Maggio 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

L’esercito degli Stati Uniti scopre che solo un soldato della divisione di fanteria nera nella seconda guerra mondiale è legato a Spike Lee

L'esercito degli Stati Uniti scopre che solo un soldato della divisione di fanteria nera nella seconda guerra mondiale è legato a Spike Lee

Spike Lee, il famoso regista di film come “BlackKkKlansman”, “Malcolm X” e “Do The Right Thing” ha recentemente scoperto di essere imparentato con un soldato di fanteria che ha servito con i “Buffalo Soldiers” oggetto della ricerca . Da un film che ha diretto nel 2008.

Lee ha diretto un adattamento cinematografico del romanzo di James McBride “Miracle in St. Anna”.

Il libro descrive le gesta della 92a divisione di fanteria denominata “Buffalo Soldiers, l’unica divisione di fanteria afroamericana in Europa durante la seconda guerra mondiale, e il vero massacro commesso dai nazisti a Sant’Anna di Stasima, un piccolo villaggio della Toscana ., Italia, secondo il Comunicato stampa della POW/MIA Defense Agency (DPAA).

All’insaputa di Lee, l’esercito degli Stati Uniti è stato in grado di scoprire nel 2021 che il cugino di Lee una volta rimosso, Maceo A. Walker, che era una classe speciale 1 nei Buffalo Soldiers.

Mi ha detto: “Non sapevo cosa pensare”. “È uno scherzo, o cosa? Perché voglio davvero sottolineare che mia nonna, mia madre, mio ​​nonno, nessuno ha mai parlato di mio nonno come fratelli”.

READ  Stelle e strisce - Elenchi di film per il weekend del 16 luglio 16

Il comunicato stampa affermava che Walker era scomparso fino al 1945 quando fu ucciso durante una battaglia vicino al Canale Sinqual.

Otteniamo questo tutto il tempo in cui i membri della famiglia dicono “Non abbiamo mai saputo del membro del servizio”, ha affermato Laurie Jones, specialista in gestione delle vittime di Spike nel ramo di reinsediamento dei conflitti passati dell’esercito! I nostri genitori non ne parlavano mai.” “Dobbiamo provare a mostrare ai membri della famiglia la loro relazione con il membro del servizio, ed è quello che dovevo fare con Spike, e mostrargli i rapporti genealogici in modo che potesse capire come fosse imparentato, perché non credeva di essere imparentato con il membro del servizio”.

“Non ne avevo idea finché non ho ricevuto il messaggio!” Lui mi disse.

Il famoso regista Spike Lee e l’autore di bestseller James McBride si trovano sul carattere gotico in Italia. James ha scritto un libro intitolato “Miracolo a Sant’Anna” per il dipartimento della 92a divisione, “Buffalo Soldiers”, che ha combattuto sulla Linea Gotica durante la seconda guerra mondiale.

Lee e McBride hanno collaborato con Objective per mettere in evidenza i soldati neri che hanno servito coraggiosamente durante la seconda guerra mondiale.

“La 92a era … deve essere stata l’unità nera più famosa della seconda guerra mondiale”, ha detto McBride. Gli storici lo ignorano da anni.

“Ho iniziato a cercare soldati neri in Europa durante la seconda guerra mondiale”, ha continuato McBride. “Certo, mi sono imbattuto in due piloti di Tuskegee, ma se ho guardato un po’ più a fondo, ho continuato a ripercorrere queste storie di uomini della Valle del Serchio che hanno fatto questo e quello e l’altro, e così sono volato in Italia per sei mesi e ho guardato nel libro ed è così che ho scoperto il 92esimo. È solo una storia. Insolito. ”

READ  I cani e la foresta oscura: come i cacciatori di tartufi hanno conquistato un mondo bello e pericoloso | documentari

I Buffalo Soldiers erano una divisione separata, composta principalmente da alti ufficiali bianchi e giovani ufficiali afroamericani. La divisione fu inviata “nell’estate del 1944 sulla Linea Gotica negli Appennini settentrionali, l’ultima grande linea di difesa della Germania contro le forze alleate che si spingevano a nord fino alla penisola italiana. Vi rimasero tutto l’inverno nella loro unica grande operazione – Operazione Fourth Range – che si svolge nel febbraio 1945”, continuava il comunicato stampa.

“Essere in Italia, fare questo film, onorare la 92a divisione ed essere nell’area in cui si è svolta questa battaglia e mio cugino, il soldato Maceo A. Walker, è morto all’età di 20 anni, questo è lo spirito lì”, Egli ha detto. “Non posso spiegarlo in nessun altro modo. Non è solo mio cugino, ma tutti quei fratelli nel 92°, i Buffalo Soldiers, che hanno combattuto per questo paese, che hanno creduto in questo paese, e sono tornati negli Stati Uniti. E noi “Non siamo ancora cittadini. di prima classe”.

Quasi 700 soldati che facevano parte della 92a Divisione furono uccisi in Italia durante la guerra. Lee, McBride e DPAA hanno Stavano lavorando insieme per i 53 “Buffalo Soldiers” ancora dispersi.

“Da allora sono stati identificati solo tre resti. Altri sei gruppi di resti si trovano alla base dell’aeronautica militare di Offutt del DEP e il laboratorio del Nebraska è in attesa di identificazione. Si ritiene che la maggior parte degli altri sia ancora sepolta come non identificata in un cimitero della Commissione archeologica degli Stati Uniti”. In Italia, il soldato Maceo A. Walker è probabilmente uno di questi.

READ  Una benedizione sotto mentite spoglie per Sarri mentre il miglioramento della Lazio punta sull'aumento delle prime quattro

“Quello che penso che questo programma stia cercando di fare è mostrare alle famiglie e mostrare al Paese che teniamo al nostro Paese e che vogliamo esporre queste cose e che siamo disposti a dedicare tempo, spese e soldi”, ha detto McBride. “Tutto ciò che porta quel tipo di storia al pubblico americano è una buona notizia, perché abbiamo bisogno di conoscere la nostra storia in modo da poterci parlare ora. Anche se non sono stato il creatore della storia, sono favorevole perché non si tratta solo di soldati neri. Si tratta di americani che non sanno. “E se non possiamo conoscere la nostra storia, non andremo avanti”.