Giugno 25, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

XRISM, SLIM: rinviato il lancio del satellite a raggi X giapponese, lander lunare “Moon Sniper”

XRISM, SLIM: rinviato il lancio del satellite a raggi X giapponese, lander lunare “Moon Sniper”

Nota dell’editore: iscriviti alla newsletter scientifica Wonder Theory della CNN. Esplora l’universo con notizie di scoperte sorprendenti, progressi scientifici e altro ancora.



CNN

Rinviato il lancio del rivoluzionario satellite che rivelerà i corpi celesti sotto una nuova luce e del lander lunare “Moon Sniper”.

Il lancio avrebbe dovuto avvenire alle 20:26 ET di domenica, o alle 9:26 EST di lunedì, ma il tempo inclemente, in particolare i forti venti sul sito di lancio, ha portato il ritardo a meno di 30 minuti di anticipo, secondo quanto riferito. l’agenzia esplorazione spaziale giapponese. Anche se l’agenzia non ha annunciato una nuova data di lancio, la piattaforma di lancio presso il Centro Spaziale di Tanegashima è riservata fino al 15 settembre.

Il lancio è già stato riprogrammato due volte a causa del maltempo.

Satellite XRISM (pronunciato “crisi”), chiamato anche XRISM Il compito dell’imaging a raggi X e della spettroscopiaSi tratta di una missione congiunta della Japan Aerospace Exploration Agency (JAXA) e della NASA, con la partecipazione dell’Agenzia spaziale europea e dell’Agenzia spaziale canadese.

Insieme al viaggio c’è SLIM, OR di JAXA Lander intelligente per l’esplorazione lunare. Questo lander da esplorazione su piccola scala è progettato per dimostrare atterraggi “marcati” in una posizione specifica entro una distanza di 100 metri (328 piedi), anziché il tipico raggio di un chilometro, facendo affidamento su una tecnologia di atterraggio ad alta precisione. La precisione ha portato al soprannome della missione, Moon Sniper.

Secondo la NASA, il satellite e i suoi strumenti monitoreranno le regioni più calde dell’universo, le strutture più grandi e gli oggetti con la gravità più forte. XRISM rileverà la luce dei raggi X, una lunghezza d’onda invisibile agli esseri umani.

READ  Test del volo orbitale 2 del Boeing Starliner: aggiornamenti in tempo reale

Studio delle esplosioni stellari e dei buchi neri

I raggi X vengono rilasciati da alcuni degli oggetti ed eventi più energetici dell’universo, motivo per cui gli astronomi vogliono studiarli.

“Alcune delle cose che speriamo di studiare con XRISM includono gli effetti delle esplosioni stellari e dei getti di particelle alla velocità della luce sparate dai buchi neri supermassicci al centro delle galassie”, ha affermato Richard Kelly, ricercatore principale di XRISM presso il Goddard Space della NASA. Centro di volo. a Greenbelt, nel Maryland, in una dichiarazione. “Ma ovviamente siamo molto entusiasti di tutti i fenomeni inaspettati che XRISM scoprirà osservando il nostro universo.”

Rispetto ad altre lunghezze d’onda della luce, i raggi X sono così corti che passano attraverso specchi a forma di piatto che monitorano e raccolgono la luce visibile, infrarossa e ultravioletta come i telescopi spaziali James Webb e Hubble.

Tenendo questo in mente, XRISM contiene migliaia di specchi interferenti curvi e individuali, progettati meglio per il rilevamento dei raggi X. Il satellite dovrà essere calibrato per alcuni mesi una volta raggiunta l’orbita. La missione è progettata per durare tre anni.

Secondo la NASA, il satellite è in grado di rilevare raggi X con un’energia compresa tra 400 e 12.000 elettronvolt, che supera di gran lunga l’energia della luce visibile a 2-3 elettronvolt. Questo intervallo di rilevamento consentirà lo studio degli estremi cosmologici in tutto l’universo.

XRISM contiene due speciali serie di specchi per il rilevamento dei raggi X.

Il satellite trasporta due strumenti chiamati Resolve e Xtend. Resolve tiene traccia dei piccoli cambiamenti di temperatura che aiutano a determinare la fonte, la composizione, il movimento e le condizioni fisiche dei raggi X. Resolve funziona a -459,58 gradi Fahrenheit (meno 273,10 gradi Celsius), ovvero circa 50 volte più freddo dello spazio profondoQuesto grazie a un contenitore di elio liquido delle dimensioni di un frigorifero.

Questo strumento aiuterà gli astronomi a scoprire misteri cosmici come i dettagli chimici del gas caldo e incandescente all’interno degli ammassi di galassie.

“Lo strumento Resolve di XRISM ci consentirà di approfondire la composizione delle sorgenti di raggi X cosmici a un livello mai raggiunto prima”, ha affermato Kelly. “Ci aspettiamo molte nuove intuizioni sugli oggetti più caldi dell’universo, che includono stelle che esplodono, buchi neri, galassie in cui operano e ammassi di galassie”.

Allo stesso tempo, Xtend XRISM fornirà uno dei campi visivi più ampi su un satellite a raggi X.

“Gli spettri raccolti da XRISM saranno i più dettagliati che abbiamo mai visto per alcuni dei fenomeni che osserveremo”, ha detto in una nota Brian Williams, scienziato del progetto XRISM della NASA a Goddard. “La missione ci fornirà informazioni su alcuni dei luoghi più difficili da studiare, come le strutture interne delle stelle di neutroni e i getti di particelle alla velocità della luce alimentati dai buchi neri nelle galassie attive”.

Nel frattempo, SLIM utilizzerà il suo sistema di propulsione per dirigersi verso la luna. La navicella spaziale raggiungerà l’orbita lunare circa tre o quattro mesi dopo il lancio, orbiterà attorno alla Luna per un mese e inizierà la discesa e tenterà un atterraggio morbido da quattro a sei mesi dopo il lancio. Se il lander avrà successo, la dimostrazione tecnologica studierà brevemente anche la superficie lunare.

A differenza di altre recenti missioni di lander mirate al polo sud lunare, SLIM sta prendendo di mira un sito vicino a un piccolo cratere da impatto lunare chiamato Xiuli, vicino al Mare del Nettare, dove indagherà sulla formazione di rocce che potrebbero aiutare gli scienziati a scoprirne l’origine. la luna. Il sito di atterraggio è appena a sud del Mare della Tranquillità, dove l’Apollo 11 atterrò vicino all’equatore lunare nel 1969.

Modello di volo SLIM (Intelligent Lunar Exploration Orbiter).  La foto è stata scattata presso l'edificio Spacecraft and Gift Assembly (SFA) presso il Centro spaziale di Tanegashima.

Dopo gli Stati Uniti, l’ex Unione Sovietica e la Cina, l’India è diventata il quarto paese ad effettuare un atterraggio controllato sulla superficie lunare quando la sua missione Chandrayaan-3 è arrivata vicino al polo sud della Luna mercoledì. In precedenza, il lander lunare Hakuto-R della compagnia giapponese Ispace era precipitato per 4,8 chilometri prima di schiantarsi sulla Luna durante un tentativo di atterraggio in aprile.

La sonda SLIM contiene una tecnologia di navigazione basata sulla visione. Raggiungere un atterraggio preciso sulla luna è uno degli obiettivi principali della JAXA e di altre agenzie spaziali.

Anche le regioni ricche di risorse, come il polo sud della Luna e le regioni permanentemente ombreggiate piene di ghiaccio d’acqua, presentano una serie di pericoli dovuti a crateri e rocce. Le missioni future dovranno essere in grado di atterrare in un’area ristretta per evitare queste caratteristiche.

SLIM ha anche un design leggero che potrebbe essere conveniente poiché le agenzie pianificano missioni più frequenti e l’esplorazione delle lune attorno ad altri pianeti come Marte. La Japan Aerospace Exploration Agency afferma che se il progetto SLIM avrà successo, sposterà le missioni da “atterrare dove possiamo ad atterrare dove vogliamo”.