Maggio 25, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Attivista cinese dice che non può visitare la moglie morente arrestata di nuovo | Cina

Un attivista e scrittore cinese per i diritti umani è stato arrestato dopo ripetute suppliche di poter visitare la moglie malata, pochi giorni dopo la sua morte, con l’accusa di “incitamento alla sovversione del potere statale”.

Yang Maodong, che usa lo pseudonimo di Gu Feixiong, è stato formalmente arrestato mercoledì la scorsa settimana dall’Ufficio di pubblica sicurezza di Guangzhou, due giorni dopo l’arresto. la morte di sua moglieChang Ching.

Un documento di arresto affermava che era stato arrestato “con l’accusa di incitamento alla sovversione dell’autorità statale” ed era detenuto presso il centro di detenzione n. 1 a Guangzhou. L’arresto di Yang è stato segnalato per la prima volta dall’Internet Rights Protection Network.

Yang è un importante attivista per i diritti umani e consulente legale noto per aver lavorato con i residenti del villaggio di Taishi che ha protestato contro la corruzione nel 2005, dopo di che è stato imprigionato. È stato molestato, picchiato e, secondo quanto riferito, è entrato e uscito dalla detenzione per anni, Compresi un totale di 11 anni di carcereDove ha detto Human Rights Watch torturato, comprese le scosse elettriche.

Nel 2009, Zhang ei loro figli sono fuggiti negli Stati Uniti, dove ha sostenuto il rilascio di Yang. Dopo che a Chang è stata diagnosticata una malattia terminale nel gennaio 2021, Yang ha chiesto ripetutamente alle autorità cinesi di permettergli di andare da sua moglie e dai suoi figli, ma è stato rifiutato per motivi di sicurezza nazionale non specificati.

“Voi funzionari siete anche sposi, [blessed with] “L’amore coniugale dovrebbe anche avere simpatia per la gente comune”, scrisse all’epoca al primo ministro cinese Li Keqiang e al ministro della pubblica sicurezza Zhao Keji.

READ  L'ex presidente ucraino Petro Poroshenko torna a casa per affrontare l'accusa di alto tradimento

Decine di accademici, politici stranieri e gruppi per i diritti umani hanno espresso preoccupazione per la questione. Yang è stato nuovamente arrestato a dicembre.

Dagli Stati Uniti, Zhang ha fatto appello alle autorità cinesi per consentire a Yang di unirsi alla sua famiglia.

“Sono in condizioni critiche. Le cose sono particolarmente difficili in queste fredde giornate invernali: noi e la mia famiglia abbiamo bisogno di lui”, ha detto al South China Morning Post. “Non avrei mai immaginato che le autorità cinesi fossero capaci di una crudeltà così disumana – per tenerlo confinato quando la mia vita si avvicinava alla fine. È molto scioccante per me”.

La coppia non si vedeva da 15 anni.

Yang potrebbe rischiare più di cinque anni di prigione, secondo l’avvocato cinese per i diritti umani Sui Muqing, che ha anche affermato che è improbabile che Yang venga processato per un periodo compreso tra sei mesi e un anno.

Ha detto: “Non ci saranno prove credibili, tutte le accuse e le prove sono fabbricate arbitrariamente e lo scopo del suo arresto è oscurare la sua voce”.