Agosto 7, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’italiano Di Nora alza le linee guida per il 2022 dopo i salti degli utili di base

Il logo De Nora appare su uno smartphone in questa illustrazione scattata il 13 giugno 2022. REUTERS / Dado Ruvic / Illustrazione

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

MILANO (Reuters) – Giovedì Industrie Di Nora, produttore italiano di elettrodi di nuova quotazione, ha alzato la propria guida a profitti e vendite per l’anno dopo che l’utile core rettificato è più che raddoppiato nel primo semestre.

De Nora, con sede a Milano, il mese scorso ha dovuto affrontare mercati volatili tra inflazione e timori sui tassi di interesse in una rara quotazione sul mercato azionario europeo. Scopri di più Gli investitori di Cornerstone, tra cui l’operatore italiano della rete gas Snam (SRG.MI) ei titolari di ERG (ERG.MI), la famiglia Garrone hanno sostenuto l’offerta pubblica iniziale (IPO).

La società ha affermato che l’EBITDA rettificato è stato di 102 milioni di euro (104 milioni di dollari) nel periodo, rispetto ai 45 milioni dell’anno scorso.

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

“La società prevede di continuare a crescere in tutti i segmenti di business e persegue nuovi obiettivi sfidanti per il 2022”, ha affermato il CEO Paulo Delacha in una nota.

De Nora è stata guidata da ricavi per circa 900 milioni di euro e EBITDA adjusted compreso tra 185 e 195 milioni di euro

In precedenza aveva previsto entrate comprese tra 830 e 880 milioni di euro e utili core rettificati compresi tra 155 e 165 milioni di euro.

Alle 07:40 GMT, le azioni De Nora erano aumentate di oltre il 5% a € 14,49. Ciò si confronta con un prezzo di offerta pubblica iniziale di 13,5 euro per azione, valutando la società a 2,72 miliardi di euro. Leggi di più

READ  La Business Room si riunisce di persona dopo l'orario lavorativo presso la Glenview Chamber

Il gruppo si è detto tra le sei aziende italiane selezionate per partecipare al primo progetto significativo di interesse comune europeo (IPCEI) sull’idrogeno approvato dalla Commissione europea.

Il business delle tecnologie per elettrodi di De Nora, che rappresenta il 55,5% delle vendite, ha generato ricavi per 228 milioni di euro, con un incremento del 57,4% nel periodo.

Le vendite nel settore del trattamento delle acque reflue sono aumentate del 65,9% a 175,7 milioni di euro, che rappresentano il 42,8% delle vendite totali.

La divisione trasmissione di potenza ha registrato nel primo semestre una crescita del 130%, con ricavi per 6,9 milioni di euro.

(1 dollaro = 0,9845 euro)

Registrati ora per ottenere l’accesso illimitato e gratuito a Reuters.com

(Reportage aggiuntivo di Francesca Landini e Francesco Zicini; Redazione di Maria Pia Quaglia e Valentina Za

I nostri criteri: Principi di fiducia di Thomson Reuters.