Maggio 23, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Steve Barclay ha chiesto se i piani per l'Olocausto potrebbero essere vietati

Steve Barclay ha chiesto se i piani per l'Olocausto potrebbero essere vietati
  • Scritto da Helen Catt, Chris Mason e Henry Zifman
  • notizie della BBC

Il ministro dell'Ambiente Steve Barclay è intervenuto personalmente per chiedere consiglio ai ministri sulla possibilità di fermare la concessione di licenze per gli inceneritori in tutta l'Inghilterra, compreso il controverso progetto nella sua stessa circoscrizione elettorale, ha appreso la BBC.

Il signor Barclay ha presentato una richiesta urgente agli avvocati del governo il giorno dopo la concessione del permesso di costruire l'impianto di smaltimento dei rifiuti a Wisbech nel Cambridgeshire.

Resta inteso che la MVV Environment, la società dietro la fabbrica di Wisbech, ha ora minacciato il governo di azioni legali dopo aver imposto un divieto temporaneo di autorizzazioni.

I funzionari avevano precedentemente espresso preoccupazione per il coinvolgimento di Barkley.

Barclay ha detto di aver “precedentemente segnalato” le preoccupazioni del suo collegio elettorale e “ha detto che la politica doveva essere delegata a un altro ministro”.

Secondo il Codice ministeriale, i ministri sono tenuti a garantire che non vi siano conflitti di interessi con la loro funzione di parlamentari nella circoscrizione elettorale.

La decisione di sospendere il rilascio di nuovi permessi operativi in ​​tutta l'Inghilterra è stata presa ad aprile dal segretario di Stato Sir Mark Spencer, dopo che Barclay si era ritirato dalle decisioni relative agli inceneritori.

Barclay ha dichiarato di essersi dimesso ufficialmente dalla sua posizione il 27 febbraio.

La BBC ha ora visto una richiesta di consulenza, che è stata inviata agli avvocati da un funzionario dell'ufficio ministeriale di Barclay, quasi una settimana fa, il 21 febbraio.

Il nuovo inceneritore necessita di un permesso di costruire e di un permesso per andare avanti.

Poco meno di una settimana dopo, il ministro di Stato Robbie Moore ha scritto all'Agenzia per l'ambiente dicendo che intendeva sospendere le decisioni sui permessi per un periodo massimo di un anno.

Nella consulenza legale trapelata alla BBC, un alto avvocato governativo ha avvertito che il piano sarebbe “illegale” e ha sollevato “serie preoccupazioni di pregiudizi percepiti”.

Sir James Eadie KC ha anche avvertito che se un ricorso legale fosse portato in tribunale, ministri e cancellieri dovrebbero consegnare i messaggi WhatsApp e i dettagli delle conversazioni politiche.

Fonti vicine a Barclay hanno insistito sul fatto che lui avesse chiarito ai funzionari fin dall'inizio che la politica sugli inceneritori avrebbe dovuto essere affrontata da un altro ministro.

La BBC ha appreso che gli avvocati che lavorano per conto di MVV Environment hanno scritto al Dipartimento per l'Ambiente, l'Alimentazione e gli Affari Rurali minacciando azioni legali se la sospensione temporanea dei permessi non verrà revocata.

Sia MVV Environment che il Ministero dell'Ambiente hanno rifiutato di commentare possibili azioni legali.

Il governo ha affermato che la pausa su una decisione sui permessi serve a consentire ai funzionari del Dipartimento dell’Ambiente “di condurre parte del lavoro tenendo conto del ruolo dell’incenerimento dei rifiuti nella gestione dei rifiuti rimanenti dell’Inghilterra”.

Si prevede che durerà fino al 24 maggio, ma potrebbe essere revocata prima.

Gli addetti ai lavori del settore hanno suggerito che non era prevista una sospensione imminente dei permessi in Inghilterra