Ottobre 23, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La NASA si prepara alla missione Lucy per studiare gli sciami di asteroidi troiani di Giove

La NASA lancerà un veicolo spaziale il mese prossimo per la prima missione dell’agenzia su un gruppo di asteroidi vicino a Giove.

La sonda spaziale Lucy dovrebbe decollare su un razzo Atlas V dalla stazione della forza spaziale di Cape Canaveral in Florida il 16 ottobre. La missione di 12 anni è progettata per dare agli scienziati uno sguardo ravvicinato a ciò che viene chiamato asteroidi troiani, che condivide le sue orbite attorno al sole con il pianeta più grande del sistema solare.

La sonda spaziale Juno della NASA orbita attorno a Giove dal 2016, ma questa sarà la prima spedizione dell’agenzia a studiare due sciami di rocce spaziali nel gigante gassoso: uno in orbita attorno al sole prima di Giove e un altro gruppo in orbita dietro il pianeta.

“Con Lucy, andremo su otto asteroidi mai visti prima in 12 anni con una navicella spaziale”, Tom Statler, scienziato del progetto di missione presso la sede della NASA a Washington, Ha detto in una dichiarazione. “Questa è una grande opportunità di scoperta mentre indaghiamo sul lontano passato del nostro sistema solare”.

Gli asteroidi troiani sono i resti del materiale primordiale da cui si sono formati Giove e gli altri pianeti extrasolari. Le rocce spaziali funzionano in modo simile a Capsule del tempo dai primi giorni del sistema solare, circa 4,5 miliardi di anni fa.

Funzionari della NASA hanno affermato che la missione Lucy potrebbe fornire nuove informazioni sulla storia del sistema solare, incluso come sono emersi tutti i pianeti e perché si allineano con la loro composizione attuale.

Durante la sua missione di 12 anni, la navicella spaziale Lucy dovrebbe percorrere quasi 4 miliardi di miglia. Il primo asteroide si verificherà vicino ad esso nel 2025, quando passerà attraverso una roccia spaziale nella fascia principale degli asteroidi tra Marte e Giove, secondo la NASA.

READ  La creatività dell'elicottero Marte della NASA ha completato un secondo volo "più rumoroso e audace".

Gli altri sette incontri ravvicinati con gli asteroidi troiani sono previsti dal 2027 al 2033.

La missione prende il nome dal famoso La scoperta di uno scheletro parziale di un antenato umano vissuta più di 3 milioni di anni fa. I paleoantropologi che li scoprirono chiamarono i resti fossili “Lucy”.

“Proprio come il fossile di Lucy ha fornito intuizioni uniche sull’evoluzione umana, la missione di Lucy promette di rivoluzionare la nostra conoscenza delle origini dei pianeti e della formazione del sistema solare, inclusa la Terra”, I funzionari della NASA hanno scritto Nel riepilogo del viaggio.