Luglio 13, 2024

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Xi Jinping giura di opporsi alle influenze indipendentiste a Taiwan all’inizio del suo terzo mandato | Xi Jinping

Xi Jinping giura di opporsi alle influenze indipendentiste a Taiwan all’inizio del suo terzo mandato |  Xi Jinping

Xi Jinping ha sottolineato la necessità di opporsi alle influenze “indipendentiste” a Taiwan mentre chiude l’Assemblea nazionale del popolo dopo una settimana in cui il parlamento di ratifica ha concesso al presidente cinese un terzo mandato senza precedenti, e ruoli chiave nel capo del governo sono stati rimescolato.

Xi ha concluso la sessione con un discorso ai delegati riuniti. Venerdì si è assicurato il posto di leader più potente della Cina da generazioni durante una cerimonia accuratamente coreografata a Pechino.

Nel suo discorso di lunedì che delinea le sue priorità per la Cina, Xi ha descritto la necessità di una “riunificazione nazionale” come “il fulcro del ringiovanimento nazionale”, definendo la questione delle relazioni di Taiwan con la Cina il fulcro del nuovo mandato politico.

Dobbiamo opporci fermamente alle forze esterne e alle attività separatiste per l’indipendenza di Taiwan. “Dobbiamo portare avanti con fermezza la causa del ringiovanimento e della riunificazione nazionale”, ha detto Xi con una standing ovation. Xi, che in precedenza non ha escluso l’uso della forza contro Taiwan, ha sottolineato la necessità di “promuovere lo sviluppo pacifico delle relazioni tra le due sponde dello Stretto”.

Il PCC non ha mai governato Taiwan, una democrazia autonoma, ma la vede come una provincia separatista che deve essere “riunita” con la terraferma, se necessario con la forza. Xi ha dato sempre più priorità alla rivendicazione della Cina su Taiwan, considerandola una necessità storica tra le crescenti tensioni con gli Stati Uniti.

Lunedì Xi ha sottolineato la necessità di rafforzare l’esercito, rendendolo un “grande muro d’acciaio” per proteggere la sovranità e gli interessi nazionali della Cina.

READ  Imprese statunitensi sotto "estremo stress" a causa dell'ondata di caldo: rapporto | notizie dal mondo

Ha anche chiesto una maggiore autosufficienza economica e la necessità di uno sviluppo e di una sicurezza coordinati. “La sicurezza è il fondamento dello sviluppo. La stabilità è il fondamento della prosperità.”

Sabato Li Qiang, alleato di lunga data di Xi, è stato promosso a primo ministro, la seconda carica più potente del Partito comunista cinese. L’ex capo del Partito comunista di Shanghai ha sostituito Li Keqiang, che si è dimesso dopo due mandati quinquennali.

Li Qiang, ora incaricato di ricostruire l’economia cinese dopo tre anni di restrizioni Covid, lunedì ha cercato di ispirare fiducia alle imprese. Il premier ha detto ai giornalisti durante il suo primo briefing che gli imprenditori e le imprese in Cina avranno ampio spazio e opportunità per svilupparsi in un ambiente basato su regole e una “cultura del rispetto”.

Negli ultimi anni il partito ha represso le società tecnologiche, cercando di affermare il controllo sulle più grandi aziende cinesi e sull’élite imprenditoriale.

Li ha anche preso di mira gli Stati Uniti, facendo eco a un discorso pronunciato dal presidente Xi la scorsa settimana in cui ha condannato “l’oppressione cinese” guidata dagli Stati Uniti.

La Cina e gli Stati Uniti devono cooperare e devono cooperare. Quando la Cina e gli Stati Uniti lavorano insieme, possiamo ottenere molto, ha detto Li, aggiungendo: “L’accerchiamento e la repressione non fanno bene a nessuno”.

Nell’elenco delle altre nomine, ci sono stati meno cambiamenti del previsto, con la maggior parte dei ministri che ha mantenuto i propri incarichi.

Xi ha collocato alleati in ruoli chiave nel rimpasto di governo, ma ha contrastato la convenzione mantenendo Yi Gang come governatore della Banca popolare cinese (PBOC) e Liu Kun come ministro delle finanze. Entrambi gli uomini hanno raggiunto o superato l’età pensionabile ufficiale di 65 anni.

READ  La casa dei miei sogni alla lotteria: una donna che ha vinto 6 milioni di dollari con il gratta e vinci è rimasta stupefatta dalla funzione "lusso" quando ha comprato una nuova casa

La scelta della continuità in questi importanti ruoli economici indica un’enfasi sulla credibilità e sulla stabilità, ha affermato Matti Peking, direttore per la Cina presso The Economist Intelligence Corporate Network.

“Potrebbe anche essere un tacito riconoscimento di alcune delle sfide che Pechino deve affrontare in questo momento”, ha detto. “La vera sfida per questa terza amministrazione Xi è se affronterà gli squilibri strutturali dell’economia cinese e farà le riforme necessarie per garantire la competitività a lungo termine della Cina”.

Il governo ha fissato un obiettivo di crescita economica per il 2023 di circa il 5%, in aumento rispetto al 3% dello scorso anno, che è stato tra i risultati più deboli degli ultimi decenni.

Reuters ha contribuito a questo rapporto