Luglio 4, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

10 morti, villaggio sepolto, mentre continuano le inondazioni torrenziali nel sud e nel centro della Cina

Almeno 10 persone sono state uccise e un villaggio parzialmente sepolto in due città cinesi separate mentre il paese ha raggiunto livelli record di pioggia.

Dall’inizio di giugno circa 1,8 milioni di persone sono state colpite dalle inondazioni nella provincia di Hunan, nella Cina centrale, tra cui coloro che hanno perso la vita, tre sono dispersi e 286.000 sono stati evacuati.

Più di 2.700 case sono state danneggiate o completamente crollate, la contea montuosa, in gran parte rurale, ha continuato a registrare livelli storici di precipitazioni nelle stazioni di monitoraggio, ha affermato mercoledì l’agenzia di stampa Xinhua.

Nella regione meridionale del Guangxi, una frana ha seppellito parte di un villaggio.

I media ufficiali hanno riferito che le squadre di soccorso, giovedì, stavano ancora cercando sopravvissuti nella città di Xinfeng, dove giorni di pioggia hanno lasciato le colline sommerse dall’acqua e soggette a scivolare.

Le autorità hanno emesso avvisi di continue forti piogge nel Guangxi e nelle province vicine come Jiangxi, Fujian, Guangdong, Hainan, Sichuan, Chongqing e Yunnan.

Un paese che non è estraneo a inondazioni mortali

Veduta aerea di uno stadio pieno d'acqua.
Lo stadio è stato trasformato in una “vasca da bagno gigante” a Igo City, nella provincia di Hubei.(Reuters: la rete Stringer cinese)

La Cina subisce regolarmente inondazioni durante i mesi estivi, il più delle volte nelle regioni centrali e meridionali che tendono a ricevere la maggior parte delle precipitazioni.

Le peggiori inondazioni in Cina negli ultimi anni sono state nel 1998, quando più di 2.000 persone sono state uccise e quasi 3 milioni di case distrutte, principalmente lungo il fiume Yangtze, il fiume più potente della Cina.

L’anno scorso, 300 persone sono morte dopo che una pioggia torrenziale ha scaricato un anno di pioggia nella città di Zhengzhou, nella Cina centrale, in soli tre giorni.

Spazio per riprodurre o mettere in pausa, M per disattivare l’audio, Frecce destra e sinistra per cercare, Frecce su e giù per il volume.

Riproduci video.  Durata: 1 minuto e 5 secondi

Nel 2021, precipitazioni record a Zhengzhou hanno ucciso almeno 300 persone.

L’anno scorso, almeno 25 persone sono morte nell’Henan, di cui 12 in una metropolitana che è stata inondata da ciò che i funzionari meteorologici hanno descritto come 1.000 anni di forti piogge.

Per cercare di controllare le frequenti inondazioni del paese, il governo ha investito nel controllo delle inondazioni e in progetti idroelettrici come la gigantesca diga delle Tre Gole sul fiume Yangtze.

A livello globale, le forti tempeste tropicali sono in aumento a causa del cambiamento climatico, portando a un aumento delle inondazioni che minacciano la vita umana, i raccolti e la qualità delle acque sotterranee.

AP/ABC

READ  Intrappolato nella sua bolla, Xi non lascia la Cina dall'inizio dell'epidemia