Febbraio 27, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Corte Suprema degli Stati Uniti deciderà se Trump potrà candidarsi alla presidenza nel 2024 dopo che l’ex presidente è stato rimosso dal ballottaggio in Colorado.

La Corte Suprema degli Stati Uniti deciderà se Trump potrà candidarsi alla presidenza nel 2024 dopo che l’ex presidente è stato rimosso dal ballottaggio in Colorado.

La Corte Suprema degli Stati Uniti ha deciso di prendere una decisione importante sulla possibilità per Donald Trump di candidarsi alle primarie presidenziali del 2024.

È prevista l'udienza della corte l'8 febbraio in risposta alla mossa senza precedenti della Corte Suprema del Colorado del 19 dicembre di rimuovere Trump dal ballottaggio statale.

Trump non è stato ancora rimosso dal ballottaggio in Colorado poiché si attende l'intervento della Corte Suprema degli Stati Uniti.

I voti dell'ex presidente non verranno conteggiati se verrà ritenuto non idoneo a candidarsi.

La decisione del Colorado si basava sul testo della Costituzione degli Stati Uniti che vieta a una persona di ricoprire cariche pubbliche se partecipa a un'insurrezione, citando l'attacco del 6 gennaio 2021 al Campidoglio degli Stati Uniti da parte dei sostenitori di Trump.

I giudici della Corte Suprema intendono agire rapidamente per raggiungere una decisione, con le discussioni programmate meno di un mese prima delle primarie repubblicane del Colorado.

I nove giudici si trovano ad affrontare pressioni in una situazione mai vista prima nella politica americana, con una maggioranza conservatrice di 6-3 – tre dei quali nominati da Trump – che si assume la responsabilità di una decisione che potrebbe essere controversa indipendentemente dal risultato.

Il Maine si è unito al Colorado la scorsa settimana escludendo Trump dalle primarie statali del 2024, una decisione che Trump ha fatto appello per ribaltare.

La sua squadra ha affermato che il segretario di Stato del Maine Sheena Bellows non è riuscito a dare a Trump “tempo e opportunità adeguati” per presentare la sua difesa.

“Presentando la sua petizione e il suo consenso come richiesto dalla legge, il presidente Trump ha soddisfatto tutti i requisiti stabiliti dalla legge dalla legislatura del Maine e ha il diritto di essere inserito nelle primarie repubblicane”, si legge nell'appello.

READ  I brasiliani fluttuano per le strade allagate mentre i fiumi si gonfiano nell'Amazzonia

“Tuttavia, nella sentenza del Segretario, il Segretario ha erroneamente negato al presidente Trump un posto nelle primarie repubblicane”.

Trump ha parlato venerdì in una manifestazione davanti ai suoi sostenitori a Sioux Center, Iowa, in vista del terzo anniversario degli eventi del 6 gennaio, definendo il discorso di Biden di prima giornata un “patetico evento elettorale allarmista”.

“Il percorso di Joe Biden è una catena ininterrotta di debolezza, incompetenza, corruzione e fallimento. “A parte questo, sta andando molto bene”, ha detto Trump.

“Biden, se guardi cosa ha fatto al confine o all’inflazione, o ai nostri militari, in quel terribile giorno in Afghanistan, guardi cosa ha fatto con l’energia.

“In tutto il mondo siamo motivo di imbarazzo come Paese. Siamo diventati motivo di imbarazzo come Paese.”