Febbraio 6, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Francia è stata colpita da uno sciopero nazionale mentre i sindacati combattono le riforme dell’età pensionabile di Emmanuel Macron

Giovedì i lavoratori francesi hanno scioperato e si sono uniti a marce in tutto il paese, fermando i treni e la produzione di elettricità in una giornata nazionale di protesta contro i piani del governo di aumentare l’età pensionabile di due anni a 64 anni.

Gli arresti sono un banco di prova importante per il presidente Emmanuel Macron, che afferma che il suo piano di riforma delle pensioni, che i sondaggi di opinione mostrano come profondamente impopolare, è necessario per garantire che il sistema non fallisca.

Posticipando l’età pensionabile di due anni e prolungando il periodo di pagamento si otterrebbe un totale netto di 17,7 miliardi di euro ($ 27,8 miliardi) di contributi pensionistici annuali, consentendo al sistema di raggiungere il pareggio entro il 2027, secondo le stime del ministero del Lavoro.

“Questa riforma è necessaria e giusta”, ha detto alla televisione LCI il ministro del lavoro Olivier Dussopp.

Ma i manifestanti non erano d’accordo.

Un grande striscione portato dai lavoratori all’apertura della marcia di protesta a Tours, nella Francia occidentale, recitava: “Sono gli stipendi e le pensioni che devono essere aumentati, non l’età pensionabile”.

“Dovrò sistemare il mio deambulatore se la riparazione sarà terminata”, ha detto Isabelle, 53 anni, assistente sociale, che lavora nel campo sociale, aggiungendo che il suo lavoro era troppo impegnativo per aggiungere altri due anni.

La prepensionata Brigitte Minnie ha detto che stava protestando per esprimere la sua solidarietà ai suoi ex colleghi.

“Sessantaquattro”, disse, “è molto vecchio.” “E sono qui anche io perché sono stanco di Macron”.

A Nizza, nel sud della Francia, un grande striscione recitava: “No alla riforma”.

I sindacati sostengono che ci sono altri modi per garantire la sopravvivenza del sistema pensionistico, ad esempio tassando i super ricchi o aumentando i contributi del datore di lavoro o quelli dei pensionati più abbienti.

La loro sfida è trasformare l’opposizione alla riforma – e la rabbia per la crisi del costo della vita – in una protesta sociale di massa che alla fine potrebbe costringere il governo a cambiare rotta.

Due uomini lanciano bombe rosa e tengono in aria bandiere rosse mentre urlano come parte della protesta.
I manifestanti portano le bandiere dell’Unione durante una manifestazione a Nizza giovedì.(Reuters: Eric Gillard)

I leader sindacali, che dovrebbero annunciare altri scioperi e proteste in serata, hanno affermato che giovedì è stato solo l’inizio.

“Abbiamo bisogno che molte persone si uniscano alle proteste”, ha detto a BFM TV Laurent Berger, presidente del più grande sindacato francese, il CFDT.

“La gente è contraria a questa riforma… dobbiamo dimostrarlo (nelle strade)”.

Intermezzo musicale con sciopero dei dipendenti pubblici

La riforma delle pensioni deve ancora passare in parlamento, visto che Macron ha perso la maggioranza assoluta, ma spera di farla passare con il sostegno dei conservatori.

Macchinisti, insegnanti e operai delle raffinerie sono stati tra coloro che hanno lasciato il lavoro.

Radio France Inter ha lanciato una propria playlist musicale invece dei suoi soliti programmi, anche autisti di autobus e dipendenti pubblici sono scesi in sciopero.

Sono in funzione solo da una a tre a cinque linee di treni ad alta velocità, ha affermato l’operatore ferroviario nazionale, con pochissimi treni locali o regionali in circolazione.

I francesi camminano in cupi abiti invernali e vanno in bicicletta lungo il percorso del ponte.
La gente va in bicicletta lungo il ponte Pont de Bir Hakim a Parigi durante uno sciopero dei ferrovieri giovedì.(Reuters: Gonzalo Fuentes)

A Parigi alcune stazioni della metropolitana sono state chiuse e il traffico è stato gravemente interrotto, con pochi treni in circolazione.

Nella trafficata stazione Gare du Nord, la gente si affrettava a prendere i pochi treni ancora in circolazione mentre il personale in giubbotto giallo aiutava i pendolari confusi.

La lavoratrice del ristorante Beverly Jahent, che ha perso il lavoro perché il suo treno è stato cancellato, ha detto di aver accettato di scioperare anche se non avesse partecipato.

Ma non tutti lo hanno capito.

“Non capisco, è sempre così [people] “Chi è in sciopero… e dobbiamo sopportarlo”, ha detto l’impiegata immobiliare Virginie Pinto, mentre faticava a trovare una metropolitana per andare al lavoro.

Il divieto del 2007 di scioperi non autorizzati e le restrizioni agli scioperi per garantire servizi pubblici minimi hanno limitato la capacità dei sindacati di smorzare le ambizioni riformiste dei governi.

Anche il fatto che lavorare da casa stia diventando più popolare ora a causa della pandemia potrebbe avere un impatto.

Due uomini di mezza età ben vestiti sono in piedi insieme, sorridenti, su un balcone soleggiato.
Il presidente francese Emmanuel Macron (a destra) incontra il primo ministro spagnolo Pedro Sanchez giovedì a Barcellona.(Reuters: Bruna Casas)

Tassare i ricchi?

I lavoratori del settore pubblico sono spesso in prima linea negli scioperi, e circa sette insegnanti su 10 nelle scuole primarie hanno smesso di lavorare, e quasi altrettanti nelle scuole secondarie, hanno detto i loro sindacati, anche se il ministero dell’Istruzione ha fornito cifre molto inferiori.

A Parigi, gli studenti hanno circondato almeno una scuola superiore a sostegno dello sciopero.

READ  Il corpo della regina Elisabetta II dovrebbe essere rimosso dal castello di Balmoral. Ecco le ultime notizie sull'Operazione Unicorn