Agosto 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’italiano Leonardo conferma la guida mentre la spesa per la difesa aumenta

Il logo Leonardo è visibile durante le celebrazioni del 500° Eurofighter Typhoon prodotto dall’Unione Europea all’aeroporto di Caselle a Torino, in Italia, l’11 aprile 2017. REUTERS/Stefano Rellandini

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

ROMA, 28 luglio (Reuters) – L’italiana Leonardo (LDOF.MI) ha confermato giovedì la sua previsione per l’intero anno sulla scia dell’aumento dei margini di profitto e degli ordini in aumento in tutte le sue divisioni mentre la domanda globale di armi è aumentata dopo l’invasione russa dell’Ucraina. .

I nuovi ordini sono cresciuti del 9,4% su base annua a 7,3 miliardi di euro (7,4 miliardi di dollari) nei primi sei mesi dell’anno, con volumi in aumento in modo significativo in tutte le sue aree di business, nonostante “nessun ordine jumbo”, ha affermato il gruppo. Una dichiarazione.

“L’aumento della domanda di sicurezza associata all’attuale contesto geopolitico crea opportunità positive per il settore della difesa”, ha aggiunto Leonardo, anche se ha avvertito che le questioni relative alla catena di approvvigionamento e al mercato del lavoro potrebbero essere difficili.

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

L’utile prima di interessi, tasse e ammortamenti (EBITA) è aumentato del 4,5% a 418 milioni di euro nel periodo fino a giugno.

L’incremento dell’EBITA è stato superiore dell’11,8% rispetto al valore di rivalutazione imputabile a spese e oneri ricorrenti che il gruppo ha dovuto affrontare a causa dell’emergenza Covid.

“Oltre alla positiva performance economica e finanziaria del primo semestre, (Leonardo) ha finalizzato importanti operazioni strategiche a lungo termine”, ha affermato l’amministratore delegato Alessandro Propumo, citando l’acquisizione della tedesca Hensoldt (HAGG.DE) e la quotazione della unità statunitense . DRS

READ  Tropic, produzione del teatro di Cairns, ora con la migrazione italiana all'estremo nord

Il gruppo a controllo statale ha dichiarato di aspettarsi nuovi ordini per 15 miliardi di euro e ricavi compresi tra 14,5 e 15 miliardi entro la fine del 2022.

L’EBITA è previsto tra 1,18 miliardi e 1,22 miliardi e il free cash flow dovrebbe raddoppiare a circa 500 milioni di euro entro la fine di dicembre. ($ 1 = 0,9842 euro)

Iscriviti ora per l’accesso gratuito illimitato a Reuters.com

Reporting di Giulia Segretti, Montaggio di Maria Pia Quaglia e Keith Weir

I nostri standard: Principi di fiducia di Thomson Reuters.