Giugno 12, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La filiale italiana di DHL indaga su frode fiscale

In sella a un DHL Bike Messenger il 6 giugno 2018 nel centro di Roma, Italia. REUTERS / Alessandro Bianchi / Foto d’archivio

Reuters vede la polizia fiscale italiana sequestrare beni per un valore di oltre 20 milioni di euro ($ 24 milioni) dalla società di logistica locale Deutsche Post DHL (DBWGNTE) come parte di un’indagine per frode.

Deutsche Post DHL ha confermato che la sua controllata italiana DHL Supply è stata informata dagli avvocati di Chain Milano di un’indagine incentrata sulla frode fiscale.

“La società ritiene di aver sempre rispettato le leggi fiscali italiane e fornirà agli investigatori tutta la cooperazione necessaria per chiarire la propria posizione in modo rapido e soddisfacente”, ha affermato la Deutsche Post DHL in una nota.

La procura di Milano ha accusato una “multinazionale dei trasporti e della logistica” in Italia di non aver pagato l’imposta sul valore aggiunto e i contributi pensionistici, ha detto lunedì la polizia, facendo affidamento su appaltatori anziché sui lavoratori assunti.

La società di logistica senza nome ha utilizzato lavoratori forniti da un consorzio di 23 cooperative locali, ha detto la polizia. Reuters ha trovato una copia del provvedimento di confisca dei beni che identificava la società in questione come unità italiana della Deutsche Post DHL.

A seguito di indagini e perquisizioni a Milano e nelle città vicine, la polizia ha confermato di aver sequestrato più di 20 milioni di euro di beni.

Due dirigenti di una controllata tedesca di una controllata italiana sono indagati per frode fiscale nel provvedimento di sequestro. Secondo la legge italiana, le società possono essere ritenute responsabili dei reati commessi dai loro dirigenti.

READ  L'Italia proroga l'isolamento obbligatorio di 30 giorni dei cittadini dell'UE fino al 30 aprile

Gli avvocati di Milano Giovanni Cavalleri e Pavlo Storri hanno affermato nel documento che l’utilizzo di un estraneo ha consentito risparmi significativi sul costo del lavoro sfruttando i lavoratori e competendo in modo sleale con i concorrenti.

“La conformità è sempre stata la politica principale di tutte le unità aziendali DHL e guiderà tutte le nostre operazioni nel gruppo Deutsche Post DHL”, ha affermato la società tedesca.

(1$ = 0,8230 euro)

I nostri standard: Principi della Fondazione Thomson Reuters.