Luglio 25, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Corea del Sud intercetta un’imbarcazione che trasporta disertori nordcoreani Notizie sui diritti umani

La Corea del Sud intercetta un’imbarcazione che trasporta disertori nordcoreani  Notizie sui diritti umani

La rara defezione via mare avviene dopo che nove nordcoreani hanno attraversato il confine marittimo a maggio.

L’esercito sudcoreano ha affermato che un gruppo di nordcoreani ha disertato verso la Corea del Sud attraversando il confine marittimo su una piccola barca di legno.

I capi di stato maggiore congiunti hanno affermato che le autorità sudcoreane hanno intercettato la barca martedì vicino alla città di Sokcho, a circa 51 chilometri (32 miglia) a nord-est di Seoul, dopo essere stata avvistata vicino al confine marittimo del paese.

La Yonhap News Agency e la Korea Broadcasting Network, finanziata dallo stato, citando funzionari governativi anonimi, hanno affermato che quattro passeggeri nordcoreani avevano espresso il desiderio di disertare verso la Corea del Sud.

Più di 33.000 nordcoreani sono fuggiti dalla loro patria repressiva nel Sud liberale e democratico, dove hanno diritto alla cittadinanza e al sostegno finanziario dopo essere stati controllati dai servizi di intelligence.

Gli arrivi nel Sud sono diminuiti drasticamente dopo la pandemia di Covid-19, quando Pyongyang ha rafforzato i controlli alle frontiere.

Le defezioni via mare sono rare, con la maggior parte dei disertori che fuggono dal nord attraverso il confine poroso con la Cina, dove rischiano l’arresto e la deportazione.

Il Ministero dell’Unificazione di Seoul ha dichiarato all’inizio di questo mese di aver espresso le sue preoccupazioni alla Cina dopo che le autorità cinesi hanno rimpatriato un “gran numero” di nordcoreani che vivono nelle province nordorientali di Jilin e Liaoning.

Pechino, che considera i disertori nordcoreani migranti economici, ha affermato che “non esistono ‘disertori nordcoreani’ in Cina”.

A maggio, nove nordcoreani hanno disertato dopo aver attraversato il confine marittimo occidentale su un peschereccio.

READ  Vladimir Putin può essere rovesciato in una rivoluzione di Wagner: Igor Strelkov

Nel 2019, l’ex presidente sudcoreano Moon Jae-in ha attirato le critiche dei gruppi per i diritti umani dopo che la sua amministrazione ha rimpatriato due pescatori nordcoreani sospettati di aver ucciso 16 compagni di nave mentre attraversavano il confine marittimo.

Lo scorso febbraio, un tribunale sudcoreano ha incriminato quattro alti funzionari, tra cui il capo dell’intelligence nazionale sotto Moon, per presunto abuso della loro autorità in relazione alle deportazioni.