Marzo 2, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L'imminente vendita della cartiera di Duluth ad una società italiana potrebbe portare ad un'espansione – Duluth News Tribune

L'imminente vendita della cartiera di Duluth ad una società italiana potrebbe portare ad un'espansione – Duluth News Tribune

DULUTH — Ancora una volta, sembra che il nome sulla facciata di una cartiera locale stia per cambiare.

Mercoledì alle 14:30, i dipendenti dello stabilimento di Duluth della ST Paper sono stati informati della possibile vendita dello stabilimento a Sofidel, una multinazionale italiana a capitale privato che è il settimo produttore di carta tissue al mondo.

Bill Broderick, portavoce di ST Paper, ha espresso ottimismo sul fatto che il sostegno fornito dal governo per aiutare a riavviare lo stabilimento chiuso rimarrà costante per tutta la durata dell'accordo previsto, sottolineando che Sofidel intende non solo mantenere la forza lavoro di 80 persone attualmente impiegata nello stabilimento, ma anche costruire A questo numero la struttura amplierà la propria produzione in futuro.

Sofidel, già il secondo produttore di carta igienica in Europa, negli ultimi anni ha fatto progressi nel mercato statunitense, in parte spinto dal fatto che gli americani consumano più prodotti cartacei pro capite di qualsiasi altro paese al mondo. Terra.

La cartiera è stata chiusa dalla sua ex società madre, Verso, nell'estate del 2020.

Ha riaperto nel gennaio 2023, dopo che ST Paper l'ha convertita dalla produzione di carte grafiche spesso utilizzate per riviste e cataloghi alla produzione di carta velina utilizzata per prodotti come asciugamani di carta, tovaglioli e una varietà di articoli da toeletta.

La ST ha ricevuto assistenza sotto forma di un prestito a fondo perduto di 3 milioni di dollari dal Minnesota Investment Fund, legato al suo impegno a mantenere almeno 80 posti di lavoro nello stabilimento di Duluth per almeno 10 anni.

Gary Wargin si china su un rotolo di carta igienica da 4.000 libbre nel negozio ST Paper di Duluth il 16 febbraio 2023.

Jed Carlson/File/Duluth Media Group

La città di Duluth e la contea di St. Louis hanno accettato ciascuna di fornire 600.000 dollari in aiuti per la riduzione delle tasse, anch'essi legati all'occupazione. La città ha poi superato il limite con un ulteriore prestito a fondo perduto di $ 242.000.

READ  Lo storico Niall Ferguson ha messo in guardia gli investitori

Chad Ronchetti, direttore della pianificazione e dello sviluppo economico di Duluth, ha affermato che ci sono buone ragioni per sperare che queste fonti di finanziamento rimangano sicure, finché Sofidel può continuare a creare posti di lavoro.

“La città di Duluth sta lavorando in collaborazione con il Dipartimento per l’occupazione e lo sviluppo economico del Minnesota e con la contea per trasferire tali accordi a Sophiadale. “Abbiamo condotto una revisione finanziaria di Sofidel e in questa fase ci sentiamo a nostro agio”, ha affermato.

Se tutto andrà secondo i piani, l'accordo con Sofidel potrebbe essere pronto per l'esame da parte del Consiglio comunale di Duluth entro il 22 gennaio, ha detto Ronchetti.

La rappresentante del distretto 8A, Liz Olson, DFL-Duluth, ha affermato di ritenere che il sostegno statale allo stabilimento dovrebbe rimanere intatto se Sofidel adempie agli impegni assunti dal suo predecessore, ST Paper.

“Questa non è la prima volta che dobbiamo affrontare un cambio di proprietà di quello stabilimento”, ha detto Olson. “Ma sono incoraggiato dalla prospettiva di più posti di lavoro. Quindi sono cautamente ottimista.”

Lo stabilimento non solo fornisce posti di lavoro nel settore manifatturiero, ma supporta anche il disboscamento e innumerevoli altri fornitori, ha osservato Olson.

Anche Ronchetti è rimasto rialzista.

“Non sono affatto un esperto in materia. Ma da quello che ho capito, il settore in cui la ST Paper ha convertito questo impianto ha una forte domanda di mercato e non credo che la domanda scomparirà”, ha detto. In qualsiasi momento presto. Penso che attrarre un attore importante come Sofidel ad acquistare quella struttura sia una testimonianza dei progressi e della capacità della ST di far perno su questo impianto.

READ  Il rapporto afferma che il varo della lussuosa nave da crociera di lusso è stato ritardato a causa di un pannello antincendio difettoso

“Se si tratta di Sofidel o ST Paper, purché paghino buoni salari e forniscano buoni benefici ai loro lavoratori e contribuiscano a stimolare l'attività economica secondaria e terziaria all'interno della città e della regione, non mi interessa chi sia l'operatore”, ha detto Ronchetti .

La ST Paper, guidata dalla famiglia Tak, ha finanziato circa 50 milioni di dollari del costo di acquisto e conversione della cartiera di Duluth alla produzione di tessuto, ha detto Broderick. Ma ha detto che la vendita in corso non è il risultato di una coercizione.

“Entrambi i partner ritengono che si tratti di una transazione favorevole ed è un piacere che Sofidel venga a Duluth per espandere le proprie attività”, ha affermato.

Broderick ha detto di non avere il diritto di rivelare alcun dettaglio finanziario dell'accordo.

La ST Paper continua a gestire gli stabilimenti di Oconto, Wisconsin, e Franklin, Virginia.

Sebbene Sofidel abbia sede in Italia, la sua sede statunitense è a Filadelfia. Ha anche operazioni locali a Circleville, Ohio; Hattiesburg, Mississippi; Baia Verde, Wisconsin; Enola, Oklahoma; Las Vegas.

In una lettera ai dipendenti di Duluth pubblicata mercoledì, la direzione della ST Paper ha scritto: “Grazie per il vostro duro lavoro e impegno. Il nostro viaggio è stato straordinario e credo che il futuro sia ancora più luminoso. Insieme, abbiamo rivitalizzato questa cartiera e avuto un impatto positivo nostra comunità. Ora stiamo passando il testimone a Hands desiderosi di portare avanti questa eredità e portarla a nuovi livelli”.

Pietro Bassey

Peter Bassi si occupa del governo della città e della contea per il Duluth News Tribune. È entrato a far parte del giornale nell'aprile del 2000, inizialmente come reporter economico, ma nel corso degli anni ha lavorato su diversi fronti.

READ  Opera d'inverno: "Linda de Chamonix" (1842)