Maggio 20, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Il governo di Tonga ha definito un “disastro senza precedenti” nella sua prima dichiarazione dall’eruzione vulcanica e dallo tsunami

Per saperne di più

Il vice capo della missione tunisina in Australia, Curtis Tuyalangengi, ha affermato in precedenza che le immagini riprese dalle forze di difesa della Nuova Zelanda (NZDF) mostravano scene “inquietanti” di un villaggio distrutto a Mango e di edifici scomparsi sull’isola di Atata, che è la più vicina al vulcano. .

“Le persone sono in preda al panico, le persone corrono e si feriscono. Forse ci saranno più morti mentre preghiamo, ma non è così”, ha detto Tuhalangenji a Reuters.

L’ufficio di Sovalini ha detto che una donna di 65 anni a Mango e un uomo di 49 anni sull’isola di Nomoka sono stati uccisi, così come il cittadino britannico il cui corpo è stato trovato lunedì. Sono stati segnalati anche numerosi feriti.

Gli espatriati tunisini temono per i propri cari a causa del blackout delle comunicazioni


L’ufficio ha affermato che le onde dello tsunami fino a 15 metri hanno colpito il gruppo di isole Hapia, dove si trova Mango, e la costa occidentale dell’isola principale di Tonga, Tongatapu. I residenti sono stati spostati nei centri di evacuazione poiché 56 case sono state distrutte o gravemente danneggiate su questa costa.

Atata e Mango si trovano a circa 50 chilometri e 70 chilometri dal vulcano Hengja Tonga-Hung Hapai, che ha inviato onde di tsunami attraverso l’Oceano Pacifico quando è esploso con un’esplosione sentita a 2.300 chilometri di distanza in Nuova Zelanda.

copertura in cenere

L’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) ha affermato che le immagini satellitari di domenica mostrano il crollo della caldera a Hong Tonga-Hung Happi e l’isola ha perso una grande percentuale della sua area iniziale.

Domenica sono iniziate le operazioni di soccorso per Atata, una cittadina di circa 100 persone, mentre l’evacuazione continuava.

“Permangono sfide al trasporto marittimo e aereo a causa dei danni ai moli e della cenere che ricopre le piste”, ha affermato l’ufficio del Primo Ministro.

Le immagini aeree fornite dalla Nuova Zelanda e dall’Australia a Tonga hanno mostrato uno spesso strato di cenere che ricopre le isole.

L’Ufficio per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) ha affermato che il principale aeroporto internazionale di Voamotu dell’arcipelago non è stato danneggiato, ma che la cenere ha dovuto essere rimossa manualmente dalla pista, con un’apertura anticipata mercoledì.

Oltre ai danni locali, gli scienziati affermano che un’eruzione potrebbe avere un effetto a lungo termine sulle barriere coralline, sulle coste e sulla pesca nella regione più ampia, oltre a causare piogge acide.

Il ministro dell’Ambiente peruviano Ruben Ramirez ha affermato che parti della costa peruviana sono state inquinate dalla fuoriuscita di petrolio da una nave di drenaggio che è stata scossa dalle onde dell’esplosione.

Per saperne di più

L’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) ha affermato che le fonti di acqua pulita rimangono una preoccupazione e il governo di Tonga ha consigliato alle persone di bere solo acqua in bottiglia perché le fonti potrebbero essere contaminate da cenere, detriti e mare.

L’ufficio del Primo Ministro ha affermato che la marina tongana è stata schierata con squadre sanitarie, acqua, cibo e tende nelle isole Hapae, con ulteriori aiuti inviati martedì.

Le foto dell’NZDF, pubblicate su Facebook e confermate da Tu’ihalangingie, hanno mostrato l’uso di teloni come riparo a Mango, una delle 176 isole del regno.

READ  Perché il presidente cinese Xi Jinping dovrebbe rimanere al potere per la sua sopravvivenza

Cavo sottomarino

Tonga dovrebbe presto emettere richieste ufficiali di assistenza, ma nel frattempo, la Nuova Zelanda ha detto che due navi, HMNZS Wellington e HMNZS Aotearoa, sono partite con rifornimenti d’acqua, squadre di ricognizione e un elicottero. L’Ufficio delle Nazioni Unite per il coordinamento degli affari umanitari (OCHA) ha affermato che le squadre delle Nazioni Unite sono in allerta.

Il ministro degli Esteri australiano Marise Payne ha affermato che gli aerei C-130 dall’Australia potrebbero fornire aiuti umanitari, compresi i kit per la purificazione dell’acqua, mentre l’HMAS Adelaide, che impiegherebbe cinque giorni per raggiungere Tonga, è pronto a ricevere squadre di ingegneri e medici e supporto in elicottero.

L’ufficio del Primo Ministro ha affermato che alcune comunicazioni limitate sono state effettuate tramite telefoni satellitari, ma alcune aree sono rimaste isolate.

Per le famiglie che aspettavano la notizia il silenzio era assordante. “Sempre la paura peggiore è che non vedrai mai più le persone che ami”, ha detto Seni Taumoibo, un australiano tongano a Sydney che ha parenti in tutte le isole.

Un'immagine composita dal satellite Hunga Tonga-Hunga Ha'apai mostra il vulcano sottomarino prima e dopo la sua eruzione.

fonte: COPERNICUS SENTINEL / UE


La Nuova Zelanda ha affermato che l’operatore di rete mobile internazionale Digicel ha istituito un sistema improvvisato sull’isola principale utilizzando una parabola satellitare dell’Università del Pacifico meridionale.

Subcom, una società privata con sede negli Stati Uniti incaricata della riparazione di cavi sottomarini nella regione Asia-Pacifico, ha affermato che sta lavorando con Tonga Cable Ltd per riparare il collegamento che va da Tonga alle Fiji.

READ  Il volo MH370 della Malaysia Airlines ha lasciato "percorsi sbagliati" prima di scomparire

Ci sono due pezzi nel cavo sottomarino che non verranno riparati fino a quando l’attività vulcanica non si sarà interrotta, consentendo l’accesso alle squadre di riparazione, ha affermato Samuela Fonua, presidente di Tonga Cable.