Giugno 29, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il terremoto in Afghanistan ha ucciso 1.000 persone, il più mortale degli ultimi decenni

forte Terremoto Colpire una zona rurale montuosa a est Afghanistan Mercoledì, l’agenzia di stampa statale ha riferito che 1.000 persone sono state uccise e altre 1.500 ferite in uno dei terremoti più mortali degli ultimi decenni. I funzionari hanno avvertito che il già orribile bilancio delle vittime potrebbe continuare a salire.
Le informazioni sono rimaste scarse sul terremoto di magnitudo 6,1 vicino pakistano Al confine, tuttavia, terremoti di questa entità possono causare ingenti danni in un’area in cui le case e altri edifici sono mal costruiti e sono frequenti le frane. Gli esperti stimano la profondità a soli 10 chilometri, un altro fattore che può portare a gravi devastazioni.

Il disastro ha rappresentato una prova importante per il governo guidato dai talebani, che ha preso il potere l’anno scorso quando gli Stati Uniti avevano pianificato di ritirarsi dal paese e porre fine alla loro guerra più lunga, due decenni dopo che gli stessi ribelli erano stati cacciati sulla scia degli attacchi dell’11 settembre . .

Gli afgani guardano alla devastazione causata da un terremoto nella provincia di Paktika, nell’Afghanistan orientale. (AFP)

I soccorritori si sono precipitati nella zona in elicottero mercoledì, ma è probabile che la risposta sia complicata poiché molte agenzie umanitarie internazionali hanno lasciato l’Afghanistan dopo che i talebani hanno preso il controllo. L’accesso alle campagne, anche nelle migliori condizioni, rimane difficile in Afghanistan, un paese senza sbocco sul mare leggermente più piccolo del Texas con strade di montagna fatiscenti che ora potrebbero aver subito danni significativi.

Alla luce di queste difficoltà, un funzionario talebano ha chiesto assistenza internazionale.

Sharaf al-Din Muslim ha affermato: “Quando si verifica un incidente così grave in un paese, è necessario l’aiuto di altri paesi”. È molto difficile per noi essere in grado di rispondere a questo enorme incidente”.

Il vicino dipartimento meteorologico pakistano ha affermato che l’epicentro del terremoto è stato nella provincia afgana di Paktika, a circa 50 km a sud-ovest della città di Khost. Gli edifici sono stati danneggiati anche nella provincia di Khost e le scosse sono state avvertite a 375 km di distanza nella capitale pakistana, Islamabad.

Il filmato di Paktika mostrava uomini che trasportavano persone coperte da coperte verso elicotteri in attesa. Altri sono stati curati a terra. Un residente è stato visto ricevere liquidi per via endovenosa mentre era seduto su una sedia di plastica fuori dalle rovine della sua casa, con altri ancora sulle barelle. Alcune foto mostravano residenti che raccoglievano mattoni di fango e altri detriti dalle case di pietra distrutte, i cui tetti o pareti erano crollati.

Il bilancio delle vittime annunciato dalla Bakhtar News Agency è equivalente al terremoto del 2002 nel nord dell’Afghanistan. È il più letale dal 1998, quando un terremoto di magnitudo 6,1 e le sue conseguenze nel remoto nord-est dell’Afghanistan hanno ucciso almeno 4.500 persone.

Ciò che ha reso il terremoto così devastante

Nella maggior parte dei luoghi del mondo, un terremoto di queste dimensioni non causerebbe una tale distruzione di massa, ha affermato Robert Sanders, un sismologo dell’US Geological Survey. Ma il bilancio delle vittime di un terremoto è spesso dovuto alla geografia, alla qualità degli edifici e alla densità di popolazione.

Gli afgani guardano alla devastazione causata da un terremoto nella provincia di Paktika, nell’Afghanistan orientale, (AFP)

“A causa della regione montuosa, ci sono smottamenti e smottamenti di cui non sapremo fino a tardi. È possibile che i vecchi edifici crollino e si rompano”, ha detto. “Data la densità della regione in quella parte del mondo, in passato abbiamo visto terremoti simili che hanno causato danni significativi”.

I talebani stanno ancora cercando di rimodellare i ministeri del governo abbandonati dai dipendenti fedeli al loro precedente governo appoggiato dall’Occidente, e non è chiaro come i funzionari siano arrivati ​​al bilancio delle vittime riportato da Bakhtar.

A Kabul, il primo ministro Muhammad Hassan Akhund ha tenuto una riunione di emergenza al palazzo presidenziale per coordinare i soccorsi e Bilal Karimi, vice portavoce del governo talebano, ha scritto su Twitter per sollecitare le agenzie umanitarie a inviare squadre nell’area.

“La risposta sta arrivando”, ha scritto su Twitter il coordinatore residente delle Nazioni Unite in Afghanistan, Ramiz Alakbarov.

Questo può essere difficile data la situazione in cui si trova l’Afghanistan oggi. Dopo che i talebani hanno invaso il paese nel 2021, l’esercito americano e i suoi alleati sono tornati all’aeroporto internazionale Hamid Karzai di Kabul e in seguito si sono completamente ritirati. Molte organizzazioni umanitarie internazionali hanno seguito l’esempio a causa delle preoccupazioni per la sicurezza e la scarsa situazione dei talebani in materia di diritti umani.

L’evacuazione degli afgani feriti dopo un terremoto ha colpito la provincia di Paktika, nell’Afghanistan orientale. (AFP)

Da allora, i talebani hanno collaborato con Qatar, Turchia ed Emirati Arabi Uniti per riavviare le operazioni aeroportuali a Kabul e in tutto il paese, ma quasi tutti i vettori internazionali evitano ancora lo stato e le organizzazioni umanitarie sono riluttanti a metterne in atto. . Il denaro nelle casse dei talebani può rendere difficile lo spostamento di rifornimenti e attrezzature.

Tuttavia, secondo il direttore generale di Bakhtar, Abdul Wahid Rayan, la Società della Mezzaluna Rossa afgana ha inviato circa 4.000 coperte, 800 tende e 800 set da cucina nell’area colpita.

L’Italian Medical Aid Group, tuttora operativo in Afghanistan, ha dichiarato di aver inviato sette ambulanze e due operatori nelle aree più vicine alla zona del sisma.

In questa immagine tratta da un videoclip dell’agenzia di stampa della provincia di Bakhtar, combattenti talebani mettono al sicuro un elicottero del governo per evacuare i feriti nel distretto di Jayan, provincia di Paktika, Afghanistan. (AFP)

“Il timore è che le vittime aumenteranno ancora, perché molte più persone potrebbero rimanere intrappolate sotto gli edifici crollati”, ha affermato Stefano Souza, direttore delle emergenze in Afghanistan. “Questa ultima tragedia non può che aggravare lo stato di fragilità e di difficoltà economiche e sociali che l’Afghanistan attraversa da mesi”, ha aggiunto.

Il primo ministro pakistano Shahbaz Sharif ha affermato che il suo Paese fornirà assistenza. In Vaticano papa Francesco ha pregato per tutti i morti, i feriti e “i sofferenti del caro popolo afgano”.

Timur Khan, portavoce del distretto per la gestione dei disastri, ha affermato che alcune aree remote del Pakistan hanno ricevuto segnalazioni di danni alle case vicino al confine afgano, ma non è stato immediatamente chiaro se ciò fosse dovuto a pioggia o terremoto.

L’agenzia sismologica europea, EMSC, ha affermato che 119 milioni di persone hanno sentito il terremoto a oltre 500 km in Afghanistan, Pakistan e India.

Il punto arancione rappresenta il luogo del terremoto in Afghanistan.
Il punto arancione rappresenta il luogo del terremoto in Afghanistan. (geologia)

Le montagne dell’Afghanistan e la grande regione dell’Asia meridionale lungo l’Hindu Kush sono sempre state soggette a terremoti devastanti.

READ  Doug, una brutta patata neozelandese "autoprodotta" delle dimensioni di un piccolo cane, potrebbe essere la più grande del mondo