Maggio 23, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il presentatore della BBC parla di abusi razzisti su un treno a Londra

Il presentatore della BBC parla di abusi razzisti su un treno a Londra
  • Scritto da Rachel McMenemy e George Wright
  • notizie della BBC

Fonte immagine, Maria Mandefield

Commenta la foto, Mary Mandefield ha detto che è stato il viaggio “più terribile” che avesse mai fatto

Un presentatore radiofonico della BBC ha parlato di come un gruppo di uomini abbia rivolto “abusi razzisti e misogini a diversi passeggeri” su un treno nel sud di Londra.

Mary Mandefield era su un treno da Bedford a Three Bridges giovedì sera quando ha detto che gli uomini si sono uniti al treno per inseguire un altro passeggero.

Ha aggiunto che il gruppo ha poi avuto diversi litigi fisici e ha iniziato a insultare i passeggeri.

La polizia dei trasporti britannica ha detto che sta indagando sull'incidente.

“Al London Bridge ieri sera… un gruppo di uomini si è unito al treno e ha iniziato a litigare con un altro passeggero”, ha detto Mandefield alla BBC.

“Hanno rivolto abusi razzisti e misogini a diversi passeggeri. Hanno avuto diversi scontri fisici.”

Mandefield, che presenta programmi su BBC Radio 1 e BBC Radio 1 Extra, ha pubblicato un breve filmato dell'incidente sui social media.

Ha detto che uno degli uomini l'ha minacciata quando l'ha vista filmare.

“Prendo il treno ogni giorno ed è il viaggio e l'esperienza più orribile che abbia mai avuto”, ha scritto.

La polizia dei trasporti britannica ha detto che gli agenti sono stati chiamati alla stazione ferroviaria di East Croydon “a seguito di segnalazioni di una rissa a bordo di un treno”.

Sam Facey, direttore della salute e della sicurezza presso Govia Thameslink Rail, ha dichiarato: “Tale comportamento è completamente inaccettabile e non sarà mai tollerato. Questa è stata un'esperienza orribile per le persone coinvolte”.

Mandefield, del sud-est di Londra, ha detto che da quando il filmato è stato pubblicato online, ha ricevuto centinaia di commenti, “molti dei quali erano razzisti e offensivi nei suoi confronti”.

Ha detto: “Ho visto uno screenshot falso che sembrava provenire dal sito web della polizia dei trasporti britannica, e molti suggerivano che avessi mentito o che inizialmente avessi preso di mira l'uomo nel video”.

Ha segnalato diversi account e commenti sulla piattaforma di social media.