Febbraio 2, 2023

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

C’è un lato oscuro del boom milanese

Sospensione

Durante un recente viaggio che ho fatto da un amico di famiglia nel Regno Unito, mi è stato detto che un ventenne stava lasciando Londra per un nuovo lavoro a Milano. A parte una promozione e l’uscita dalla recessione in Gran Bretagna, ha spiegato suo padre euforico, la gravità era una politica progettata per invertire la fuga dei cervelli che gli ha permesso di evitare le tasse fino al 70% del suo reddito.

Non è solo. Il regime fiscale che è stato introdotto in Italia nel 2015 e poi diventato più generoso nel 2019 è il motivo per cui non solo gli italiani residenti all’estero da un tempo pari o superiore all’euro ma anche gli stranieri sono rientrati in Italia. Goldman Sachs Group Inc. Nel trasferire a Milano il trading desk di euro swap, secondo un recente reportage di Bloomberg News. La pressione normativa per far uscire i banchieri dalla Londra post-Brexit è stata una spinta. Ma il pagamento di tasse più basse in Italia è stato citato come un’importante attrazione. Allo stesso modo, la posizione geografica di Milano; Una frase preferita in città è che ci vogliono due ore per arrivare ovunque: al mare, in montagna o in città piene d’arte come Firenze o Venezia.

Durante una recente passeggiata lungo Via Vincenzo Monti, un viale alberato nell’esclusivo quartiere della Conciliazione, gli agenti immobiliari mi hanno detto che l’arrivo dei “soldi londinesi” ha contribuito a raddoppiare i prezzi degli affitti negli spaziosi appartamenti del vicino Palazzo Liberty rispetto a dieci anni fa.

Fa parte di una tendenza più ampia che Milano, capitale finanziaria, della moda e degli affari d’Italia, ha visto prendere le distanze dal resto del Paese. Dal 2014 al 2019, l’economia locale è cresciuta a un ritmo doppio rispetto all’Italia, poiché Expo 2015 ha scatenato un boom edilizio. Questa espansione ha subito un’accelerazione dopo la pandemia. L’economia milanese ha recuperato le perdite legate al Covid entro la fine del 2021, crescendo di un altro 2,2% lo scorso anno. Si prevede una crescita del 4,8% nel 2023, secondo Prometeia, un think tank. Al contrario, secondo l’Istat, il PIL italiano dovrebbe crescere solo dello 0,4% quest’anno.

READ  Novak Djokovic, Rafael Nadal, testa di serie per incontrarsi nei quarti di finale dell'Open di Francia

Puoi sentire il cambiamento scendendo dal treno a Milano Centrale, dove il rumore e l’energia sono palpabili. Il contrasto è netto con l’uscita di Roma Termini nella bella, ma lenta e decadente capitale italiana. La cosa più evidente è il cambiamento nella stessa Milano nei 21 anni da quando mi sono trasferito qui per la prima volta. Si è trasformata da una bassa città di provincia in un centro cosmopolita di alto livello.

Fin qui tutto bene in un paese impantanato nel debito elevato e in discesa.

Tuttavia, non è venuto senza costi. Il divario tra ricchi e poveri si è ampliato e sempre più persone vivono in condizioni di estrema povertà, secondo il think tank SDG Watch Europe. Per ironia della tempistica, mentre il team di cambio euro di Goldman Sachs si sta presumibilmente stabilendo in una nuova vita a Milano, la storia della bidella della scuola Giuseppina Giuliano ha catturato i social media e le prime pagine di innumerevoli giornali. A quanto pare, la giovane donna si sposta quotidianamente da casa sua a Napoli a Milano – un viaggio di andata e ritorno di quasi 10 ore – perché l’alloggio nella capitale commerciale è molto costoso.

Un afflusso di nuovo denaro con un effetto distorsivo sui prezzi degli immobili è una vecchia notizia nelle città da San Francisco a Londra. Ma Milano è davvero l’unico posto in Italia con grandi opportunità di lavoro, eppure è silenziosa e gli stipendi sono più bassi che in qualsiasi altra parte d’Europa. Andrea Alemanno di Ipsos mi ha detto di recente: “Ora ci sono poche opportunità ovunque in Italia, anche per i ricchi e ben collegati”. C’è un motivo per cui gli italiani sono tra i più grandi gruppi di cittadini stranieri a Londra.

READ  Joey Spence: lo standard mondiale del rum "inafferrabile"

La disoccupazione giovanile in Italia oggi è del 30% e la disoccupazione complessiva sfiora l’8%. Il sindaco Bebe Sala ha ammesso che l’intenzione di Milano di portare più studenti nelle sue università è sempre più vacillata dal costo di una stanza in città. Le fratture sociali si vedono anche al banco alimentare Pane Quotidiano, dove sabato mattina erano in coda più di 4.000 persone, più del doppio rispetto a quando mi sono presentato lì durante la crisi dell’eurozona. Circa la metà di quelli in un dato giorno sono di mezza età per gli italiani più anziani, afferma Claudio Flavinia, coordinatore dei volontari. In questa giornata invernale si uniscono a loro giovani provenienti dall’Africa e circa 300 donne e bambini ucraini.

Ciò che non è sostenibile è anche la qualità dell’aria di Milano. Milano ha un’aria tra le più sporche d’Europa, di gran lunga peggiore di Londra o Parigi. L’anno scorso ha infranto gli standard dell’UE sull’inquinamento atmosferico di 91 giorni. Più della metà delle decine di migliaia di persone che quotidianamente arrivano a Milano per lavoro guidano, dice Ana Germanotta, responsabile del gruppo di pressione Cittadini per l’Aria, facendo dei gasolio il grande problema. Il loro numero sta crescendo poiché l’uso dei trasporti pubblici è diminuito di un quarto dalla pandemia. Oltre al costo degli immobili e alla difficoltà di trovare lavoro, guidano da ogni parte del mondo.

Le tensioni di crescita, l’ingiustizia e la crisi climatica mettono alla prova i sindaci di molte città sviluppate. Ma a Milano lo stanno prendendo con ancora più urgenza. Con il declino dell’Italia, il ruolo di Milano come motore dell’Italia divenne più importante. Deve essere adatto per vivere e lavorare.

READ  Cosa significa viaggio in codeshare? Vantaggi e insidie ​​del codeshare con le compagnie aeree

Altro dall’opinione di Bloomberg:

• I ricchi vivono in un mondo economico separato: Andrea Felstead

• Come gestire un family office come Agnelli: Rachel Sanderson

I banchieri e gli hedge fund ameranno sempre Londra: Marcus Ashworth

Questa colonna non riflette necessariamente l’opinione del comitato editoriale o di Bloomberg LP e dei suoi proprietari.

Altre storie come questa sono disponibili su bloomberg.com/opinion