Maggio 18, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

La Bielorussia espande la sua attività militare e la Lituania chiama la Russia uno stato sponsor del terrorismo

Un alto dirigente statunitense ha affermato martedì che il regime di controllo delle esportazioni occidentale imposto alla Russia per l’invasione dell’Ucraina sta limitando la capacità di Mosca di portare avanti la guerra, danneggiando le capacità di intelligence del Cremlino e la potenza terrestre, aerea e marittima del paese.

Gli Stati Uniti ei loro alleati affermano che il divieto di esportazione di un’ampia gamma di tecnologie sensibili e avanzate, nonché di altri prodotti e parti da cui dipende la Russia, mira a indebolire la capacità di Mosca di proiettare potenza.

L’amministrazione Biden afferma che ci vorrà del tempo prima che la Russia senta tutti gli effetti dei controlli sulle esportazioni, come quelli mirati alla vendita di chip per computer e componenti di motori a reazione. Ma i funzionari statunitensi affermano di vedere anche effetti immediati sulla potenza militare russa.

Wali Ademo, vice segretario del Tesoro degli Stati Uniti, ha affermato che due dei più grandi produttori di carri armati russi hanno dovuto interrompere la produzione perché non erano in grado di ottenere le parti necessarie.

Matthew Axelrod, l’assistente segretario al commercio degli Stati Uniti per l’applicazione delle esportazioni, ha affermato che anche uno dei pochi produttori nazionali russi di chip semiconduttori – componenti per computer importanti per quasi tutti i settori economici – è stato costretto a interrompere la produzione. Axelrod ha affermato che la mancanza di pezzi di ricambio ha influito sulla produzione dei chip Elbrus realizzati dallo SPARC Moscow Technology Center finanziato dal governo, citando la tecnologia utilizzata dai servizi militari e di intelligence russi.

“Vedremo ulteriori effetti sul campo di battaglia perché l’industria aeronautica russa e l’industria navale russa non sono in grado di reperire le loro parti, di cui hanno bisogno per mantenere i loro aerei in volo, i loro sottomarini in movimento e le loro barche in navigazione”, ha affermato l’Assistente Segretario .

READ  La riforma fiscale in cima all'agenda mentre i capi delle finanze del G20 si incontrano a Venezia

Questi effetti si aggraveranno nel tempo, ha affermato Axelrod in un’intervista al Forum sul rischio e sulla conformità del Wall Street Journal, in particolare perché gli alleati di Washington sincronizzano i loro regimi di controllo delle esportazioni e aumentano le forze dell’ordine, mentre la Russia fa irruzione nelle azioni nazionali e nella capacità di smantellare parti. diminuito. Il vicesegretario di Stato, che sovrintende al braccio delle forze dell’ordine commerciali, il Bureau of Industry and Security, ha affermato che il suo ufficio ha avviato diverse indagini su possibili violazioni del controllo delle esportazioni.

Ma ha detto che ci sono pochi segnali che altri paesi come Cina e India stiano compensando la perdita di esportazioni anche se non hanno aderito alla campagna di pressione guidata dall’Occidente contro la Russia. Citando un rapporto del Wall Street Journal pubblicato lunedì che mostra un calo delle esportazioni di tecnologia dalla Cina alla Russia, ha affermato che il rischio di perdere l’accesso alle più grandi economie del mondo si è finora dimostrato un deterrente per le società straniere per compensare le perdite dalle importazioni di Mosca.

“Non abbiamo ancora visto prove significative di evasione, ma ovviamente stiamo cercando molto duramente”, ha affermato Axelrod.

Mentre l’amministrazione Biden afferma di aver già imposto alcuni dei suoi più potenti strumenti di coercizione economica, l’alto funzionario delle forze dell’ordine ha affermato che saranno imminenti ulteriori controlli sulle esportazioni, rilevando l’espansione del divieto di lunedì per coprire una gamma più ampia di operazioni commerciali e industriali, tra cui legname. Prodotti e macchine edili. Gli alleati occidentali, oltre a danneggiare le capacità militari della Russia, cercano di minare la crescita economica del paese per privare Mosca dei finanziamenti necessari per finanziare le sue forze armate, i servizi di intelligence e altre operazioni estere.

READ  L'Italia ripristina le autostrade dopo che gli investitori di Atlantia hanno accettato di vendere

Gli alleati occidentali sono ora sempre più concentrati nel colmare eventuali lacune nelle sanzioni e nei regimi di esportazione avvertendo le società, punendo le società che violano i divieti e aiutando la Russia.

Il signor Axelrod ha affermato che gli Stati Uniti hanno già sequestrato 187 spedizioni dirette alla Russia e al suo alleato Bielorussia per oltre 77 milioni di dollari in merci. Il suo ufficio ha anche avviato una campagna di sensibilizzazione per le aziende i cui registri commerciali generali hanno precedentemente spedito articoli sotto il nuovo controllo in Russia, contattando finora più di 400 aziende.

Il Bureau of Industry and Security ha anche aperto diverse indagini poiché gli investigatori federali ritengono che potrebbero esserci state violazioni dei controlli sulle esportazioni, ha affermato senza entrare nei dettagli.