Agosto 9, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’Italia vuole diventare indipendente dal gas russo entro il 2024: rapporto

Nel mezzo della guerra spietata in corso tra Russia e Ucraina, l’Italia punta a essere indipendente dalla dipendenza del gas dalla Russia entro il 2024. L’Italia dovrebbe essere completamente indipendente entro la seconda metà del 2024, ha affermato Roberto Cingolani, ministro per il cambiamento ambientale. Il gas russo, grazie agli sforzi di risparmio sui costi del Paese e ai nuovi fornitori di gas, ha affermato che l’agenzia di stampa italiana Ansa ha affermato: Indipendenza di Kiev segnalato.

Inoltre, a giugno, il colosso energetico russo Gazprom ha tagliato le forniture di gas all’Italia di circa il 15%, senza addurre alcun motivo specifico. Il conglomerato russo, secondo la multinazionale italiana del petrolio e del gas Eni, non ha fornito una giustificazione per la riduzione né un’indicazione di quanto sarebbe durata.

Un portavoce della compagnia energetica italiana ha dichiarato a TASS il 15 giugno: “Eni conferma che Gazprom ha annunciato una riduzione limitata del 15% delle forniture di gas a partire da oggi. Al momento non sono state rese note le ragioni di tale riduzione. Eni monitora costantemente la situazione”.

Nonostante ciò, i funzionari italiani hanno affermato che il paese ha riserve sufficienti per compensare qualsiasi calo delle esportazioni di gas, secondo i media.

La Russia taglia del 20% la capacità di fornitura di gas all’Europa

Nel frattempo, mercoledì 27 luglio, la quantità di gas naturale che scorre attraverso il gasdotto principale dalla Russia all’Europa è stata ridotta al 20% della capacità russa di Gazprom. La Germania sostiene che l’ultimo taglio del Nord Stream 1 della Russia è uno stratagemma politico per aumentare i costi e creare incertezza nel conflitto in Ucraina, riporta l’Associated Press. La Russia ha accusato problemi tecnici per l’ultimo taglio.

READ  Covid Live News: Francia e Italia registrano casi giornalieri; L'esplosione dell'Omigron in Australia si diffonde | Notizie dal mondo

Inoltre, la compagnia energetica statale russa ha rivelato lunedì che avrebbe tamponato ulteriori tagli, sollevando preoccupazioni sul fatto che la Russia possa interrompere completamente il gas nel tentativo di esercitare un’influenza politica sull’Europa. Tuttavia, la società ha attribuito la diminuzione alle riparazioni delle apparecchiature.

Il gas naturale, utilizzato per riscaldare le case e generare elettricità in inverno, ha raggiunto il suo prezzo più alto dall’inizio di marzo. L’aumento dei prezzi dell’energia sta alimentando l’inflazione, riducendo il potere d’acquisto delle persone e sollevando preoccupazioni che l’Europa possa scivolare in recessione se non immagazzina abbastanza gas per sopravvivere all’inverno, ha riferito l’Associated Press.

Per motivi di preoccupazione, martedì i paesi dell’UE hanno deciso di ridurre il consumo di gas naturale per proteggersi da ulteriori interruzioni dell’approvvigionamento russo.

Martedì 26 luglio, il Cremlino ha negato le accuse secondo cui la Russia stava conducendo una “guerra energetica” in Europa e la sua società statale Gazprom ha affermato che stava fornendo all’UE “quanto più gas possibile” in risposta alla domanda. Dmitry Peskov, portavoce del presidente russo Vladimir Putin, ha affermato martedì che è “sbagliato” pensare alle sanzioni come una possibile spiegazione per il calo delle forniture di gas russo all’Europa, secondo i media.

(Immagine: AP)