Maggio 19, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Danimarca ha eliminato la maggior parte delle restrizioni pandemiche e non considera più il COVID una “malattia sociale grave”

La Danimarca è diventata uno dei primi Stati membri dell’UE a eliminare la maggior parte delle restrizioni legate alla pandemia poiché il paese scandinavo non considera più l’epidemia di COVID-19 una “malattia socialmente pericolosa”.

Sebbene la variante Omicron sia in aumento in Danimarca, non rappresenta un pesante onere per il sistema sanitario e il paese ha anche un alto tasso di vaccinazione, hanno affermato i funzionari.

La Danimarca, con una popolazione di 5,8 milioni di abitanti, ha registrato nelle ultime settimane una media di oltre 50.000 casi giornalieri, mentre il numero di persone ricoverate in unità di terapia intensiva ospedaliera è diminuito.

Il capo dell’autorità sanitaria danese, Soren Prostrom, ha detto all’emittente danese TV2 che la sua preoccupazione era sul numero di persone nelle unità di terapia intensiva, non sul numero di infezioni. Quel numero “è andato sempre più in basso ed è incredibilmente basso”, ha detto.

Ha detto che ci sono attualmente 32 pazienti COVID-19 nelle unità di terapia intensiva, in calo rispetto agli 80 di diverse settimane fa.

Una folla di persone si è radunata fuori da una discoteca, concentrandosi su una donna bionda con un abito arancione.
La Danimarca sta abbandonando le tessere di vaccinazione digitali che in precedenza erano richieste per entrare in luoghi come discoteche, caffè e ristoranti.(Olafur Steinar Gestson/Ritsau Scanpix tramite Reuters)

La limitazione più evidente individuata è l’uso delle mascherine, che non sono più obbligatorie nei trasporti pubblici, nei negozi e nei clienti in piedi all’interno del ristorante.

Ora, le autorità raccomandano l’uso della maschera solo negli ospedali, nelle strutture sanitarie e nelle case di cura.

Un’altra limitazione che non è più necessaria è la carta digitale utilizzata per entrare in discoteche, caffè, autobus per feste e per sedersi al chiuso nei ristoranti.

“Non oso dire che è un addio definitivo alle restrizioni. Non sappiamo cosa accadrà in autunno. Se ci sarà una nuova alternativa”, ha detto il primo ministro Mette Frederiksen.

Le autorità sanitarie hanno esortato i danesi a condurre controlli regolari per mantenere la sorveglianza epidemiologica e, se necessario, “rispondere rapidamente se necessario”, ha affermato la scorsa settimana il ministro della Salute Magnus Heunick.

Ridurre le restrizioni nei paesi limitrofi

Il primo ministro finlandese Sanna Marin arriva per il vertice dei leader dell'Unione europea.
Il primo ministro finlandese Sanna Marin ha affermato che il suo governo negozierà con altri partiti in parlamento per porre fine alle restrizioni COVID-19 questo mese.(Reuters: Christian Hartmann)

Il governo danese ha avvertito che la Danimarca potrebbe vedere un picco di infezioni nelle prossime settimane e ha affermato che potrebbe essere necessaria una quarta vaccinazione.

Le restrizioni erano state inizialmente imposte a luglio, ma sono state rimosse circa 10 settimane dopo una campagna di vaccinazione di successo. È stato reintrodotto quando sono aumentate le infezioni.

Nel 2020, la Danimarca è diventata uno dei primi paesi europei a chiudere le scuole a causa della pandemia e a rimandare a casa tutti i funzionari pubblici acritici.

READ  I critici cinesi diventano creativi dopo che Pechino ha rimosso dai social media i video virali dei residenti arrabbiati di Shanghai