Dicembre 6, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Netanyahu sottolinea il suo rifiuto delle richieste di cessate il fuoco e afferma che Israele “rimarrà fermo contro il mondo, se necessario” per sconfiggere Hamas.

Netanyahu sottolinea il suo rifiuto delle richieste di cessate il fuoco e afferma che Israele “rimarrà fermo contro il mondo, se necessario” per sconfiggere Hamas.

Benjamin Netanyahu ha intensificato il suo rifiuto delle crescenti richieste internazionali per un cessate il fuoco a Gaza, a meno che Hamas non rilasci i circa 240 ostaggi israeliani rapiti il ​​7 ottobre.

Il primo ministro israeliano ha affermato che il suo Paese “non ha alternativa alla vittoria” nella battaglia contro il movimento armato palestinese e che “non si fermerà” finché la “missione” nella Striscia assediata non sarà completata.

“Sconfiggeremo Hamas e restituiremo i nostri prigionieri. “Non ci fermeremo finché la missione non sarà completata”, ha detto Netanyahu ai giornalisti sabato.

Il leader israeliano ha anche dichiarato la sua volontà di “resistere fermo contro il mondo, se necessario” per sconfiggere Hamas, ha riferito il Times of Israel.

Netanyahu ha anche escluso che il governo dell’Autorità Palestinese – che ha un controllo amministrativo parziale sulla Cisgiordania – governerà la Striscia di Gaza una volta finita la guerra.

“Ci deve essere qualcos’altro. Non ci sarà alcuna autorità civile che insegni ai suoi figli a odiare Israele, a uccidere gli israeliani e a eliminare lo Stato di Israele”.

Nel suo discorso, Netanyahu ha anche messo in guardia il gruppo libanese Hezbollah, sostenuto dall’Iran, dall’interferire nell’escalation del conflitto.

“Questo sarà l’errore della vostra vita”, ha detto riferendosi a Hezbollah che trascina il Libano in una potenziale guerra.

Gli Stati Uniti e la Francia si uniscono alle richieste affinché Israele smetta di bombardare i civili

Nel frattempo, il consigliere senior di Netanyahu, Mark Regev, ha confermato che le forze israeliane stanno combattendo “alla periferia” dell’ospedale Al-Shifa di Gaza City.

Il consigliere senior del primo ministro israeliano Mark Regev ha affermato che la principale base di comando e controllo di Hamas si trova nei tunnel sotto la struttura medica, motivo per cui l’esercito israeliano ha trasformato il più grande ospedale di Israele in un “sito militare”.

READ  Continuano i ritardi dei treni di Sydney; Sconto Victoria Energy $ 250; John Barillaro lascia il suo lavoro d'affari a New York. Continuano le ricadute sul diritto all'aborto negli Stati Uniti; I colloqui commerciali dell'UE con Anthony Albanese devono essere accelerati

“Alla fine, l’ospedale di Shifa è stato convertito in un sito militare perché sotto di esso c’è una base principale di comando e controllo di Hamas”, ha detto Regev.

“Da lì, c’è una rete di tunnel che si estende letteralmente per chilometri e chilometri sottoterra come parte della loro macchina terroristica sotterranea”.