Settembre 25, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Qantas prevede di riprendere i voli internazionali nonostante la perdita di $ 1,7 miliardi

Qantas prevede di riavviare alcuni viaggi internazionali prima di Natale dopo aver registrato una perdita al netto delle imposte di $ 1,7 miliardi per l’anno fiscale.
Il Compagnie aeree australiane Duramente colpito dalle restrizioni sui viaggi per il COVID-19, ha affermato oggi che la sua principale perdita al lordo delle imposte per lo scorso anno fiscale è stata di $ 1,83 miliardi e la perdita legale è stata di $ 2,35 miliardi.

La compagnia aerea ha stimato l’impatto sulle entrate della pandemia di COVID-19 a circa 12 miliardi di dollari.

Qantas ha registrato un’altra enorme perdita finanziaria a causa della sospensione dei voli durante la pandemia di coronavirus. (PAA)

“Questa perdita mostra l’impatto di un anno intero di chiusure delle frontiere internazionali e più di 330 giorni di restrizioni ai viaggi nazionali sulla compagnia di bandiera”, ha affermato Alan Joyce, CEO di Qantas.

“Le condizioni commerciali erano francamente diaboliche”.

Ma il signor Joyce ha affermato che, nonostante le difficili condizioni commerciali, Qantas stava pianificando di riprendere i voli nazionali e alcuni voli internazionali quando verranno raggiunti obiettivi più elevati per la vaccinazione contro il COVID-19.

“Ovviamente spetta al governo esattamente come e quando riaprire i nostri confini internazionali, ma con l’Australia sulla buona strada per raggiungere l’80% approvato dal governo nazionale entro la fine dell’anno, dobbiamo pianificare in anticipo quello che sarà la complessità della ripartenza».

Qantas prevede di riprendere alcune rotte internazionali entro la fine del 2021. (nove)

Qantas ha affermato che le rotte iniziali pianificate erano verso destinazioni con alti tassi di vaccinazione contro il coronavirus, con la ripresa dei voli entro metà dicembre 2021.

Includono Singapore, Stati Uniti, Giappone, Regno Unito e Canada.

Si prevede inoltre che la bolla dei viaggi in Nuova Zelanda riprenderà in qualche modo entro la metà di dicembre.

CEO di Qantas, Alan Joyce
Il CEO di Qantas, Alan Joyce, ha affermato che le condizioni commerciali della compagnia aerea nell’ultimo anno fiscale sono state “diaboliche”. (Janey Barrett)

La compagnia aerea ha affermato che spera di rilanciare i suoi voli per Hong Kong a febbraio, con il resto della rete internazionale Qantas e Jetstar prevista per l’apertura da aprile 2022, con una capacità in graduale aumento.

Ma i voli Qantas verso le principali città dei paesi con bassi tassi di vaccinazione saranno rinviati ad aprile 2022.

Includono alcuni dei luoghi preferiti dai turisti australiani come Bali, Jakarta, Manila, Bangkok, Phuket, Ho Chi Minh City e Johannesburg.

Qantas afferma che, data la prevista elevata domanda da parte degli australiani per i voli per Londra, sta valutando la possibilità di trasformare Darwin in un nuovo punto di transito.

Questo piano è motivato in parte dalle dure politiche di confine dell’Australia occidentale.

Qantas non prevede di riprendere i voli per Bali in Indonesia e altre destinazioni con bassi tassi di vaccinazione fino ad aprile 2022. (Bloomberg via Getty Images)

“La compagnia aerea sta indagando sull’uso di Darwin come punto di transito, che è stato il principale punto di ingresso di Qantas per i voli di rimpatrio, in alternativa (o in aggiunta) al suo attuale hub di Perth, date le politiche conservatrici sui confini dell’Australia occidentale”, una dichiarazione leggere.

Nel mercato interno, Qantas ha sopportato un anno che inizialmente si era fermato.

Qantas e la compagnia aerea a basso costo Jetstar operavano vicino alla loro capacità domestica pre-pandemia a maggio, quando i confini statali erano aperti.

Ma è stato nuovamente costretto a interrompere i voli quando il New South Wales e Victoria hanno chiuso i battenti quando hanno messo a terra 2.500 dipendenti.

READ  Cosa potrebbe accadere al KRI Nanggala nei suoi ultimi momenti?