Maggio 21, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

I rendimenti dell’Eurozona salgono, la BCE punta al rialzo dopo i dati sull’inflazione

Contenuto dell’articolo

Venerdì i rendimenti obbligazionari dell’Eurozona sono aumentati poiché i dati hanno mostrato che l’inflazione nel blocco delle 19 nazioni sta diventando sempre più ampia.

I dati hanno mostrato che il tasso di inflazione dell’energia è effettivamente diminuito da marzo, mentre la crescita dei prezzi dei prodotti alimentari, dei servizi e dei beni industriali non energetici è ulteriormente accelerata.

Anche le letture dell’inflazione francese e italiana sono aumentate più del previsto venerdì.

Giovedì, la Germania, la più grande economia d’Europa, ha riferito che l’inflazione è stata superiore alle attese, provocando un forte aumento dei rendimenti obbligazionari.

Annuncio 2

Contenuto dell’articolo

I mercati monetari dell’Eurozona sono già passati a valutare un aumento del tasso di 90 punti base dalla Banca centrale europea entro la fine dell’anno venerdì prima dei dati di livello del blocco, rispetto agli 85 punti base dopo i dati tedeschi di giovedì.

Il principale indicatore di mercato delle aspettative di inflazione nella zona euro è salito di oltre 6 punti base nella giornata al 2,5666%, il livello più alto dal 2012, secondo i dati della Banca centrale europea.

Dopo essere sceso negli scambi precedenti, il rendimento a 10 anni della Germania, il benchmark del blocco, è aumentato di 3 punti base allo 0,93%, estendendo il suo aumento di 9 punti base giovedì.

READ  Italia, potenziale partner commerciale del Pakistan nell'Unione Europea: Shakil

I rendimenti obbligazionari a due anni, sensibili alle aspettative sui tassi di interesse, hanno portato al sell-off e sono saliti di 6 punti base in Germania allo 0,25%.

“Il mercato rimane molto sensibile in termini di dati sull’inflazione, così come la ripartizione tra inflazione principale e core”, ha affermato Rainer Güntermann, analista dei tassi di interesse presso Commerzbank.

Pubblicità 3

Contenuto dell’articolo

Le pressioni inflazionistiche hanno spinto i rendimenti obbligazionari in forte rialzo quest’anno, poiché i segnali ottimisti delle banche centrali hanno indotto gli investitori a rivalutare nettamente le loro aspettative sui prezzi.

I rendimenti obbligazionari del benchmark tedesco a 10 anni aumenteranno per il quinto mese consecutivo, in rialzo di 38 punti base ad aprile.

Venerdì, le obbligazioni dell’Europa meridionale, i maggiori beneficiari dello stimolo della Banca centrale europea, sono state le più colpite. Il rendimento a 10 anni della Grecia è aumentato di 25 punti base al 3,41%, il livello più alto da marzo 2020.

Guntermann alla Commerzbank non ha visto nessun pilota locale dietro la mossa. “Sembra che la sensazione generale sia che il supporto della BCE stia per svanire e svanire un po’ più velocemente di quanto alcuni abbiano pensato fino ad ora”, ha affermato.

Reuters ha recentemente riferito che i responsabili politici della banca sono desiderosi di porre fine ai loro acquisti di obbligazioni il prima possibile e di aumentare i tassi di interesse non appena a luglio.

Pubblicità 4

Contenuto dell’articolo

La Grecia è più vulnerabile poiché la Banca centrale europea può acquistare il proprio debito solo nell’ambito del suo programma pandemico, in base al quale i nuovi acquisti sono terminati a marzo. È probabile che anche la vendita del debito all’inizio di questa settimana aumenterà la pressione.

READ  Offerta target KKR Telecom Italia nomina il veterano direttore Labriola amministratore delegato

Gli oneri finanziari dell’Italia sono saliti ai massimi da tre anni all’asta di venerdì, poiché ha raccolto 8 miliardi di euro in nuove obbligazioni a 10 anni, un’obbligazione a cinque anni e un’obbligazione fluttuante a sette anni.

Il premio di rischio per il debito decennale tedesco è aumentato di 36 punti base questo mese, la mossa più grande da aprile 2020. Venerdì ha toccato brevemente il livello più alto da giugno 2020 a oltre 184 punti base.

Lo stesso rendimento a 10 anni è aumentato di 74 punti base, il più grande balzo mensile da maggio 2018. Venerdì è aumentato di 7 punti base al 2,79%. Nuovo massimo da marzo 2020.

annuncio