Febbraio 5, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I ricercatori affermano che le balene potrebbero svolgere un ruolo importante ma trascurato nell’affrontare la crisi climatica



Cnn

Le balene più grandi del mondo non sono solo creature straordinarie. Proprio come un file OceanoI ricercatori hanno affermato che le balene potrebbero aiutare a salvare l’umanità dall’accelerazione della crisi climatica sequestrando e immagazzinando le emissioni di carbonio che stanno riscaldando il pianeta.

In un articolo pubblicato giovedì in Giornale delle tendenze in ecologia ed evoluzioneI ricercatori del clima suggeriscono che le balene sono importanti, ma spesso trascurate. fughe di carbonio. Le dimensioni di questi mammiferi marini, che possono raggiungere le 150 tonnellate, significa che possono immagazzinare il carbonio in modo più efficace rispetto agli animali più piccoli.

E poiché le balene vivono più a lungo della maggior parte degli animali, alcune per più di 100 anni, il giornale afferma che potrebbero essere “uno dei più grandi bacini di carbonio viventi stabili” nell’oceano. Anche quando muoiono, le carcasse delle balene scendono nelle parti più profonde del mare e si depositano sul fondo del mare, intrappolando il carbonio che hanno immagazzinato nei loro corpi forti e ricchi di proteine.

Il modo indiretto in cui le balene possono essere importanti depositi di carbonio è attraverso le loro feci. La cacca di balena è ricca di sostanze nutritive che possono essere assorbite dal fitoplancton, minuscoli organismi che assorbono anidride carbonica man mano che crescono. Quando muoiono, anche il fitoplancton affonda sul fondo del mare, assorbendo piccoli frammenti di carbonio nei loro cadaveri.

Il sequestro del carbonio aiuta a mitigare i cambiamenti climatici, perché sequestra il carbonio che altrimenti si verificherebbe Riscaldamento del pianeta altrove per centinaia, se non migliaia, di anni.

Eppure le balene sono minacciate, con Sei delle 13 specie di balene sono grandi È classificato come minacciato o vulnerabile a causa di minacce tra cui la caccia industriale alle balene, che ha ridotto la biomassa delle balene dell’81%, così come l’intreccio con gli attrezzi da caccia, i cambiamenti indotti dal clima nella disponibilità delle prede, l’inquinamento acustico e altro ancora.

Heidi Pearson, autrice principale e ricercatrice presso l’Università dell’Alaska Southeast, ha affermato che la ricerca mostra che proteggere le balene ha un duplice vantaggio: aiutare a spazzare via le balene. Crisi della biodiversità Così come i cambiamenti climatici causati dall’uomo.

Il documento riunisce tutte le ricerche disponibili su come le balene fungono da importanti serbatoi di carbonio. Con la crescente necessità di soluzioni basate sulla natura come piantare alberi per aiutare a risolvere la crisi climatica, Pearson ha affermato che è importante comprendere la capacità delle balene di sequestrare il carbonio.

“Puoi pensare di proteggere le balene come una strategia a basso rischio e basso rimorso, perché non c’è davvero alcun aspetto negativo”, ha detto Pearson alla CNN. “E se lo proteggessimo e ottenessimo i benefici dell’ecosistema oltre al carbonio?” Ha affermato che non vi è alcun rischio per questa strategia rispetto a soluzioni costose e non testate per la cattura e il sequestro del carbonio, come ad esempio Ingegneria geologica. Nel corso degli anni sono state condotte molte ricerche e analisi sul contributo delle balene allo stoccaggio del carbonio.

Nel 2019, gli economisti del Fondo monetario internazionale hanno tentato di quantificare i benefici economici delle balene. Il La prima analisi del genere Ha esaminato il prezzo di mercato dell’anidride carbonica, quindi ha calcolato il valore monetario totale di una balena in base alla quantità di carbonio che cattura, nonché altri vantaggi economici come l’ecoturismo. Il valore medio della Grande Balena è stato stimato in due milioni di dollari.

Ma ci sono ancora significative lacune nelle conoscenze per determinare completamente come il carbonio delle balene può essere utilizzato nelle politiche di mitigazione del cambiamento climatico. Asha de Vos, biologa marina e fondatrice Autentico Nello Sri Lanka, ha affermato, è importante riconoscere che le balene hanno “più da offrire della bellezza e del fascino” e che proteggerle è la chiave per un ecosistema oceanico correttamente funzionante.

“Ma, come suggeriscono gli autori, non dovremmo enfatizzare troppo il ruolo delle balene in questi spazi perché non abbiamo abbastanza ricerche”, ha detto alla CNN de Vos, che non era coinvolto nello studio. “Fondamentalmente, le balene non salveranno i nostri oceani o il nostro pianeta da sole, ma probabilmente svolgono un ruolo nel sistema più ampio”.

Mentre Pearson continua a ricercare il carbonio delle balene in Alaska, approfondendo in particolare i percorsi indiretti in cui le balene possono essere assorbitori di carbonio, ha detto che spera che l’attuale documento spinga i responsabili politici a considerare le balene una parte importante delle strategie di mitigazione del cambiamento climatico.

È un altro strato che collega la crisi della biodiversità alla crisi climatica, ma per ora, Pearson ha detto che lei e il suo team torneranno sul campo per stimare completamente l’impatto del carbonio sulle balene.

“Le balene non sono una pallottola d’argento per salvare il pianeta; è solo una piccola cosa che possiamo fare in mezzo a molte altre cose che dobbiamo fare per il cambiamento climatico”, ha detto Pearson. “Dobbiamo solo raccontare la storia scientifica”.

READ  Bizzarre strutture blu brillano sulla superficie di Marte in una nuova immagine della NASA



Cnn

Le balene più grandi del mondo non sono solo creature straordinarie. Proprio come un file OceanoI ricercatori hanno affermato che le balene potrebbero aiutare a salvare l’umanità dall’accelerazione della crisi climatica sequestrando e immagazzinando le emissioni di carbonio che stanno riscaldando il pianeta.

In un articolo pubblicato giovedì in Giornale delle tendenze in ecologia ed evoluzioneI ricercatori del clima suggeriscono che le balene sono importanti, ma spesso trascurate. fughe di carbonio. Le dimensioni di questi mammiferi marini, che possono raggiungere le 150 tonnellate, significa che possono immagazzinare il carbonio in modo più efficace rispetto agli animali più piccoli.

E poiché le balene vivono più a lungo della maggior parte degli animali, alcune per più di 100 anni, il giornale afferma che potrebbero essere “uno dei più grandi bacini di carbonio viventi stabili” nell’oceano. Anche quando muoiono, le carcasse delle balene scendono nelle parti più profonde del mare e si depositano sul fondo del mare, intrappolando il carbonio che hanno immagazzinato nei loro corpi forti e ricchi di proteine.

Il modo indiretto in cui le balene possono essere importanti depositi di carbonio è attraverso le loro feci. La cacca di balena è ricca di sostanze nutritive che possono essere assorbite dal fitoplancton, minuscoli organismi che assorbono anidride carbonica man mano che crescono. Quando muoiono, anche il fitoplancton affonda sul fondo del mare, assorbendo piccoli frammenti di carbonio nei loro cadaveri.

Il sequestro del carbonio aiuta a mitigare i cambiamenti climatici, perché sequestra il carbonio che altrimenti si verificherebbe Riscaldamento del pianeta altrove per centinaia, se non migliaia, di anni.

Eppure le balene sono minacciate, con Sei delle 13 specie di balene sono grandi È classificato come minacciato o vulnerabile a causa di minacce tra cui la caccia industriale alle balene, che ha ridotto la biomassa delle balene dell’81%, così come l’intreccio con gli attrezzi da caccia, i cambiamenti indotti dal clima nella disponibilità delle prede, l’inquinamento acustico e altro ancora.

Heidi Pearson, autrice principale e ricercatrice presso l’Università dell’Alaska Southeast, ha affermato che la ricerca mostra che proteggere le balene ha un duplice vantaggio: aiutare a spazzare via le balene. Crisi della biodiversità Così come i cambiamenti climatici causati dall’uomo.

Il documento riunisce tutte le ricerche disponibili su come le balene fungono da importanti serbatoi di carbonio. Con la crescente necessità di soluzioni basate sulla natura come piantare alberi per aiutare a risolvere la crisi climatica, Pearson ha affermato che è importante comprendere la capacità delle balene di sequestrare il carbonio.

“Puoi pensare di proteggere le balene come una strategia a basso rischio e basso rimorso, perché non c’è davvero alcun aspetto negativo”, ha detto Pearson alla CNN. “E se lo proteggessimo e ottenessimo i benefici dell’ecosistema oltre al carbonio?” Ha affermato che non vi è alcun rischio per questa strategia rispetto a soluzioni costose e non testate per la cattura e il sequestro del carbonio, come ad esempio Ingegneria geologica. Nel corso degli anni sono state condotte molte ricerche e analisi sul contributo delle balene allo stoccaggio del carbonio.

Nel 2019, gli economisti del Fondo monetario internazionale hanno tentato di quantificare i benefici economici delle balene. Il La prima analisi del genere Ha esaminato il prezzo di mercato dell’anidride carbonica, quindi ha calcolato il valore monetario totale di una balena in base alla quantità di carbonio che cattura, nonché altri vantaggi economici come l’ecoturismo. Il valore medio della Grande Balena è stato stimato in due milioni di dollari.

Ma ci sono ancora significative lacune nelle conoscenze per determinare completamente come il carbonio delle balene può essere utilizzato nelle politiche di mitigazione del cambiamento climatico. Asha de Vos, biologa marina e fondatrice Autentico Nello Sri Lanka, ha affermato, è importante rendersi conto che le balene hanno “più da offrire della bellezza e del fascino” e che proteggerle è la chiave per un ecosistema oceanico correttamente funzionante.

“Ma, come suggeriscono gli autori, non dovremmo enfatizzare troppo il ruolo delle balene in questi spazi perché non abbiamo abbastanza ricerche”, ha detto alla CNN de Vos, che non era coinvolto nello studio. “Fondamentalmente, le balene non salveranno i nostri oceani o il nostro pianeta da sole, ma probabilmente svolgono un ruolo nel sistema più ampio”.

Mentre Pearson continua a ricercare il carbonio delle balene in Alaska, approfondendo in particolare i percorsi indiretti in cui le balene possono essere assorbitori di carbonio, ha detto che spera che l’attuale documento spinga i responsabili politici a considerare le balene una parte importante delle strategie di mitigazione del cambiamento climatico.

È un altro strato che collega la crisi della biodiversità alla crisi climatica, ma per ora, Pearson ha detto che lei e il suo team torneranno sul campo per stimare completamente l’impatto del carbonio sulle balene.

“Le balene non sono una pallottola d’argento per salvare il pianeta; è solo una piccola cosa che possiamo fare in mezzo a molte altre cose che dobbiamo fare per il cambiamento climatico”, ha detto Pearson. “Dobbiamo solo raccontare la storia scientifica”.

READ  Scopri i segni dell'attività geologica su Venere