Luglio 2, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Classifica piazza democratica 2024

“sì,” disse Biden Quando la ABC News gli ha chiesto alla fine dell’anno scorso se avrebbe corso per la Casa Bianca. “Ma guarda, io rispetto moltissimo – il destino è intervenuto tante volte nella mia vita. Se ora sono in salute – sono in buona salute – allora, infatti, correrò di nuovo”.

Quale Fare Lascia la porta un po’ socchiusa in modo che non si esaurisca di nuovo. Questa è la strada che dovrebbe intraprendere nell’articolo di questa settimana, ha affermato Mark Leibowitz di The Atlantic.

“Lasciatemi dire francamente: Joe Biden non dovrebbe correre per la sua ri -elezione nel 2024”, Libri Leibowitz. “È molto vecchio.” Leibowitz ha aggiunto:

Un elettore oscillante ha detto: “Biden compirà 80 anni il 20 novembre. Compirà 82 anni se e quando inizierà un secondo mandato. I numeri continuano a diventare ridicoli da lì. Non sono 82. Sono 86″. In un recente focus group, riferito alla durata della vita, Biden sarebbe alla fine di quel secondo mandato predefinito”.

Questo articolo è difficile sulla scia di un file Un articolo del New York Times Documenta i crescenti sussurri tra i democratici secondo cui la loro migliore possibilità nel 2024 potrebbe non essere con Biden in cima alla lista.

“Mentre le sfide che la nazione deve affrontare aumentano, gli stanchi elettori della base mostrano scarso entusiasmo, i Democratici nelle riunioni sindacali, nelle retrovie a Capitol Hill e nei caucus da costa a costa, sono silenziosamente preoccupati per la leadership del signor Biden, la sua età e la capacità di combattere contro l’ex presidente Donald J. Trump Per la seconda volta”.

In risposta alle domande sulla candidatura di Biden per il 2024, la segretaria stampa della Casa Bianca Karen Jean-Pierre Ha detto alla CNN questa settimana: “Quello che posso dire è che il presidente ha detto più e più volte che intende candidarsi nel 2024, e dovrò lasciarlo lì. Tutto quello che posso dire è che il presidente intende fare ciò che il presidente ha intenzione di fare”.

Viste le crescenti chiacchiere sul futuro di Biden, ho pensato che sarebbe stato un buon esercizio guardare a chi altro Potrebbe finire come candidata presidenziale democratica in due anni. Una cosa da notare: se Biden corre, lo sarà molto È improbabile che affronti una grande sfida iniziale. La maggior parte dei nomi non verrà mostrata in questo elenco a meno che Biden non decida di non farlo.

Di seguito è riportata la mia classifica iniziale dei 10 democratici con maggiori probabilità di rappresentare il partito nella corsa presidenziale del 2024. (La mia classifica repubblicana per il 2024, dall’inizio di questo mese, è quaggiù.) Se non vedi il tuo preferito in questa lista, non disperare: mancano più di 872 giorni alle elezioni generali del 2024. Le cose cambieranno!
10. Chris Murphy: Un senatore del Connecticut è al centro delle trattative per una nuova legislazione sulle armi da fuoco in seguito alla sparatoria di massa in una scuola di Ovaldi, in Texas. È anche una voce schietta nella politica liberale, ma non è affatto un teorico rigoroso. “Sembra capire che la politica è l’arte di realizzare il possibile, non solo mirare all’impossibile e incolpare l’opposizione”. L’analista politico Sto Rottenberg ha scritto In una colonna all’inizio di questo mese, ha speculato sul passaggio successivo per Morphi. Murphy non sta ricevendo molta attenzione come potenziale candidato per il 2024, ma penso che sarebbe un candidato interessante se decidesse di candidarsi.
9. Roy Cooper: Essere eletti-e rieletto-come democratico della Carolina del Nord non è un’impresa facile. Ma questo è esattamente ciò che ha fatto Cooper. C’è un modello per il sovrano del Sud (Bill Clinton e Jimmy Carter) per correre per vincere la Casa Bianca. Come il New York Times Nota nella storia Alla fine dell’anno scorso, Cooper ha un record che potrebbe fare appello agli elettori delle primarie democratiche: lui Aiutaci ad annullare un disegno di legge Richiedi alle persone nelle strutture gestite dal governo di utilizzare bagni che corrispondano al sesso sul loro certificato di nascita. Ha anche emesso ordini esecutivi su Congedo parentale retribuito E il neutralità del carbonio. Il problema più grande per Cooper nella gara del 2024? Non è noto a livello nazionale. Assolutamente.

8. Cory BookerLa campagna presidenziale del senatore del New Jersey del 2020 non è uscita dagli ostacoli. Ma molte delle cose che hanno reso Booker attraente sulla carta nel 2020 sono ancora vere: è un politico carismatico con una buona dose di potere da star. Inoltre, dopo aver corso e perso una volta per la nomination democratica, sarebbe probabilmente più saggio provare la seconda volta. Naturalmente, il fatto che l’ultimo sforzo di Booker non abbia avuto successo solleva la domanda “Perché,? A quale dovrebbe rispondere Booker per guadagnare slancio in una gara successiva”.

7. Amy Klobuchar: A differenza di Booker, la senatrice del Minnesota ha avuto un momento nella corsa del 2020. Nei giorni precedenti le primarie del New Hampshire, sembrava la candidata allo slancio e sembrava avere la possibilità di una vittoria a sorpresa. È finita Fine del terzo postoDietro Bernie Sanders e Beit Potiggg. Meno di un mese dopo, ha abbandonato la gara e ha dato il suo sostegno a Biden. Il modo in cui ha corso – e il modo in cui ha concluso la sua campagna – ha fatto guadagnare a Klobuchar una fama, che potrebbe tornare utile se dovesse essere coinvolta di nuovo nel 2024.
6. Elizabeth WarrenLe mie sopracciglia si sono alzate quando Warren è passato sulle pagine del New York Times ad aprile con un editoriale intitolato:I democratici possono evitare disastri a novembre. “La sua argomentazione era che i Democratici devono portare a termine gran parte della loro agenda prima di novembre e che gli elettori li ricompenseranno per questo. Il che è discutibile. E la storica conferma della Corte Suprema di Kitangi Brown-Jackson, abbiamo promesso di più – e gli elettori ricordano quelli promesse.” Stop! Questo tipo di linguaggio mette Warren nella posizione di dire “te l’avevo detto” se i democratici vengono battuti, come previsto alle urne nel 2022. E potrebbe servire da trampolino di lancio per una seconda presentazione alla Casa Bianca.
5. Gavin Newsom: È successa una cosa divertente quando i repubblicani della California hanno cercato di chiamare Newsom come governatore: lo ha reso molto più forte. Newsom non solo facilmente sconfitto 2021 Disegna sforzo, ma ora è un candidato migliore per vincere un secondo mandato a novembre. Quegli sforzi di richiamo hanno anche dato un’enorme quantità di visibilità nazionale alla categoria dei donatori e degli attivisti, il che tornerà utile se deciderà di candidarsi nel 2024. Newsom, almeno per ora, sta giocando timidamente. “Non è nemmeno sul mio radar”, Ha detto a San Francisco Cronic A maggio di una possibile candidatura presidenziale. Il che, va bene. Ma Newsom ha sempre avuto grandi ambizioni.

4. Pete Buttigieg: Quando Buttigieg, protagonista della corsa presidenziale democratica del 2020, ha assunto la carica di Segretario dei Trasporti nell’amministrazione Biden, molti osservatori si sono chiesti perché. Dopotutto, non è il tipo di posizioni nobili che sono posizioni come il procuratore generale o il ministro degli esteri. Ma Buttigieg ha dimostrato che i suoi scettici si sbagliavano, emergendo come il volto del popolare disegno di legge sulle infrastrutture. Si scopre che destinare dollari federali a progetti locali è un ottimo modo per costruire buona volontà. Buttigieg è tra i politici più naturali del Partito Democratico e, a 40 anni, può aspettare se il 2024 o anche il 2028 non gli sembra promettente.

3. Bernie SandersLa maggior parte delle persone presumeva che la gara presidenziale del 2020 sarà l’ultima di Sorsor Vermont. Dopotutto, ora ha 80 anni e, con due offerte nazionali fallite, sembra che Sanders si stesse dirigendo verso un tramonto politico. No! “Nel caso delle primarie presidenziali democratiche aperte del 2024, il senatore Sanders non ha escluso un’altra candidatura presidenziale, quindi ti consigliamo di rispondere a qualsiasi domanda sul 2024 tenendo presente questo”, ha scritto il consigliere di Sanders Faiz Shakir. In una nota agli alleati in Aprile. Mentre Sanders ha Ha escluso di sfidare Biden nelle primarie democratiche del 2024È facile vederlo considerare un altro round se Biden si piega. Sanders è ancora il più famoso – e il più famoso – tra i liberali del paese.
2. Kamala Harris: Sembra che il vicepresidente abbia installato la nave un po’ dopo a Sicuramente un primo anno più roccioso in ufficio. Sebbene le azioni politiche di Harris siano state un successo, inizierà comunque la corsa democratica aperta del 2024 come favorita, grazie in gran parte al suo sostegno da parte degli elettori neri. Anche se inizierà come la favorita, è comunque difficile vedere Harris pulire il campo dopo le sue lotte, finora, come numero due di Biden.

1. Joe Biden: Non c’è dubbio che Biden sia in pessime condizioni politiche in questo momento: tassi di approvazione negli anni ’30, benzina a $ 5 al gallone, inflazione la più alta degli ultimi 40 anni. Non c’è nemmeno dubbio che se Biden decide di candidarsi per un secondo mandato, sarà quasi sicuramente il candidato del partito – e probabilmente non dovrà lottare così duramente per questo. È una domanda aperta sul fatto che questa sia la cosa migliore per i democratici a livello nazionale.

READ  Quattro morti e 15 gravemente feriti dopo il deragliamento di un treno nel sud della Germania