaggio lì questo mese.

“Questa è la prima volta in 11 anni che viaggio in India in estate per poter ottenere i mango a maggio”, che è la stagione di massima crescita del frutto, afferma Shah.

Il pediatra di Wooten è d’accordo. Lavora duramente per sviluppare una vita piena al di fuori della sua carriera.

“Durante la nostra istruzione secondaria e medica, penso che siamo stati indottrinati a mettere le istituzioni al di sopra di noi stessi”, aggiunge Wooten. “Ci vuole lavoro per superare questo problema”.

Mara Gordon è un medico di famiglia a Camden, nel New Jersey, e collabora con NPR. È su X come @MaraGordonMD.