Maggio 21, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Gli analisti affermano che le foto del missile “mostro” nordcoreano potrebbero essere state di un lancio precedente

Dopo aver esaminato foto e video, gli analisti affermano che il “mostro” missile balistico intercontinentale (ICBM) Hwasong-17 è apparso questa settimana sui media statali nordcoreani dopo che il più grande fuoco di prova del paese è probabilmente dovuto a un lancio precedente.

La Corea del Nord ha affermato che il lancio di giovedì del missile Hwasong-17 è un nuovo enorme missile balistico intercontinentale che è stato presentato in una parata militare prima dell’alba nell’ottobre 2020, ma non è stato testato pubblicamente prima.

Ma gli analisti hanno affermato che le ombre, il tempo e altri aspetti delle immagini indicano che il lancio mostrato dalla Corea del Nord è avvenuto in realtà in una data e un’ora diverse.

“Molte prove visive suggeriscono che la versione degli eventi della Corea del Nord è nel migliore dei casi fuorviante, e forse una completa fabbricazione del successo del test Hwasong-17 nel peggiore dei casi”, ha affermato in un rapporto NK Pro, un sito web di ricerca con sede a Seoul che tiene traccia della Corea del Nord . Trasferimento.

Non c’è dubbio che il test missilistico di giovedì sia stato il più lungo e il più alto mai condotto dalla Corea del Nord.

Una panoramica di cosa sono i resoconti dei media statali "Hwaseong -17" Un missile balistico intercontinentale (ICBM) su un veicolo di lancio.
La Corea del Nord ha dichiarato all’inizio di quest’anno che avrebbe rafforzato le sue difese contro gli Stati Uniti e avrebbe preso in considerazione la possibilità di riprendere “tutte le attività temporaneamente sospese”.(Reuters: Agenzia di stampa centrale)

I dati di volo sono stati confermati in modo indipendente da Corea del Sud e Giappone, che hanno seguito il lancio.

Tuttavia, il rapporto di NK Pro afferma che il missile presente nella copertura dei media statali potrebbe essere stato un missile che la Corea del Sud ha affermato essere esploso a mezz’aria poco dopo il suo lancio il 16 marzo.

La Corea del Nord non ha mai riconosciuto pubblicamente il suo apparente lancio di prova o il suo fallimento, con conseguente caduta di detriti a Pyongyang o nelle sue vicinanze.

Michael Deutzman, del James Martin Center for Nonproliferation Studies con sede negli Stati Uniti, ha affermato che i ricercatori del centro concordano sul fatto che alcuni dei filmati rilasciati dalla Corea del Nord provenivano dal test fallito la mattina del 16 marzo piuttosto che dal test del 24 marzo, avvenuto intorno a 14:24 sera.

Immagini e video diffusi dai media statali nordcoreani mostrano l’Hwasong-17 che decolla dal vettore di trasporto, veicolo e veicolo di lancio (TEL) a 22 ruote all’aeroporto di Pyongyang.

“L’ombra di TEL corrisponde al lancio mattutino molto meglio del lancio pomeridiano”, ha detto su Twitter.

Caricamento in corso

Funzionari statunitensi e sudcoreani hanno precedentemente affermato che il sistema Hwasong-17 è stato testato durante i lanci il 27 febbraio e il 5 marzo, ma non a pieno raggio o capacità.

Né Washington né Seoul hanno confermato quale missile fosse coinvolto nel lancio fallito o commentato le incongruenze nelle affermazioni della Corea del Nord.

I media sudcoreani hanno citato funzionari senza nome che hanno affermato che stavano studiando se la Corea del Nord avesse lanciato un tipo più vecchio e più piccolo di missile balistico intercontinentale, il missile Hwasong-15, che era stato precedentemente testato nel novembre 2017.

“Sebbene questo non significhi che il test del 24 marzo fosse un Hwasong-15, solleva interrogativi”, ha detto Deutschmann delle immagini.

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per disattivare l’audio, Frecce destra e sinistra per cercare, Frecce su e giù per il volume.

Riproduci video.  Durata: 3 minuti 24 secondi

Un video altamente modificato di Kim Jong Un che supervisiona un test missilistico nordcoreano.

Sembra che la Corea del Nord stia riprendendo le sue attività nucleari

In mezzo a una raffica di diplomazia nel 2018, Kim ha annunciato una moratoria autoimposta sui missili balistici intercontinentali e sui test sulle armi nucleari, ma ha indicato che la Corea del Nord potrebbe riprendere tali test in mezzo ai colloqui di denuclearizzazione in stallo.

La moratoria è stata spesso descritta dall’ex presidente degli Stati Uniti Donald Trump come un successo, tenendo diversi vertici storici con Kim nel 2018 e nel 2019, ma non ha ottenuto un accordo concreto per limitare gli arsenali nucleari o missilistici della Corea del Nord.

READ  L'Università di Hong Kong smantella e rimuove la statua di Tiananmen dal campus