Settembre 16, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La ripresa guidata dai consumatori dell’Eurozona continua nonostante la recrudescenza del Covid

La ripresa dei casi di coronavirus quest’estate in tutta la zona euro ha avuto scarso impatto sulla ripresa economica del blocco, secondo dati non ufficiali che suggeriscono che i consumatori europei stanno guidando la ripresa.

Gli indicatori ad alta frequenza mostrano che metriche come le visite ai luoghi di intrattenimento, la spesa, i viaggi e l’occupazione sono tutti ai livelli o vicini ai massimi dall’inizio della pandemia. Ciò indica che la ripresa della produzione economica registrata nel secondo trimestre proseguirà nei tre mesi fino alla fine di settembre.

Le deleghe sono state ampiamente monitorate dall’inizio della pandemia perché forniscono una misura tempestiva dell’attività, anche se sono meno complete e affidabili dei dati ufficiali.

“Sembra che l’impatto del delta sull’economia sia molto piccolo”, ha affermato Jack Allen-Reynolds, economista di Capital Economics.

“Gli indicatori ad alta frequenza indicano una forte attività”, ha affermato Silvia Ardna, economista di Barclays.

Dopo un forte aumento a giugno e luglio, lo strumento di monitoraggio compilato dall’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, che utilizza la navigazione di Google e le metriche di ricerca di parole come indicatore dei mercati del lavoro, dei consumi e del sentimento, si è attestato ad agosto al suo massimo livello dall’inizio della pandemia. .

Grafico a linee della variazione percentuale per la stessa settimana nel 2019 (media mobile di quattro settimane) che mostra un miglioramento dell'attività nelle principali economie dell'Eurozona

“Le maggiori economie della zona euro stanno dimostrando [to be] Nikola Wolowschko, economista presso l’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico, ha dichiarato:

Il quadro ottimista nelle parti dell’economia dell’eurozona guidate dai consumi contrasta nettamente con il settore manifatturiero del blocco. Secondo recenti sondaggi, i crescenti ritardi nella catena di approvvigionamento stanno sollevando le preoccupazioni delle aziende sulle prospettive per i prossimi mesi.

READ  Gli italocanadesi ottengono scuse ufficiali per il trattamento durante la seconda guerra mondiale

Secondo l’ufficio di statistica del paese, il chilometraggio dei camion tedeschi – un proxy per la produzione industriale – ha avuto una tendenza al ribasso quasi continua dal suo picco di marzo.

Il grafico a linee mostra che il chilometraggio dei camion tedeschi è in calo da tempo

Ardagna ha affermato che la ripresa economica complessiva è stata “guidata dalla ripresa dei consumi privati ​​poiché la spesa delle famiglie è aumentata notevolmente con la riapertura del settore dei servizi”.

I dati di Google sulle visite a bar, negozi e ristoranti mostrano un recupero in tutti i settori dei servizi.

“Non credo che al momento stiamo assistendo a un impatto significativo della variabile delta sulla mobilità”, ha affermato Bert Cullen, economista di ING.

Grafico a linee della variazione % rispetto al livello pre-pandemia* (media su sette giorni) che mostra che le visite a negozi, ristoranti e intrattenimento sono quasi completamente recuperate

I dati indicano anche che la stagione turistica di quest’estate è stata molto più forte rispetto all’anno scorso. In Spagna, i tassi di occupazione degli hotel hanno recentemente superato il 50% per la prima volta dall’inizio della pandemia.

“Germania, Italia, Portogallo e Spagna hanno visto un rapido aumento delle nuove prenotazioni a breve termine”, ha affermato Jamie Lin, vicepresidente della ricerca presso AirDNA, la società di dati di noleggio. I suoi risultati corrispondono alla tendenza delle prenotazioni di Sojern, una società di analisi dei dati turistici.

Grafico a linee della variazione percentuale rispetto alla stessa settimana del 2019 (media mobile di tre settimane) che mostra gli europei che prenotano più hotel

Holger Schmieding, economista presso la banca d’investimenti Berenberg, ha affermato che sebbene il turismo sia stato tranquillo a maggio e giugno, la successiva “chiara tendenza al rialzo” indicata dai dati ad alta frequenza ha suggerito che le economie dell’eurozona nel Mediterraneo “goverranno metà della normale stagione estiva quest’anno.”

Questo è alimentato dai posti di lavoro nel settore dei servizi. I dati del sito di annunci di lavoro mostrano già che i livelli di posti vacanti sono aumentati – solo in Spagna l’occupazione è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemia.

READ  Ultimo Coronavirus: il Giappone estende lo stato di emergenza all'avvicinarsi delle Olimpiadi

“Ora che i tassi di vaccinazione hanno superato i livelli statunitensi e in alcuni casi anche nel Regno Unito, l’attività economica nell’eurozona si sta riprendendo fortemente, nell’interesse dei mercati del lavoro”, ha affermato Eli Henderson, economista della società di gestione patrimoniale Investec.

Grafico a linee della variazione percentuale negli annunci di lavoro dal livello pre-pandemia * che mostra che la domanda di lavoratori sta aumentando rapidamente

Ma alcune aree dell’economia sono ancora lontane dalla performance nel periodo pre-pandemia. Ad esempio, sebbene i numeri di voli europei siano ai massimi dall’inizio del 2020, sono ancora del 30% inferiori ai livelli del 2019.

Grafico a linee della variazione percentuale dal livello pre-pandemia* (media mobile di sette giorni) che mostra i voli europei al livello più alto dall'inizio della pandemia

Le entrate al botteghino nelle quattro maggiori economie della zona euro sono arrivate a $ 16 milioni a metà del fine settimana di agosto, in aumento del 70% rispetto allo stesso fine settimana dell’anno scorso. Ma è ancora ben al di sotto dei 50 milioni di dollari guadagnati nello stesso periodo del 2019, secondo Box Office Mojo.

Anche le forme di intrattenimento che attirano grandi folle come concerti e spettacoli rimangono limitate in molti paesi.

Istogramma della somma presa a metà del fine settimana di agosto (1 milione di dollari) che mostra che le entrate al botteghino sono ancora ben al di sotto dei livelli pre-pandemia

L’uso del trasporto pubblico è migliorato negli ultimi mesi, ma è ancora al di sotto dei livelli pre-pandemia in tutti i principali paesi della zona euro, secondo i dati sulla mobilità di Google.

Ciò lascia la performance economica complessiva della zona euro ben al di sotto dei livelli del 2019 e la produzione del blocco non dovrebbe recuperare il suo volume pre-pandemia fino al prossimo anno, a differenza degli Stati Uniti e della Cina, che lo hanno già fatto.

Rory Veneci, economista dell’Oxford Economics, ha notato “i segni di stabilizzazione mentre il consolidamento dai vincoli più flessibili inizia a svanire”.

Marshall Alexandrovich, economista presso la banca d’investimenti Jefferies, ha affermato che l’attività economica europea si sta “muovendo lateralmente” ad agosto. Tuttavia, ha aggiunto che riteneva che l’economia della zona euro fosse ancora sulla buona strada per espandersi a un tasso trimestrale di circa il 3% nel terzo trimestre, in aumento dal 2% nei tre mesi fino a giugno.

READ  Il giovane team dietro i migliori ristoranti di Brisbane a Hoonto, Agnes, Sammys e Bianca che hanno beneficiato del blocco altrove

Ardagna ha detto che si aspetta che la crescita del PIL dell’eurozona raggiunga un picco del 2,8% nel terzo trimestre.

Nel complesso, gli economisti si aspettano che la ripresa continui nonostante i venti contrari.

Poiché l’ultima ondata di Covid-19 sembra raggiungere il picco, “dovrebbe esserci meno preoccupazione per la ripresa economica che continua nel terzo trimestre”, ha affermato Cullen.

Ha aggiunto: “Riteniamo che il delta sia un significativo rischio al ribasso per le nostre prospettive per il resto dell’anno, ma l’impatto attuale sembra rimanere moderato”.