Settembre 24, 2022

Conca Ternana Oggi

Ultime notizie e rapporti economici sull'Italia.

Uno sguardo al principale evento di contenuto in Italia MIA Market – Deadline

Uno sguardo al principale evento di contenuto in Italia MIA Market - Deadline

Mentre il boom dei contenuti locali ha visto una maggiore ambizione da parte delle piattaforme di trasmissione di competere con le emittenti locali, gli eventi del settore locale con un focus regionale sempre più forte stanno diventando destinazioni interessanti per le aziende e i dirigenti statunitensi e il mercato MIA di Roma non fa eccezione.

L’innovativo evento italiano, che rappresenta il Mercato Internazionale Audiovisivo o il mercato audiovisivo internazionale, è diventato rapidamente il principale mercato cinematografico e televisivo in Italia sin dalla sua nascita otto anni fa. Il mercato, che si svolgerà dall’11 al 15 ottobre insieme alla Festa del Cinema di Roma (che prende il via il 13 ottobre), ha già confermato un aumento del 120% delle iscrizioni anno su anno con delegati di aziende come Disney+, Paramount+, CAA, Fremantle e Sundance completati Confermate la presenza di Institute, Sky e Warner Bros. Discovery, A+E Networks, Wild Bunch, StudioCanal, Banijay.

La sua nuova direttrice, Gaia Tridente, che in precedenza era a capo della sceneggiatura dell’evento, ha detto a Deadline che pensa che l’imminente uscita sembrerà quella più dinamica di sempre.

“Quando è nata MIA, era più focalizzata sulla distribuzione di film ed era un luogo per le vendite e gli acquirenti di film teatrali”, afferma Tridente. “Ma, negli ultimi cinque anni, i pilastri fondamentali dell’azienda si sono spostati”.

Il modello distributivo teatrale, infatti, non è mai stato così sfidante ed è più evidente la crescita degli investimenti delle principali piattaforme broadcast per il produttore nazionale. Di conseguenza, Trident, che lavora al Museum of Islamic Art dal 2017, afferma che la pietra miliare del settore è cambiata di conseguenza su base annuale.

READ  L'italo-americano Watkins Glen Festival torna venerdì sabato
MIA

“Dovevamo adattarci e cercare di anticipare quel tipo di concentrazione”, dice. “Quindi stiamo bilanciando maggiormente le cose con le produzioni globali in mente e, naturalmente, i cambiamenti di paradigma per aiutare a supportare la distribuzione di armi, in particolare per le opere teatrali, che sono state così tanto colpite dagli anni della pandemia”.

L’evento coordinato è un progetto congiunto delle org italiane ANICA (l’associazione di categoria delle industrie cinematografiche e audiovisive italiane, presieduta da Francesco Rutelli) e APA (Associazione dei Produttori Audiovisivi Italiani guidata da Giancarlo Leone) e ha il sostegno finanziario del governo e della cultura culturale regionale corpi. Copre tutti i settori dell’industria audiovisiva, dal cinema al dramma, ai documentari e, per la prima volta quest’anno, all’animazione. C’è una gamma di programmi e pannelli specifici del settore, nonché sessioni di networking ed eventi promozionali.

MIA prevede inoltre di svolgere diverse attività a sostegno dell’industria audiovisiva ucraina. Questi includono lo stand e la sezione dell’ospitalità dedicata alla Kyiv Media Week 2022, il Forum audiovisivo ucraino. Questo evento non può svolgersi nella sua terra d’origine a causa della costante invasione russa del territorio, quindi è organizzato in forma di viaggio con una serie di sessioni sviluppate in collaborazione con i principali festival e mercati europei come il Serial Killer della Repubblica Ceca, Italia . Mercato francese MIA e Mipcom.

Trident vuole che il Museum of Islamic Art di quest’anno rappresenti un “quadro d’insieme dell’intero ecosistema”.

“Stiamo lanciando una divisione di animazione, introducendo sempre più segmenti di co-produzione di documentari, fiction e film, dando più forza e approfondiremo i segmenti dell’innovazione. Stiamo introducendo più contenuti relativi ai mondi virtuali e alle nuove tecnologie sta avvantaggiando in qualche modo il business”.

READ  Dimensioni del mercato PVDC Film rivestiti (2022-2030)

Lo scorso anno, il Museo d’Arte Islamica ha visto partecipare all’evento nella capitale italiana più di 2.000 professionisti provenienti da 58 paesi. Si svolge in concomitanza del Festival del Cinema di Roma e pochi giorni prima dell’inizio del Mipcom a Cannes il 17 ottobre, è una destinazione comoda e attraente per i dirigenti in viaggio nei mercati autunnali. Il fulcro del Museo di Arte Islamica è Palazzo Barberini, un palazzo del 17° secolo a Roma che ospita l’arte antica del paese e si erge disseminato di arte barocca – chi non vorrebbe fare affari in un ambiente così suggestivo?

MIA

“Ovviamente dobbiamo tenere conto dell’agenda degli attori internazionali che a ottobre partecipano non solo al mercato televisivo ma anche al Festival del cinema di Roma”, sottolinea Trident quando si tratta di sponsorizzare l’agenda del Museo d’arte islamica.

Ospiti confermati quest’anno includono Roeg Sutherland di CAA Media Finance, David Davoli di Anonymous Content, Ed Guiney di Element Pictures, CAA President di Global Television Ted Miller, Eleonora Andreta di Netflix in Italia e il co-responsabile delle acquisizioni globali di MUBI Kate Kane solo per citarne alcuni. Esempio illimitato.

Per Tridente, attirare questi grandi attori è fondamentale poiché l’industria globale dei contenuti continua ad evolversi.

“Quello che sto cercando di fare è lavorare a stretto contatto tra gli attori del gruppo aziendale e penso che questo porti opportunità interessanti o nuove non solo per me ma per l’intero mercato perché quello che stiamo facendo ora è costruire un programma editoriale basato sul pilastri del contenuto Il contenuto è sempre stato la parte principale del My business, quindi penso che se riusciamo a convincere produttori di alto livello a lavorare sui progetti o sugli argomenti più importanti del momento o sull’ultimo tipo di spettacoli, stiamo facendo un buon lavoro.”

READ  Gareth Bale raggiunge la perfezione assoluta e l'Italia di nuovo fuori dai Mondiali 2022! - riscaldamento