Ottobre 24, 2021

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Danimarca è stata accusata di aiutare gli Stati Uniti a spiare gli alleati europei, compreso il cancelliere tedesco Angela Merkel.

Molti paesi europei vogliono che la Danimarca spieghi il motivo delle accuse secondo cui l’intelligence straniera avrebbe aiutato gli Stati Uniti a spiare i leader europei, incluso il cancelliere tedesco Angela Merkel, più di sette anni fa.

“Vogliamo carte in tavola”, ha detto il ministro della Difesa svedese Peter Holkvist, aggiungendo che “era inaccettabile origliare gli alleati”.

Il parlamentare danese Karsten Hoing del Partito socialista popolare di sinistra, che sostiene il governo socialdemocratico danese, ha detto che interrogherà i ministri della difesa e della giustizia del paese scandinavo in parlamento sulla questione.

“Il governo dovrebbe chiarire come la Danimarca opera come uno strumento disponibile nei servizi di intelligence degli Stati Uniti e cosa significherà per la cooperazione con i vicini della Danimarca”, ha detto Hoenge.

La radio danese ha detto domenica che il Servizio di intelligence della difesa danese, noto in Danimarca con l’acronimo FE, nel 2014 ha condotto un’indagine interna per verificare se l’Agenzia per la sicurezza nazionale degli Stati Uniti avesse usato la sua cooperazione con i danesi per spiare la Danimarca e i paesi vicini.

L’indagine ha concluso che la National Security Agency aveva intercettato leader politici e funzionari in Germania, Francia, Svezia e Norvegia.

Screenshot di Edward Snowden nella chat video
Edward Snowden ha fatto simili accuse di spionaggio nel 2013 a proposito dei leader europei che intercettavano i loro telefoni.(

Reuters / Brendan McDermid

)

Il primo ministro norvegese Erna Solberg ha dichiarato: “È inaccettabile che i paesi che hanno una stretta collaborazione con gli alleati sentano il bisogno di spiarsi a vicenda o di ottenere informazioni su di loro”.

Ha detto alla radio norvegese NRK che spiare gli altri “crea più sfiducia che cooperazione. Quindi, non è un investimento intelligente per gli Stati Uniti”.

Secondo il medico, la presunta organizzazione tra Stati Uniti e Danimarca è stata chiamata “Operazione Dunhammer”. Secondo quanto riferito, la NSA è stata autorizzata a ottenere dati utilizzando i numeri di telefono dei politici come criteri di ricerca.

DR ha detto che il suo rapporto si basava su interviste con nove fonti anonime, che si diceva che tutte avessero avuto accesso a informazioni riservate in possesso di FE. L’agenzia militare avrebbe assistito l’NSA dal 2012 al 2014.

“Il governo tedesco ha preso atto del rapporto. È in contatto con tutte le autorità nazionali e internazionali competenti per chiarimenti”, ha detto il portavoce della Merkel, Stephen Seibert.

Seibert ha detto che la Merkel è venuta a conoscenza dell’ultimo rapporto di spionaggio a seguito delle domande dei giornalisti.

I rapporti nel 2013 secondo cui la NSA aveva ascoltato i telefoni del governo tedesco, incluso il telefono della signora Merkel, ha scatenato una lite diplomatica tra Berlino e Washington che ha inasprito i buoni rapporti con l’amministrazione Barack Obama.

La Merkel all’epoca dichiarò che “spiare tra amici” era inaccettabile. Tuttavia, ci sono state anche segnalazioni secondo cui l’agenzia di intelligence tedesca BND potrebbe aver aiutato gli Stati Uniti a spiare aziende e funzionari europei.

Edward Snowden, un ex appaltatore della NSA che ha esposto i dettagli di programmi di intercettazione segreti statunitensi nel 2013, ha risposto al rapporto del medico con un tweet satirico danese: “Oh, perché nessuno ci ha avvertito?”

Il ministro della Difesa danese Trane Bramsen ha dichiarato in un commento scritto al medico che il governo non può discutere questioni di intelligence.

Ha aggiunto che l’attuale governo ha “la stessa visione” del precedente governo socialdemocratico guidato da Helly Thorning Schmidt, che era al potere in quel periodo: “L’intercettazione sistematica di stretti alleati è inaccettabile”.

Ad agosto, Bramson ha sollevato il capo dei servizi di intelligence stranieri del paese, tra gli altri, dopo che un cane da guardia indipendente ha criticato con veemenza l’agenzia di spionaggio per aver intenzionalmente nascosto le informazioni e violato le leggi danesi.

La Danimarca ha due agenzie di intelligence, il Danish Defense Intelligence Service, che è anche responsabile dell’intelligence militare, e il Domestic Danish Security and Intelligence Service, noto con l’acronimo danese PET.

AP

READ  Qual è la scadenza? Come guardi? notizie di calcio